Le 5 migliori app di messaggistica alternative a Whatsapp

Ultimo aggiornamento: 05.10.22

 

Vi piace molto comunicare con gli amici tramite WhatsApp ma vorreste usare anche qualche metodo diverso per tenervi in contatto con loro? Vediamo quale preferire

 

Può capitare di chiedersi: “quali chat alternative a whatsapp messenger si possono usare?”, perché magari siete stanchi delle solite emoticon o semplicemente volete provare qualcosa di differente. Ebbene, ecco qualche app messaggistica che potrete usare al suo posto.

 

1. Telegram app gratuita

Tra le alternative a whatsapp spicca sicuramente Telegram, nato nel 2013 dalla società guidata dai fratelli russi Durov. Ma perché piace tanto? Prima di tutto per la presenza dei gruppi, che su whatsapp app possono essere creati solo se si possiede il numero di cellulare della persona che si vuole inserire. 

Telegram, invece, permette di crearli mantenendo la privacy dei contatti e quindi può essere usato anche dalle aziende per consolidare il proprio pubblico. Un altro elemento è la possibilità di cancellare i messaggi senza che l’altro se ne accorga. Se questo viene fatto sull’app whatsapp il destinatario legge proprio la dicitura che indica la sua cancellazione.

Un’altra caratteristica di Telegram è quella di poter creare chatbot personalizzati, come quelli che permettono di tracciare le spedizioni su questa app di messaggistica.

Rispetto a wazzap, però, ha qualche svantaggio: prima di tutto ha così tante varianti che, se avete troppe sottoscrizioni, potreste essere sommersi da troppe notifiche. 

 

2. Signal app gratis

Nato nel 2014, è stato pubblicizzato da Elon Musk, che ne ha consigliato l’utilizzo e che ha portato a ben 63 mila download in sole 24 ore. Ma perché preferirlo ai due precedenti? Prima di tutto perché non raccoglie dati, in quanto tutto viene criptato.

Se siete quindi alla ricerca di un’app di messaggistica che abbia la sicurezza come priorità, questa è quella che dovrete preferire. Oltre ai classici elementi presenti sulle altre applicazioni, qui troviamo anche la possibilità di fissare in alto le chat che preferiamo, quella di creare una chat con se stessi, come promemoria e i messaggi a scadenza.

3. Viber

Un’altra app di messaggistica istantanea molto quotata è Viber, nata nel 2020. Ha funzionalità classiche, quindi messaggi, sticker, chiamate, videochiamate, mentre per quanto concerne la sicurezza sfrutta la crittografia end-to-end.

Potrete creare anche chat segrete, che appariranno in una sezione a parte dell’applicazione, o contattare chi non è iscritto a questa app, acquistando crediti. 

 

4. Threema

Nata nel 2012, ha oggi circa 8 milioni di utenti attivi, un bel numero. Oltre a tutte le funzioni delle applicazioni precedenti e alla crittografia, offre la possibilità di creare sondaggi nell’app ed è ottimizzata per tablet e per i dispositivi privi di SIM.

Inoltre, per creare un account, non è necessario inserire il proprio numero di telefono ed è possibile fissare in alto alcuni messaggi. C’è però da dire che, con Threema non è possibile cancellare i messaggi inviati e già consegnati e non si possono neppure eliminare quelli che, magari, non si vuole che restino in chat.

Se avete un cellulare con iOS, inoltre, non potrete scaricarla, in quanto è disponibile solo per Android. Infine, forse lo svantaggio maggiore, Threema ha un costo one time di 3,99 euro.

 

5. Snapchat

Una delle app più note di messaggistica come alternativa a WhatsApp è Snapchat: viene lanciata nel 2011 e a oggi ha ben 238 milioni di utenti attivi. Questa app crea grandi vantaggi a chi ha un sito di ecommerce, in quanto il pubblico è molto giovane.

Il tipo di comunicazione ricorda Twitter, in quanto si basa su messaggi istantanei: se hai un blog, è possibile caricare una storia inserendo il link che vi rimanda. Ma ci sono anche molte altre funzionalità, come le storie, che sono simili a quelle di Instagram, la possibilità di fare chiamate e videochiamate, quella di creare dei veri e propri Ads, ovvero inserzioni pubblicitarie. 

C’è inoltre Discover, un canale dove si possono trovare contenuti o nuovi profili, che siano un match con i propri interessi; potrete infine geolocalizzare chi è presente nella vostra rete Snapchat. 

Se, però, tenete molto alla privacy, può non convincervi, in quanto chiede molte più informazioni personali delle altre applicazioni di messaggistica: non solo username e password, ma anche mail, numero di cellulare e data di nascita. 

Vengono non solo raccolte ma anche condivise con Snapchat, e parliamo non solo di semplici messaggi ma persino le emoticon o gli sticker e, naturalmente, anche la posizione geografica.

Questo vuol dire che tutto ciò che condividerete verrà usato per profilarvi, quindi non è la migliore applicazione per chi vuole mantenere l’anonimato.

 

In conclusione

Se state facendo questa ricerca dal vostro computer portatile potrete soffermarvi ancora un attimo a considerare con noi alcuni aspetti. Per esempio, WhatsApp risulta sempre vincente per numero di utenti, per cui, se volete maggiore comunicazione, non potrete trovare di meglio.

Tuttavia, se esaminiamo le funzioni che hanno le altre applicazioni e se, soprattutto, cercate di ampliare il vostro business, potrete trovare di meglio rispetto a WhatsApp Business. 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI