ASUS FX753VD – Recensione

Ultimo aggiornamento: 07.12.19

 

Principale vantaggio

Un laptop che, visto l’ampio display da 17,3 pollici, consente di visualizzare progetti, schemi, video senza dover rimpiangere il tradizionale monitor da collegare a un PC desktop.

 

Principale svantaggio

Il peso totale di questo modello proposto da Asus è molto elevato, quindi chi ha necessità di portare con sé il laptop molto spesso, dovrebbe preferire modelli più leggeri.

 

Verdetto: 9.8/10

Laptop dalla configurazione di alto livello, che offre un display da 17,3”, uno dei motivi principali per cui acquistarlo. Il peso e le dimensioni però ne risentono, tanto che per qualche utente chiamarlo “portatile” è un vero e proprio eufemismo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Ampia visuale

La maggior parte dei notebook in commercio offre display con una diagonale pari a 15,6 pollici, che per qualcuno potrebbe non essere sufficiente al fine di espletare al meglio le sue esigenze lavorative, o perché no, anche per fare una partita a uno degli ultimi giochi in uscita.

Il display messo sul piatto da questo laptop ASUS arriva a ben 17,3 pollici wide screen, dimensione più che sufficiente per visualizzare al meglio software professionali per la modellazione 3D, il video editing, di architettura e via dicendo. A supporto della grandezza del display c’è anche una risoluzione Full HD (1920x1080p). 

Inoltre la finitura opaca lo rende ideale da usare anche quando c’è molta luce, visto che è totalmente antiriflesso.

 

Potente CPU e tanto spazio

Per gestire software avari di risorse come quelli sopra elencati, il laptop ASUS si basa sulla presenza di una CPU Intel Core i7 7700HQ di settima generazione, in grado di arrivare a un clock, per ciascuno dei quattro core presenti a 2,8 GHz. 

A supportare tale potente processore vengono offerti 16 GB di RAM DDR4, che volendo si possono portare fino a 32 GB, acquistando a parte un altro modulo di identica dimensione e soprattutto velocità. Spicca, nella dotazione di assoluto livello, la presenza di ben due dischi fissi. 

Il primo è un SSD da 256 GB, nel quale è installato il sistema operativo Windows 10, mentre per salvare dati, video e via discorrendo si può utilizzare il disco fisso “meccanico” da 1 TB, modello da 7200 RPM, quindi molto veloce e sicuramente migliore della maggior parte dei dischi fissi da 5400 RPM, proposti su molti dei laptop in vendita. 

Gli utenti consigliano di installare sull’SSD solo i software usati più di frequente per sfruttare la velocità di lettura/scrittura dati offerta da questo modello di disco fisso flash.

Si gioca? Più o meno

Viene sicuramente da chiedersi, visto i componenti sopra descritti, se con questo laptop ASUS si può anche giocare. Diciamo subito di sì, però con qualche compromesso. Infatti la scheda video presente è nVidia GeForce GTX 1050, con 4 GB di memoria GDDR5, e rientra nella fascia medio bassa della proposta dell’azienda americana. 

Quindi si può giocare decentemente con giochi non recentissimi, magari di un paio di anni fa, mentre per gli ultimi usciti bisogna trovare il giusto compromesso tra risoluzione e attivazione o meno delle varie tecnologie, pensate per migliorare la qualità dell’immagine. 

Senza dubbio, tutti i software non ludici, potranno essere eseguiti velocemente, e quindi anche chi si diletta con montaggio video o modellazione 3D non avrà di che pentirsi, se vorrà investire un po’ di euro (oltre mille) per questo laptop.

 

Componenti al fresco

Non ci si dovrà preoccupare di stressare troppo i componenti interni che potrebbero surriscaldarsi: come ogni miglior notebook, ASUS integra un sistema di raffreddamento chiamato Cooling Overboost, che consente di regolare la velocità delle ventole.

Inoltre, grazie a un design termico intelligente, permette il raffreddamento in maniera efficiente, offrendo la stabilità necessaria per qualsiasi utilizzo. Bisogna però fare i conti con un po’ di rumore generato da questo sistema, che si verifica quando si spinge al massimo il processore.

 

Design

Il laptop ASUS si mostra con un design non molto aggressivo per essere considerato un modello da gaming, e quindi si rivela al tempo stesso abbastanza elegante, adatto quindi anche i professionisti. Lo chassis è realizzato in plastica ma il coperchio (e solo quello) è in alluminio satinato. 

La tastiera, con layout italiano, è retroilluminata: questa caratteristica è normale in un laptop pensato per il gioco, ma sicuramente è utile anche per i non giocatori, che devono usare il portatile anche quando non c’è molta luce. Dimensioni e peso sono considerevoli: messo sulla bilancia si arriva a ben 2.8 kg, il che non lo rende molto agevole da trasportare, soprattutto se si deve affrontare un viaggio un po’ lungo. 

Inoltre con 41,2 x 27 x 2,7 cm totali, sarà necessario trovare uno zaino o una borsa adeguati, visto che la maggior parte di quelli in commercio sono compatibili con laptop da 15,6 pollici o meno.

 

Connettività

Per quando riguarda la connettività non manca proprio nulla: si può contare su una mini Display Port, per poterlo collegare a un monitor esterno dotato di tale ingresso video, oppure optare per la più semplice e utilizzata HDMI.  

Di fianco a queste due uscite video è presente un ingresso Ethernet, una porta USB 2.0, tre USB 3.0 di cui due su un lato e uno sull’altro e una porta USB 3.1 Type C. Sempre utile il lettore di schede SD e non manca anche un masterizzatore DVD. 

Stranamente però la connessione Wi-Fi presente si basa sul protocollo 802.11n e non sul più recente 802.11ac.

 

Batteria e autonomia

Ci si potrebbe aspettare che un così importante notebook sia dotato di una batteria altrettanto potente. Il modello inserito è uno da quattro celle agli ioni di litio, ovviamente estraibile e quindi eventualmente sostituibile. Tramite un software integrato è possibile scegliere tra diversi profili in base al tipo di utilizzo che si fa del laptop. 

Molti utenti però non sono riusciti ad andare oltre le tre ore di autonomia, anche con i profili meno esosi di energia. Questo piccolo difetto rende ancora meno “portatile” il laptop ASUS,  visto che nella maggior parte dei casi, per poterlo utilizzare a fondo, sarà necessario collegarlo a una presa di corrente. 

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...