Passare da una scheda video integrata a una dedicata per giocare al meglio

Ultimo aggiornamento: 20.01.22

 

La scheda video integrata non è in grado di eseguire giochi moderni con prestazioni accettabili, per questo gli utenti che dispongono di una GPU integrata dovrebbero passare a quella tramite una semplicissima operazione.

 

La scheda video del computer è un elemento fondamentale per i videogiocatori, questa infatti permette l’esecuzione di applicazioni con rendering tridimensionali di vario tipo. A differenza delle console da gioco, però, dove la scheda video interna al dispositivo è sempre la stessa per un determinato modello di console, nei computer questa può essere più o meno potente a seconda del computer acquistato. La barriera tra PC desktop e notebook, che vedeva i primi disporre di schede video più performanti, si è lentamente abbattuta e oggigiorno è possibile trovare delle ottime GPU anche in computer portatili compatti. L’unica differenza risiede nel prezzo, un notebook da gaming con scheda grafica dedicata sarà mediamente più costoso di un desktop in grado di offrire le stesse prestazioni.

I notebook da gaming hanno fatto passi da gigante e, in alcuni casi, rappresentano l’unico modo per ottenere una nuova scheda video RTX proposta da Nvidia dal momento che il mondo del mining delle criptovalute ha iniziato a intaccare le scorte disponibili. Se a questo aggiungiamo le problematiche legate alla produzione di chip che abbiamo visto nell’ultimo anno, ci si rende conto che, ancora per un po’ di tempo, sarà difficile ottenere una GPU di ultima generazione per il proprio computer. Scopriamo quindi insieme tutto quello che c’è da sapere sulle schede video integrate e dedicate per addentrarci nel mondo delle GPU.

 

Passare da scheda video integrata a dedicata

La scheda grafica PC, chiamata anche GPU, può essere integrata o dedicata, ma cosa significano di preciso questi termini? Una scheda video integrata fa parte della CPU del computer, per esempio sono note le schede video Intel, con una potenza minima in grado di eseguire solo giochi d’annata, quella dedicata invece, è installata nell’apposito socket PCI Express e può dunque essere sostituita, soprattutto nel caso dei computer desktop, ogni volta che si desidera effettuare un upgrade delle performance.

I notebook sempre più spesso presentano due schede video, una integrata e una dedicata, la prima impostata di default mentre la seconda selezionabile in base alle esigenze del momento. Per cambiare scheda grafica portatile, passando dall’una all’altra, bisogna eseguire un’operazione semplicissima, che vi spiegheremo nel prossimo paragrafo.

 

Impostare scheda video dedicata come primaria

Vi sarà sicuramente capitato di avviare un gioco dalla vostra libreria digitale e ritrovarvi con prestazioni tutt’altro che esaltanti o addirittura ricevere un messaggio d’errore. Il motivo è spesso riconducibile all’impostazione della scheda video PC portatile e non a una scheda video rotta.

Prima di andare nel panico, vi invitiamo a cliccare sul logo di Windows in basso a sinistra e poi selezionare l’icona a forma di ingranaggio per accedere al menù delle Impostazioni. Da qui vi basterà entrare in “Sistema” e poi scegliere la voce “Schermo”. L’ultima voce selezionabile nel menù sarà “Impostazioni grafica”, dal menù a tendina potrete scegliere un’applicazione per decidere quale scheda video utilizzare per la sua esecuzione. Nel caso non appaiano nel menù a tendina potrete cliccare su Sfoglia per selezionare manualmente l’eseguibile e mettere la spunta a “Prestazioni elevate”. Salvate le modifiche e avviate nuovamente il gioco per far sì che venga sfruttata la migliore scheda video disponibile.

Un ulteriore modo prevede l’uso del Pannello di controllo Nvidia, raggiungibile cliccando con il tasto destro del mouse sul desktop e selezionare la voce omonima. Dal menù di sinistra della nuova finestra selezionate “Gestisci le impostazioni 3D” e poi, sulla destra, “Impostazioni programma”. Vi ritroverete davanti una finestra apparentemente complicata, ma vi basterà premere sul menù a tendina per visualizzare tutte le applicazioni eseguite recentemente, cliccate su quella che vi interessa e poi selezionate nella zona inferiore, alla sezione “Processore grafico preferito”, il “Processore Nvidia ad alte prestazioni”. Ora non resta che salvare le modifiche e avviare il gioco.

Come vedere la scheda video del PC Windows 10

Alcuni consumatori potrebbero chiedersi: “ma che scheda video ho?”, e sarebbe una domanda più che lecita, soprattutto se non hanno mai prestato grande attenzione a questo componente. Per scoprire la scheda video installata nel notebook e capire se è disponibile anche una GPU integrata vi basterà cliccare con il tasto destro del mouse sull’icona di Windows in basso a sinistra e selezionare “Cerca”. Nel tab inserite “gestione dispositivi” e avviate la ricerca, cliccando sul primo risultato avrete una lunga lista che rappresenta tutti i componenti del vostro computer. Cercate la voce “Schede video” e con il mouse cliccate sulla freccetta a sinistra, appariranno così tutte le schede video installate.

Per sapere se avete una GPU dedicata, dovrete leggere il nome del brand Nvidia o AMD, qualora troviate solo Intel Graphics significa che disponete solo di una integrata.

 

GPU esterna, cos’è?

Una GPU esterna non è altro che una scheda video chiusa all’interno di un contenitore che può essere collegata a un computer senza aprirlo. Ha un costo elevato ma serve per condividere la potenza di calcolo con altri computer, soprattutto se si dispone di un notebook compatto e privo di scheda video dedicata.

Naturalmente non parliamo di prestazioni uguali a quelle che una GPU interna può fornire, si perde in media un 10/15% di prestazioni, rendendo dunque difficile l’esecuzione di giochi più nuovi con impostazioni grafiche elevate. Se cambiate spesso laptop e non avete esigenze specifiche, però, potrebbe essere una buona soluzione dal momento che questo vi permetterà di risparmiare sull’acquisto di notebook da gaming che si trovano in una fascia di prezzo che va da 1.000 a oltre 2.000 euro.

Per chi ha un computer desktop questa soluzione non è né ottimale né economica, è infatti molto più semplice reperire una scheda video da installare nel case piuttosto che dotarsi di una GPU esterna.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI