Il miglior notebook

 

Notebook – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni del 2019

 

Gli utenti che non sanno come scegliere un buon notebook probabilmente fanno fatica a destreggiarsi tra l’hardware e le varie schede tecniche dei prodotti venduti online. Abbiamo dunque deciso di scrivere la seguente guida per aiutarvi non solo a capire dove acquistare tali prodotti ma soprattutto per fare un po’ di chiarezza sui modelli più performanti. Dando una rapida occhiata alla nostra tabella comparativa, potrete notare come i notebook più apprezzati siano l’Asus FX753VD-GC193T, impegnativo dal punto di vista dell’esborso economico ma adatto per tutta la fascia d’utenza alla ricerca di un computer da gaming, e l’HP 255 G6, dal costo estremamente contenuto e pensato espressamente per chi deve farne un uso non intensivo.

 

I migliori notebook del mercato

 

Innanzitutto è bene sottolineare che non è sempre possibile identificare univocamente il miglior notebook qualità prezzo in vendita sul mercato a meno che non si riduca la scelta in modo settoriale. Il mondo dei computer portatili è infatti molto più variegato di quanto si possa pensare e vi sono dispositivi adatti a diversi scopi.

Se per esempio puntate a un terminale per gaming, un MSI notebook potrebbe essere una buona scelta, mentre alcuni notebook Lenovo sono indirizzati a un’utenza che ne fa un uso principalmente lavorativo.

Pur tenendo a mente queste informazioni, non lasciatevi guidare unicamente dal brand e analizzate con noi pregi e difetti di ogni prodotto per capire che tipo di hardware hanno al loro interno. La lista che trovate in basso è stata realizzata prendendo in considerazione quelli che, secondo i consumatori, sono oggigiorno i migliori notebook del mercato.

 

Prodotti raccomandati

 

Notebook Asus

 

Asus FX753VD-GC193T

 

Il computer portatile proposto da Asus, invece, rispetto al primo classificato, ha un costo decisamente più impegnativo, tuttavia è bene prendere in considerazione l’hardware dal momento che potrebbe nascondere qualche sorpresa sotto una scocca piuttosto anonima.

Il processore è un Intel Core i7-7700 HQ di nuova generazione, ideale per evitare colli di bottiglia quando si eseguono operazioni complesse. Sono inoltre presenti ben due sistemi di archiviazione dati, un HDD classico da 1 TB e persino un più performante SSD da 256 GB.

Si rivela inoltre particolarmente adatto al gaming grazie a due caratteristiche fondamentali: la scheda video dedicata, parliamo di una GeForce GTX 1050 da 4 GB di GDDR5, e ben 16 GB di RAM, un quantitativo adatto a reggere persino i giochi più moderni in supersampling, ovvero aumentando la risoluzione fino anche a 4K.

Una piccola nota di demerito nei confronti dello schermo a causa del backlight bleeding, un’infiltrazione di luce comune a molti schermi LCD di fascia bassa.

Al secondo posto abbiamo un portatile più costoso, prodotto da Asus ma con un hardware che potrebbe rivelarsi estremamente gradito ai videogiocatori, grazie alla presenza di una potente scheda video dedicata di ultima generazione.

 

Pro

SSD: Oltre a un HDD da 1 TB, il computer ha anche un altro dispositivo di archiviazione, un Solid State Drive da 256 GB, per accedere velocemente a dati importanti, come i file del sistema operativo.

RAM: Con 16 GB di RAM il computer Asus è uno dei più performanti, dal punto di vista della velocità di calcolo, della nostra lista.

Geforce: La scheda video presente nel computer è una Nvidia Geforce GTX 1050 da 4 GB di DDR5, sufficientemente potente da eseguire i giochi più moderni con dettagli grafici elevati.

 

Contro

Display: Con un’attenzione di questo calibro per l’hardware ci si aspetterebbe un display all’altezza, invece, come sostengono alcuni consumatori, si tratta di uno schermo LCD non estremamente performante.

 

 

 

 

Notebook HP

 

HP 255 G6

 

Al primo posto troviamo uno tra i notebook più venduti, sia per il suo basso costo, sia per il richiamo del brand che è uno dei più popolari e longevi in ambito informatico: HP, anche conosciuto come Hewlett Packard.

Il computer in questione è dotato di processore AMD E2 di settima generazione, non il più performante sul mercato ma comunque in grado di gestire operazioni quotidiane non eccessivamente complesse.

La scheda grafica che monta è anch’essa prodotta da AMD, una Radeon R2, in modo che lavori sinergicamente con il processore senza problemi di compatibilità. Dal punto di vista della RAM, dato il prezzo, non ci si poteva aspettare di più, troviamo infatti i classici 4 GB che rappresentano il minimo sindacale quando si tratta di notebook di fascia bassa. Tale caratteristica riduce le possibilità di utilizzo, rappresentando quindi uno dei pochi limiti del computer.

Per quanto riguarda lo spazio di archiviazione, infine, troviamo un HDD SATA da 500 GB.

Il notebook HP 255 G6 rappresenta la scelta più interessante che un utente alla ricerca di un computer a basso costo possa fare. Analizziamone dunque insieme pregi e difetti riscontrati dai consumatori.

 

Pro

Basso costo: Il fattore principale che ha convinto gli acquirenti è proprio quello economico. Non dovrete dunque spendere cifre considerevoli per un notebook da utilizzare quotidianamente.

AMD: Sia il processore sia la scheda video sono realizzati da AMD e rappresentano una valida e apprezzabile alternativa agli onnipresenti chip Intel.

HDD: Lo spazio di archiviazione disponibile è di 500 GB su hard disk magnetico, un quantitativo più che sufficiente per salvare foto e video.

 

Contro

RAM: Il punto debole di molti computer portatili è proprio la RAM e anche il prodotto HP, con soli 4 GB rientra nella categoria di fascia bassa.

 

 

 

 

HP 250 G6

 

In terza posizione abbiamo un altro notebook HP, il modello 250 G6, leggermente più datato e venduto con Free DOS, ovvero privo di qualsiasi sistema operativo, permettendo così agli utenti di scegliere autonomamente se installare un Windows oppure un OS gratuito come Linux.

Per quanto riguarda i componenti hardware troviamo un Intel Core i3-6006U di sesta generazione e 4 GB di RAM DDR4, nulla di miracoloso o particolarmente performante, tuttavia gli acquirenti sembrano apprezzare la macchina per quello che è: un terminale portatile da cui poter navigare o utilizzare il pacchetto Office.

Come si evince dal prezzo non si tratta di un portatile da gaming, e lo dimostra anche la scheda video integrata, una Intel HD 250, ma piuttosto un notebook orientato al business.

L’hard disk montato è un SATA da 5400 rpm, con 500 GB di spazio di archiviazione. Qualora fossero troppo pochi potrete usufruire anche di un masterizzatore DVD per liberare spazio e archiviare i dati più importanti su supporti ottici.

A seguire troviamo un ulteriore computer proposto da Hewlett Packard, 250 G6, privo di alcun sistema operativo per facilitare l’installazione di altri OS come per esempio Linux.

 

Pro

Costo contenuto: Il prezzo è sufficientemente basso da spingere gli utenti all’acquisto anche se si tratta di un computer con hardware leggermente datato.

Business: Come potrete facilmente intuire dalle caratteristiche, non si tratta di un computer casalingo ma rivolto agli utenti che sono sempre in giro e ne hanno bisogno per scopi lavorativi.

Masterizzatore: Oltre a 500 GB di spazio su HDD, il computer è dotato anche di masterizzatore per poter salvare su CD o DVD i vostri dati più importanti.

 

Contro

FreeDOS: La mancanza di un sistema operativo può essere allettante solo per chi possiede altri computer e può provvedere a un’installazione senza alcun problema.

 

 

 

 

Notebook gaming

 

Acer Nitro 5

 

Infine, prendiamo in considerazione un vero e proprio computer portatile da gaming: Acer Nitro 5. Ben lungi dall’essere il più economico della nostra lista, il prodotto di Acer si avvale di una componentistica hardware di tutto rispetto con un nuovo processore Intel Core i7 8750H, un quantitativo di RAM estremamente elevato, ben 32 GB DDR4 e un doppio spazio di archiviazione, un hard disk magnetico da 1 TB, dove salvare documenti comuni come foto e video, e un Solid State Drive, meglio conosciuto come SSD, da 256 GB dove installare i propri giochi e il sistema operativo.

Tale accorgimento serve per accedere ai dati istantaneamente e ridurre al minimi i tempi di attesa derivanti dai caricamenti.

Chi non ha un budget limitato e sta cercando un computer portatile da dedicare esclusivamente al gaming, dovrebbe prendere in considerazione Nitro 5 per le eccellenti prestazioni che è capace di offrire.

L’ultimo prodotto della classifica potrebbe rivelarsi la scelta migliore per i videogiocatori che vogliono un notebook che possa eseguire i giochi più nuovi con dettagli elevati.

 

Pro

RAM: Il quantitativo di memoria virtuale è decisamente elevato, parliamo infatti di 32 GB DDR4, ben oltre lo standard moderno.

SSD: Come spesso accade per i notebook da gaming, oltre al classico HDD da 1 TB è presente un SSD da 256 GB.

Scheda video: La scheda video dedicata presente in Nitro 5 è una Geforce GTX 1050 da 4 GB DDR5, tra le migliori sul mercato.

 

Contro

Peso: Non può definirsi propriamente un computer facile da portare con sé a causa del peso di quasi 4 kg.

 

 

 

 

Notebook 13 pollici

 

Jumper Ezbook 3 Pro

 

Al primo posto troviamo questo notebook 13 pollici di Jumper, dal costo estremamente competitivo, per tutti gli utenti che sono alla ricerca di un prodotto economico che possa essere utilizzato per lavorare, navigazione, scrittura o comunque operazioni che potremmo considerare basilari e quotidiane.

Per quanto riguarda il lato hardware, è dotato di un processore Apollo Lake N3450 Quad Core Intel, coadiuvato da 6 GB di RAM, quantità che permette di gestire la maggior parte dei software in modo fluido.

Il sistema operativo installato è il nuovo Windows 10 versione Home, molto semplice e intuitivo da utilizzare rispetto alle vecchie versioni del prodotto Microsoft.

La connettività wireless è garantita dal supporto alla doppia banda, sia 2,4 GHz sia 5 GHz, per scegliere quella più adatta alle vostre esigenze, inoltre è presente il modulo bluetooth 4.0 per il collegamento di periferiche come mouse e tastiere.

Il rapporto qualità/prezzo molto soddisfacente ha permesso agli utenti di considerarlo il miglior notebook 2019.

 

Pro

Economico: Tra i pregi riscontrati vi è sicuramente il basso costo, rivelandosi un PC portatile degno di nota per tutti i consumatori attenti al portafoglio e che vogliono spendere quanto meno possibile poiché hanno già altri terminali in casa.

Display: Lo schermo da 13,3 pollici è un IPS, acronimo che sta per In Plane Switching, tecnologia impiegata per avere una maggiore fedeltà di colori e un angolo di visione ampio fino a 178°.

Leggero: Il peso del notebook è di circa 1,35 kg, non il più leggero sul mercato ma abbastanza da poterlo portare sempre con sé senza problemi di sorta.

 

Contro

Batteria: Lo stato di carica può variare in seguito a utilizzi intensivi, con una riduzione progressiva dei tempi di utilizzo. Un dettaglio che ha scontentato alcuni consumatori che non vogliono provvedere a una sostituzione della batteria.

 

 

 

 

MSI notebook

 

MSI WS63 8SK

 

A seguire abbiamo un MSI notebook, azienda che si concentra principalmente su notebook da gaming o workstation. In questo caso il dispositivo rientra nella seconda categoria, con un processore Intel Core i7-8850H e ben 16 GB di RAM, un valore elevato quando si parla di apparecchi di questo tipo.

A fare la differenza rispetto ad altri computer di lavoro è la presenza della GPU, anche comunemente detta scheda grafica, Nvidia QUADRO P3200 con 6 GB di GDDR5, una serie pensata per utilizzi professionali che sfrutta le librerie OpenGL piuttosto che le DirectX, rivolte invece ai videogiocatori.

Da sottolineare come questo MSI notebook non sia economico, si rivela dunque una scelta ideale solo per professionisti che lavorano con software di elaborazione grafica sia 2D, come Photoshop, sia 3D. L’unico elemento che non ha convinto tutti i consumatori è il touchpad. Secondo le loro prove, infatti, risulta rigido e poco responsivo, costringendo quindi a optare per un mouse.

 

Pro

Materiali: La qualità costruttiva del notebook è innegabile, con plastiche resistenti che non vanno però ad appesantire eccessivamente il dispositivo. Raggiunge un peso globale di 1,89 kg.

Periferiche: Grazie a tre slot USB 3.0, due USB 2.0, una USB tipo C, un lettore di schede SD, HDMI e slot per cavo LAN Gigabit, può essere considerata una workstation in grado di accettare qualsiasi tipo di periferica esterna senza alcun problema.

VR Ready: Per gli utenti che si dilettano a creare software per il nuovo trend del momento, la realtà virtuale, il computer MSI offre una delle migliori esperienze lavorative tra i notebook sul mercato.

 

Contro

Touchpad: Secondo gli acquirenti ha una risposta lenta e rigida, rivelandosi poco adatto per eseguire lavori precisi con software grafici. Considerate dunque la necessità di collegare un mouse performante o, meglio ancora, una tavoletta grafica.

 

 

 

 

Notebook Lenovo

 

Lenovo Ideapad 330S-14IKB

 

Il notebook Lenovo, facente parte della linea Ideapad, è un prodotto dotato di un display leggermente superiore ai classici notebook 13 pollici pensati per essere portati sempre con sé: parliamo infatti di un 14 pollici. Analizzando l’hardware troviamo un processore Intel Core i5-8250U, sufficientemente recente, con 8 GB di RAM, un quantitativo che vi consentirà di navigare e utilizzare software di vario tipo senza alcun tipo di rallentamento o crash.

Una delle differenze principali è nella decisione di includere un SSD da 256 GB, acronimo che sta per Solid State Drive, al posto di un classico hard disk. Sebbene tale scelta influisca sul costo finale del prodotto, il vantaggio per gli utenti è innegabile, con tempi di risposta e di accensione estremamente rapidi.

Lenovo riesce a confezionare un notebook di fascia intermedia che può essere usato con soddisfazione sia da chi vuole semplicemente un terminale per la navigazione e la scrittura sia da chi ne ha bisogno per lavorare quotidianamente.

 

Pro

Ricarica rapida: Con tale tecnologia, il notebook della linea Ideapad, in seguito a soli 15 minuti di collegamento all’alimentatore vi permetterà di sfruttarlo per due ore prima di andare incontro allo spegnimento totale.

SSD: La decisione di includere un SSD al posto dei classici HDD potrebbe far storcere il naso a chi preferisce avere più spazio a disposizione. Tuttavia, la velocità dei primi è un valore aggiunto da non sottovalutare.

Audio: Il sistema Dolby, usato ampiamente sui notebook Lenovo, garantisce un audio pulito e preciso, senza distorsioni nemmeno con un volume particolarmente alto.

 

Contro

Peso: Chi si aspetta un ultrabook leggero potrebbe restare deluso poiché il peso effettivo, calcolato dai consumatori, è di 1,527 kg. Non elevato ma comunque più di quanto riportato dal produttore.

 

 

 

 

Notebook 17 pollici

 

Asus Vivobook Pro N705UD-GC104T

 

Vivobook Pro di Asus è un notebook 17 pollici, molto più imponente rispetto a quanto visto finora e rivolto quindi a utenti di tipo diverso. Vediamo dunque le caratteristiche hardware per identificare la categoria. Innanzitutto troviamo un Intel Core i7-8550U, di recente fabbricazione e quindi particolarmente performante grazie anche ai 16 GB di RAM di cui è dotato.

Lo spazio di archiviazione è notevole poiché è presente non solo un hard disk classico da 1 TB ma persino un SSD da 256 GB. Tale scelta si rivela comune nei computer gaming poiché gli utenti preferiscono installare i propri videogiochi su un disco veloce da cui reperire tutte le informazioni al volo. Come ci si aspetterebbe, dunque, è presente anche una GPU all’altezza, ovvero una nVidia GTX1050 con 4 GB di GDDR5 dedicati.

Unica nota di demerito va alla scelta di alcuni materiali, i consumatori più attenti riportano infatti che vi sono troppi componenti in plastica.

 

Pro

GPU: La scheda grafica di cui è dotato il Vivobook Pro è una nVidia GTX1050 con 4 GB di RAM dedicati, una delle più performanti sul mercato e adatta a far girare videogiochi di nuova generazione.

SSD: La scelta di inserire un SSD oltre che un HDD è vincente e i consumatori apprezzano date le performance che i Solid State Drive sono in grado di offrire.

RAM: Non potevano mancare 16 GB di RAM, uno standard verso cui ci si sta spostando lentamente per garantire sempre meno colli di bottiglia e, soprattutto, migliorare la velocità di risposta quando si eseguono software complessi.

 

Contro

Scocca: La scelta dei materiali non è sempre di alto livello, gli acquirenti infatti lamentano una presenza eccessiva di plastica.

 

 

 

 

Notebook Dell

 

Dell Inspiron 5570

 

L’ultimo prodotto della nostra lista è un notebook Dell, precisamente il modello Inspiron 5570. Il costo fa rientrare il dispositivo in una fascia medio-alta, vediamone però insieme i componenti hardware per capire se vale la pena acquistare quanto proposto da Dell. Il processore è un classico Intel Core i5-8250U di ottava generazione, molto performante in tandem con 8 GB di memoria RAM.

Per quanto riguarda invece lo spazio di archiviazione troviamo un HDD da 1 TB, più che sufficiente per archiviare una quantità notevole di foto e video. Si sente la mancanza di un SSD, soprattutto se consideriamo il costo finale del prodotto, tuttavia non è un requisito fondamentale per questa tipologia di computer portatile.

Il sistema operativo incluso è Windows 10 Home, tra i più semplici e intuitivi di Microsoft, adatto anche ai principianti che utilizzano un computer per la prima volta.

Uno dei difetti riscontrati è la lentezza nell’avvio, problema che sarebbe stato possibile risolvere dotando il prodotto di un OS più vecchio o, in alternativa, un SSD.

 

Pro

OS: Sul PC è installato Windows 10 versione Home, un sistema operativo che è considerato tra i migliori proposti da Microsoft grazie alla sua interfaccia user friendly.

Processore: La CPU è recente e molto performante, parliamo infatti di i5-8250U di ottava generazione che lavora bene grazie all’aggiunta di 8 GB di RAM.

Display: Lo schermo da 15,6 pollici è brillante e, soprattutto, supporta la risoluzione Full HD, ovvero 1.920 x 1.080 pixel, elemento che lo rende perfetto per la visione di contenuti multimediali.

 

Contro

Avvio: All’accensione il notebook risulta leggermente più lento rispetto a dispositivi dotati di SSD, un fattore che alcuni utenti più precisi hanno immediatamente notato.

 

 

 

 

Notebook Huawei

 

Huawei Matebook D

 

Huawei è un brand che negli ultimi tempi si sta imponendo sempre più e dopo il mercato smartphone ha iniziato a estendere la sua influenza anche per quanto riguarda computer e notebook. Il modello proposto nella nostra classifica, ovvero il Matebook D, è un dispositivo dotato di display da 14 pollici Full HD e un sistema audio Dolby Atmos, pensato dunque per la riproduzione ottimale di contenuti multimediali ovunque ci si trovi.

L’hardware non è da meno, con un processore Intel Core i5-8250U di ultima generazione e ben 8 GB di RAM, per poter effettuare una navigazione più intensa ed eseguire anche qualche programma più complesso per la gestione o editing di foto e video.

In un computer portatile, anche il peso è un fattore da non dimenticare e Matebook D, con 1,45 kg, si colloca in una fascia interessante.

Data la grandezza esigua del computer, non è presente un lettore CD/DVD, elemento a cui è necessario rinunciare per avere un dispositivo snello e leggero.

Matebook D di Huawei si inserisce sul mercato per fare concorrenza a notebook sottili e leggeri, offrendo una valida alternativa a un prezzo che si potrebbe considerare contenuto.

 

Pro

Peso: Se siete alla ricerca di un notebook da portare sempre con voi, dal peso esiguo, Matebook D potrebbe fare al caso vostro grazie ai suoi soli 1,45 kg.

RAM: Con 8 GB di RAM riesce a gestire in modo soddisfacente il multitasking sia a scopo ricreativo sia lavorativo.

Dolby Atmos: Che la macchina di Huawei sia un prodotto rivolto ai contenuti multimediali lo si può notare dalla cura nella scelta del display e l’utilizzo di un sistema audio Dolby Atmos, in grado di riprodurre un suono coinvolgente e ricco.

 

Contro

Lettore: Data la grandezza del computer è impossibile avere un lettore CD/DVD integrato, una grave mancanza per alcuni acquirenti.

 

 

 

 

Guida per comprare un buon notebook

 

Al fine di aiutarvi ad acquistare il miglior notebook del 2019 abbiamo scritto la seguente guida all’acquisto dove troverete tutte le informazioni più importanti per scegliere in base alle vostre esigenze. Uno degli elementi fondamentali è la destinazione d’uso, chiedetevi dunque: “per cosa utilizzerò questo notebook”? Se la risposta è per lavoro, avrete a disposizione una moltitudine di terminali a basso costo che permettono la navigazione, scrittura e gestione di software d’ufficio a basso impatto prestazionale.

Qualora invece desideriate un notebook da gaming la situazione è leggermente diversa. Rispetto ai PC desktop, infatti, questi hanno un costo superiore poiché è necessaria la miniaturizzazione di componenti che di base hanno un prezzo elevato.

Analizziamo però insieme le varie voci da considerare per riuscire a effettuare autonomamente una comparazione efficace.

 

 

Processore o CPU

Il processore è il vero e proprio cervello del computer che invia le istruzioni a tutte le periferiche a esso collegate. I più popolari e utilizzati sono quelli prodotti dalla casa Intel, pertanto vi invitiamo a prediligerli poiché hanno meno problemi di compatibilità.

I più nuovi Intel Core sono quelli di nona generazione, pertanto potrebbe essere una buona idea optare per PC dotati di CPU che rientrano tra la sesta e l’ottava. Si tratta di un componente molto importante anche per i videogiocatori poiché a nulla serve avere un’ottima GPU se si ha un processore scadente, creando colli di bottiglia e notevole riduzione di FPS.

Non bisogna inoltre dimenticare il quantitativo di RAM e la possibilità di espansione della stessa per aggiornare il computer e allungare così la sua vita. Il minimo consigliato è di circa 8 GB, sufficiente a gestire una moltitudine di applicazioni senza crash o rallentamenti.

 

Scheda video

Gli utenti che hanno come scopo principale quello di giocare con il notebook, devono necessariamente acquistare un prodotto che abbia una scheda video dedicata. Le migliori sono quelle prodotte da nVidia, vero e proprio brand leader del settore, che supporta le proprie schede con aggiornamenti costanti anche a distanza di anni dalla loro uscita. Per i videogiochi moderni dovreste prendere in considerazione i modelli che vanno dalla GTX 1050 in poi, possibilmente con più di 2 GB di GDDR5 dedicata.

 

 

HDD o SSD

Per quanto riguarda lo spazio di archiviazione avrete a disposizione diverse scelte. Esistono infatti notebook dotati unicamente di HDD, i classici hard disk magnetici, dal costo solitamente contenuto, oppure quelli che montano un SSD, i nuovi Solid State Drive che, oltre a garantire prestazioni eccezionali, hanno anche una maggiore durata. Naturalmente questi vantaggi hanno un costo e solo i notebook di fascia medio-alta dispongono di tali dischi.

In alcuni casi, inoltre, è possibile optare per degli ibridi, che posseggono quindi un HDD principale e un SSD secondario, solitamente più piccolo, per ospitare file importanti o che richiedono una certa velocità di lettura.

 

 

 

Domande frequenti

 

Notebook, cosa sono?

I notebook non sono altro che dei computer portatili, divenuti sempre più popolari grazie alla comodità di poter avere sempre con sé un terminale per lavorare o anche per l’intrattenimento.

Oggigiorno rientrano tra i prodotti preferiti dei consumatori grazie al loro prezzo competitivo che in molti casi riesce a essere uguale o comunque di poco superiore a quello dei molto più ingombranti desktop.

 

Dove comprare un notebook?

Se vi state chiedendo dove comprare notebook senza sistema operativo vi invitiamo a dare un’occhiata a uno dei nostri articoli a riguardo, raggiungibile cliccando qui. Questi notebook, poiché privi di un’interfaccia semplice, che permetta di usufruire dell’hardware, sono molto economici.

Tuttavia, se non si ha una conoscenza di base di sistemi operativi e di come questi vadano installati, potrebbe non essere una scelta adatta alle vostre esigenze.

 

Come formattare un notebook?

Gli acquirenti che non hanno mai effettuato tale procedura e vogliono sapere come formattare notebook Acer dovrebbero innanzitutto considerare che è necessario avere un disco di ripristino, creato prima di formattare il computer o, come spesso accade per i dispositivi più moderni, vi sia una partizione nascosta sul disco rigido. Prima di effettuare l’operazione assicuratevi dunque di poter reinstallare il sistema operativo.

La formattazione prevede la perdita di tutti i dati sul proprio computer, quando sarete pronti a effettuarla riavviate il PC e, durante la schermata di avvio, premete il tasto Canc o F2 per accedere al Bios. Nella schermata successiva dovete selezionare con la tastiera l’area MAIN e abilitare l’opzione D2D Recovery.

Quando avrete selezionato la dicitura “Enabled” di tale opzione potrete chiudere il Bios e salvare le modifiche. Al riavvio del computer premete i tasti ALT+F10 e si avvierà la procedura di formattazione e reinstallazione del sistema operativo.

 

Quanto consuma un notebook?

Molti utenti, soprattutto quelli più attenti al risparmio energetico, si chiedono spesso quanto consumi un notebook. La risposta non è univoca e bisogna considerare diversi fattori. Innanzitutto la tipologia di computer portatile, infatti, un dispositivo con componenti hardware energivori consumerà di più rispetto a un notebook pensato per la semplice navigazione.

Qualora utilizziate semplicemente la batteria e impostiate la modalità prestazioni elevate, per videogiochi o per lavori intensivi, il computer potrebbe durare circa 2/3 ore.

Collegandolo alla corrente elettrica, invece, non avreste questo problema ma dovreste fare i conti con il consumo energetico. Secondo alcuni calcoli, che prevedono l’uso del notebook collegato alla presa di corrente per circa 5 ore al giorno, il costo non dovrebbe essere superiore ai 50 euro annui, una spesa decisamente esigua che non dovrebbe destare alcun tipo di preoccupazione.

 

 

 

Come utilizzare un notebook

 

Alcuni utenti potrebbero avere dubbi sul funzionamento dei notebook, pertanto abbiamo deciso di aiutare chi non ne ha mai utilizzato uno, fornendo informazioni dettagliate sia sull’utilizzo, sia su questioni specifiche.

Usare un notebook non è molto diverso da usare un computer desktop, una volta ricevuto il dispositivo dovrete inizialmente collegarlo alla corrente elettrica tramite l’alimentatore incluso nella confezione. Potrebbe necessitare di alcuni aggiornamenti automatici, pertanto, non conoscendo lo stato di carica della batteria, per il primo utilizzo è bene che sia collegato a una presa elettrica.

 

 

Usare il notebook come monitor HDMI

Se si vuole avere un doppio schermo o sfruttare il display del notebook come monitor principale del proprio PC desktop bisogna innanzitutto verificare il tipo di connessioni di cui dispone.

Leggendo il manuale di istruzioni o dando una rapida occhiata ai lati del notebook potrete identificare subito eventuali porte VGA, DVI o HDMI. Osservate poi il retro del vostro PC desktop e cercate di capire di quali uscite video dispone. Così facendo potrete acquistare il cavo apposito che vi consentirà di collegare l’uno all’altro.

 

Quanto dura un notebook

La durata di un notebook dipende molto dall’utilizzo che se ne fa e, soprattutto, dalla qualità dei componenti hardware. Sebbene un dispositivo di fascia medio-bassa ha un costo contenuto, la sua durata è inferiore rispetto a uno dotato dei componenti più moderni sul mercato. Questo perché i software si evolvono col tempo, richiedendo sempre più risorse, elemento a cui un notebook moderno e scattante riesce a far fronte in modo migliore.

Non va sottovalutata nemmeno la cura e la gestione dello stesso da parte dell’utente, che dovrebbe sottoporlo a formattazioni periodiche per far sì che il disco rigido non si usuri rapidamente.

 

Come installare un SSD su notebook

Molti utenti ormai preferiscono i nuovi SSD, Solid State Drive, ai vecchi HDD. Questo perché i primi, sebbene abbiano un costo maggiore, sono molto più performanti e duraturi. Per poterne installare uno nel vostro notebook dovrete innanzitutto verificare la compatibilità e solo successivamente rivolgervi a uno specialista del settore.

 

 

Come pulire notebook

Gli accumuli di polvere sono deleteri per i notebook, quindi una pulizia saltuaria non è da escludere. Il modo migliore è quello di spegnere il portatile e, con un panno asciutto rimuovere tutta la polvere esterna almeno un paio di volte a settimana. Per effettuare una pulizia più profonda dovrete armarvi invece di strumenti per aprire il notebook, avendo cura di fotografare ogni passaggio poiché non si tratta di un’operazione particolarmente semplice.

Quando avrete tutti i componenti davanti a voi usate un phon impostato su aria fredda e cercate di rimuovere quanta più polvere possibile, toccando le schede unicamente con dei guanti in lattice.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...