I 5 migliori software di stampa 3D in italiano

Ultimo aggiornamento: 29.07.21

 

Per poter usare la stampante 3D sono indispensabili dei buoni software che permettono di progettare la stampa e ottenere i risultati migliori. 

 

La stampante 3D è un dispositivo abbastanza recente ma che sta lentamente prendendo piede sia in ambito lavorativo sia privato. La possibilità di realizzare immediatamente degli oggetti e dare vita ai propri disegni tridimensionali è sempre molto allettante, al punto che in alcuni ambiti la stampante 3D è diventata ormai uno standard. 

Se avete acquistato una nuova stampante 3D ma non sapete quali software di stampa 3D, allora questo nostro articolo potrà tornarvi molto utile. Vediamo quali sono i programmi più usati.

 

Ultimaker Cura

Si tratta di un software gratuito e uno dei più scaricati dagli utenti. I suoi punti di forza sono la compatibilità con una vasta gamma di stampanti 3D (cosa da non sottovalutare) e la facilità d’uso. A questo si aggiunge la possibilità di usarlo sia con Windows sia con macOS scaricando l’apposita versione dal sito web. 

Una volta arrivati alla pagina del prodotto, non dovrete fare altro che cliccare su Scarica Gratuitamente e selezionare la versione giusta. A seconda della vostra connessione, il download potrebbe impiegare qualche secondo o minuto. Una volta completato aprite il file eseguibile (.exe) e avviate l’installazione. 

L’utilizzo del programma è molto intuitivo, ricordatevi di tenere collegata la stampante 3D al PC tramite cavo USB in modo da permetterne il rilevamento automatico. Una delle funzioni più utili del programma consiste nel permettervi di importare un disegno 3D direttamente e avviare immediatamente la stampa. Se la vostra stampante 3D supporta più di una tipologia di materiale, potrete cliccare sulla voce Generic PLA per poterlo cambiare e scegliere quello più adatto. 

Tra le funzioni avanzate troverete quella per cambiare l’altezza dei layer e sistemare la velocità di stampa. Cliccando su Slicer, Cura avvierà finalmente la vostra stampa, presentandovi anche il tempo rimanente e segnalandovi eventuali problemi. Se avete difficoltà nell’utilizzo del Cura 3D potete trovare diversi tutorial sul web che vi spiegheranno come realizzare le vostre stampe 3D senza fare troppa fatica. 

 

Repetier Host

Un programma che consente di lavorare su modelli 3D da stampare molto apprezzato dai ‘veterani’ della stampa 3D, in quanto presenta un’interfaccia classica. Il Repetier Host viene considerato un ottimo software per cominciare a stampare in 3D in quanto presenta una corposa guida all’uso che consente ai neofiti di imparare tutte le funzioni utili per la stampa 3D e anche quelle più avanzate. I vari manuali sono in inglese, quindi dovrete avere una buona conoscenza della lingua per poterli studiare. 

Il Repetier Host è scaricabile gratuitamente, vi basterà scegliere la versione per il vostro sistema operativo (Windows o MAC) dal sito e procedere con l’installazione. Tra le funzioni troviamo quelle già presenti in altri programmi, mentre spicca invece l’Easy Mode che consente di vedere sullo schema del disegno 3D anche il filamento e il percorso. 

PrintRun

Non proprio uno dei software per la stampa 3D online più semplici da usare, quindi ve lo consigliamo solo se avete già maturato una buona esperienza. Presenta tantissime funzioni avanzate, come un joystick virtuale per controllare la stampante e un’interfaccia abbastanza complessa. Oltre ai programmi di stampa 3D, troviamo anche quelli per il disegno. I software di modellazione 3D però non sono proprio semplicissimi, ma online se ne possono trovare alcuni più intuitivi. 

 

Tinkercad 

Tinkercad è un programma di disegno facile da usare, infatti è stato progettato per bambini e ragazzi che vogliono avvicinarsi al mondo delle opere 3D e della relativa stampa. Una delle comodità del Tinkercad è la possibilità di usarlo senza scaricarlo, infatti il programma si può avviare direttamente da cloud. Le funzioni del software sono davvero basilari, con delle forme preimpostate che permettono di creare delle strutture. Sebbene sia stato progettato per la creazione di disegni 3D facili per bambini, Tinkercad si adatta anche alle esigenze degli adulti neofiti che potranno provare a realizzare semplici disegni per poi importarli in un software per la stampa 3D.

FreeCAD

Una versione gratis del famoso programma di disegno 3D AutoCAD, il FreeCAD vi permette di realizzare i vostri modelli 3D per poi stamparli. Potrebbe presentare qualche problemino se siete alle prime armi, quindi vi consigliamo comunque di seguire qualche tutorial per capire bene le varie funzioni e navigare più rapidamente l’interfaccia.

 

Stampa 3D: un po’ di storia

Sebbene abbia preso piede negli ultimi anni, la stampa tridimensionale esiste sin dagli anni ‘80, grazie all’inventore Chuck Hull e al suo brevetto depositato sulla Stereolitografia. La stereolitografia altro non è che la stampa 3D, ovvero la creazione di un oggetto fisico tramite calcoli digitali e l’utilizzo di uno strumento esterno. Negli anni ‘80 ovviamente si trattava di una tecnica assolutamente sperimentale e che quindi non aveva visto uno sviluppo al di fuori di determinati ambiti industriali o medici. 

Come spesso succede con le invenzioni, per riuscire ad avere il giusto successo e venire perfezionate, bisogna attendere la scadenza del brevetto (più o meno vent’anni dal deposito). Infatti nel 2009, la tecnologia della stampa 3D viene resa di pubblico dominio e quindi le varie ditte produttrici si cimentano nella creazione di stampanti 3D sempre più potenti. 

Il futuro della stampa 3D

L’argomento della stampa 3D nel futuro non è da sottovalutare in quanto, grazie allo sviluppo tecnologico, nel tempo si potranno stampare oggetti sempre più complessi, come per esempio mobili o addirittura scarpe. Cosa succederebbe però se tutti noi potessimo scaricare dal web dei disegni e realizzare i nostri oggetti in casa? Questo potrebbe portare a una grave crisi di mercato, specialmente in alcuni ambiti commerciali già messi in ginocchio dalle grandi realtà dell’ e-commerce. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI