Come cambiare il sistema operativo su un tablet Android

Ultimo aggiornamento: 30.11.21

 

Usare un sistema operativo diverso sul vostro tablet è possibile, per farlo occorre seguire una procedura non troppo complicata. Scopriamo come.

 

I tablet, come gli smartphone, vengono venduti con un sistema operativo integrato. I due più famosi sono Android e iOS, il secondo utilizzato solo ed esclusivamente da prodotti targati Apple. Il sistema iOS non è proprio famoso per la sua flessibilità, ma si rivela estremamente sicuro e stabile, oltre ad avere una serie di app esclusive scaricabili dallo store. 

Android al contrario è un sistema operativo flessibile, non a caso viene utilizzato anche da altri dispositivi come Smart TV e le moderne autoradio 2 DIN. Certo, anche Android presenta qualche svantaggio: la sua elevata versatilità e le possibilità di configurazione lo rendono meno sicuro rispetto alla concorrenza. Le versioni da Android 8 in poi si rivelano più affidabili, ma ancora non raggiungono il livello di sicurezza del più ‘criptico’ iOS. 

Sebbene il sistema Android si riveli veloce e intuitivo da usare, alcuni utenti preferiscono di gran lunga Windows di Microsoft, per questo lo installano anche sui loro tablet. Questa particolare soluzione torna molto utile nel caso vogliate usare una tastiera per tablet e scrivere usando programmi di scrittura come Microsoft Word o Open Office. 

La procedura per cambiare il sistema operativo sul tablet in questo caso non è molto complicata, ma va comunque effettuata con molta attenzione per due semplici motivi: il primo è che cambiando sistema operativo su un tablet ne si invalida la garanzia, il secondo è il rischio di malfunzionamenti del dispositivo. Per questo vi consigliamo di provare l’installazione di Windows 10 su tablet solo su modelli datati ormai fuori garanzia e che magari non utilizzate più. Diciamo quindi che non conviene molto provare questa procedura su un tablet appena comprato, in quanto si rischia non solo di rovinarlo, ma anche di non poterlo sostituire. 

Cambiare sistema operativo Android su tablet 

Prima di tutto scegliete la versione di Windows che volete installare sul tablet, potete decidere se usare Windows 7 o il più recente Windows 10. Ci sono diverse procedure per poterlo fare, ad esempio usare delle rom per computer, ma se non avete grande dimestichezza nel campo informatico è consigliabile usare un programma particolare chiamato Change My Software. Il software al momento non è facilmente reperibile, in quanto non viene aggiornato dal 2017. Per trovarlo quindi dovrete provare diversi siti, magari facendo una ricerca su Google. 

Se riuscite a scaricare il programma, prima di installarlo sul PC vi consigliamo di effettuare una scansione del file con il vostro antivirus. Una volta sicuri, procedete con l’installazione e collegate il vostro tablet al PC tramite un cavo USB. Ora non vi resta che aprire il programma e selezionare il comando ‘da Android a Windows’. Change My Software scaricherà tutto il necessario per eseguire l’installazione, durante la quale vi verrà chiesto se mantenere comunque il sistema operativo Android, cosa che vi consigliamo di fare. In questo modo, anche se Windows non funzionerà, avrete molte più chance di ripristinare il tablet al suo stato originale. 

Non è detto infatti che il sistema operativo Microsoft funzioni correttamente sul vostro tablet, questo può dipendere dall’hardware del dispositivo e dallo spazio libero disponibile. Ricordate inoltre che potreste dover aggiornare il tablet Android se non lo accendete da molto tempo, in modo da facilitare l’installazione del nuovo sistema operativo. 

Installare Windows su tablet Android

Ci sono diversi tablet con sistema operativo Windows 10 preinstallato, ma solitamente i dispositivi più economici si rivelano troppo poco potenti per poter gestire correttamente i processi del software Microsoft. Per questo passare al ben più leggero Android è un buon modo per alleggerire un vecchio tablet e tornare ad utilizzarlo. Per installare il sistema operativo Windows 10 ad Android su tablet valgono sempre le stesse regole: cambiare sistema invalida la garanzia e si rischia di danneggiare il dispositivo irreparabilmente. 

In questo caso l’installazione è un filo più complicata, in quanto dovrete eseguire l’installazione da chiavetta USB. Procuratevi un paio di chiavette USB capienti (da 16 GB o più) e scaricate un software di scrittura del disco flash USB, come ad esempio Etcher. Per quanto riguarda il sistema operativo, quello più indicato per questa operazione è Phoenix OS che dovrete installare sulla chiavetta USB vuota.

Per poter eseguire tutti i comandi in modo fluido vi suggeriamo di usare una tastiera per tablet, in quanto dovrete ‘smanettare’ un minimo per poter cambiare alcune impostazioni del sistema operativo. Ricordate inoltre di collegare il vostro tablet al PC e possibilmente alla rete elettrica in modo da non far scaricare la batteria durante l’installazione. Prima di tutto dovrete disabilitare il Secure Boot, andando su Impostazioni – Aggiornamento e ripristino – Ripristino e Riavvia Ora alla voce Riavvio Avanzato. Poi entrate nella sezione Risoluzione dei Problemi e andate nelle impostazioni firmware UEFI dalle opzioni avanzate. 

Su Sicurezza impostate una password, poi disabilitate l’avvio protetto dalla voce Avvio. Ora premete contemporaneamente il tasto di accensione e il tasto Windows del vostro tablet fino a quando non si riavvia. Ora dovrete collegare l’hub USB alla porta USB del PC e avviare il tablet premendo F12 in modo da poter selezionare la modalità di avvio. Selezionate l’avvio da USB e procedete con l’installazione. 

Una volta completata, al prossimo avvio il tablet dovrebbe chiedervi se volete usare Windows 10 o Phoenix OS.

Come avrete notato, cambiare il sistema operativo Android passando a Windows non è un processo molto semplice, inoltre potrebbe variare in base al tipo di tablet o alla versione del sistema operativo Android. In ogni caso vi consigliamo di non disinstallare Windows 10 dal vostro tablet, così se l’installazione di Phoenix OS non dovesse andare a buon fine potrete tornare a usare il dispositivo più facilmente.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI