Smartworking: ecco la postura corretta al PC per evitare il mal di schiena

Ultimo aggiornamento: 26.05.22

 

Avere mal di schiena dopo tante ore al computer è più che normale se non si assume la corretta postura. Ecco qui qualche consiglio per migliorarla.

 

Trascorrere molte ore a lavorare, incollati alla scrivania e al computer, può causare dolori se non si mantiene la schiena dritta e non si prendono altre accortezze. Si tratta di un rischio comune, specialmente se non si usa una sedia per postura corretta o una ergonomica e se si preferisce lavorare a letto o sul divano. 

Occorre quindi imparare qualche trucco per fare in modo che la colonna, i piedi e le gambe si trovino in una posizione ottimale: la postura corretta al pc è infatti fondamentale per garantire benessere al proprio corpo. 

 

Postura corretta seduti per non avere mal di schiena  

La persona al computer per molte ore deve prestare attenzione a mantenere una postura corretta. La principale preoccupazione deve essere quella di rilassare la colonna vertebrale, per cui è opportuno tenere le piante dei piedi appoggiate sul pavimento, la schiena dritta e le spalle poste all’indietro.

Una volta capito come sedersi eviterete problemi come il mal di schiena e il mal di testa, che spesso derivano da una postura spalle e corpo non corretta. 

 

Imparare ad avere una postura corretta in piedi

Il punto dal quale partire è proprio questo: quando si cammina si devono mantenere collo e testa eretti e lo sguardo deve restare in linea con l’orizzonte, non posto a terra. Mantenere una postura corretta, quindi, vuol dire anche non guardare il cellulare, che implica abbassare il capo. 

Quando si cammina, inoltre, è opportuno toccare il pavimento prima con il tallone e successivamente con la punta del piede. Un trucco che potete usare, per aiutarvi a mantenere una postura adeguata, è quello di attaccare alla schiena due elementi, come quelli per il taping, a comporre una X.

Meglio farvi aiutare: dovrete mantenere la schiena in una posizione corretta perché, ogni volta che cambierete postura, assumendo quella sbagliata, questi nastri adesivi tireranno, portandovi a ritornare nella precedente.  

Non sollevate pesi troppo gravi

Sollevare casse d’acqua o borse della spesa pesanti comporta la possibilità di arrecare danni, anche molto seri, alla schiena. Se non potete farne a meno, cercate di ridurre la frequenza con la quale lo fate e poi usate il giusto metodo: non piegate la schiena in avanti ma flettete le ginocchia.

 

La scelta del materasso  

Come potete immaginare, anche dormire sul materasso adatto vuol dire salvaguardare la propria schiena. Cercate quindi di sceglierne uno che non sia troppo morbido e con una rete ortopedica, che permetta alla schiena di restare dritta anche quando si dorme. 

Anche il cuscino deve essere scelto con cura: non propendete per quello troppo alto, che mette in tensione il tratto cervicale. Quando dormite, fatelo a pancia in su ma, se invece preferite farlo di lato, mettete un cuscino tra le gambe, per non incurvarvi in maniera eccessiva. 

 

Come capire se ho una postura corretta

Per capire se stiamo assumendo una postura corretta dobbiamo prima capire quale sia. Basterà una parete dritta: appoggiate la schiena in questo modo, ovvero facendo sfiorare la parte posteriore della nuca spalle e glutei al muro e mantenendo i talloni a una distanza da questo di circa 5 cm.

Per verificare che la posizione sia quella giusta, infilate una mano dietro la parte lombare e assicuratevi che ci passi appena. Questa è quindi la giusta postura: cercate di mantenerla. Per farlo dovrete evitare di appoggiare il peso tutto sui talloni, privilegiando la pianta dei piedi.

Esercizi da fare: camminare con un libro in testa

Per esercitarvi a camminare correttamente, dovrete mettere sulla testa un peso, che può essere un libro, per mantenere la colonna vertebrale dritta. Per fare in modo di non dover ricorrere a questo metodo, potrete fingere di avere il libro sulla testa, esercitandovi così a camminare nella maniera corretta.

 

Sedersi sulle mani da seduti

Per mantenere invece la postura corretta alla scrivania, basterà che vi sediate sulle mani: mettetele sotto i glutei mentre siete seduti, con i palmi rivolti verso il basso. Iniziate a sistemarvi, fino a quando non vi rendete conto che il peso è ben equilibrato su ciascun palmo.

Questa è la posizione corretta da assumere, in generale, quando siete seduti, quindi non solo al computer, ma anche mentre mangiate o guardate la TV. 

 

Controllate di frequente la vostra postura

Se non riuscite a farlo da soli, potete ricorrere a degli oggetti tecnologici, che vi avvisano quando la postura non è corretta. Senza, però, dover necessariamente ricorrere a questo metodo, basterà impostare la sveglia per ricordarsi di controllare la postura.

Con i metodi che vi abbiamo detto, sia al muro, sia da seduti, non sarà un’operazione così difficile. 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI