I 10 Migliori Monitor del 2022

Ultimo aggiornamento: 05.10.22

 

Monitor – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni 

 

State cercando un nuovo monitor per il vostro PC desktop, ma siete un po’ disorientati da termini come ‘refresh rate’, 4K, 2K, Full HD e non sapete proprio quale scegliere tra i vari modelli sul mercato? Niente paura! Su questa guida potrete trovare utilissimi consigli e opinioni sui monitor con il miglior rapporto qualità-prezzo. Se non avete molto tempo a disposizione per leggerla tutta, possiamo subito consigliarvi il Samsung Monitor CR50 (C27R502), dotato di un pannello VA che fornisce neri più spettacolari e colori fedeli. In alternativa, vi proponiamo il modello HP 24f Monitor 23,8’’ FHD, più compatto e ideale per lavorare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 10 Migliori Monitor – Classifica 2022

 

 

Monitor per PC

 

1. Samsung Monitor CR50 (C27R502), Curvo 27 Full HD 60 Hz

 

Uno dei migliori monitor dell’anno per rapporto qualità-prezzo, il modello Samsung si presenta con un pannello VA (Vertical Alignment). I cristalli allineati verticalmente filtrano la luce in modo più efficiente rispetto ai pannelli IPS, in modo da fornire neri di qualità più alta. Questo rende il monitor particolarmente adatto per vedere film e serie TV, così come per lavorare in quanto si eviterà il tipico effetto ‘backlight’. 

Per il gaming può andare bene se non avete particolari esigenze, in quanto la risoluzione arriva solo a 1.920 x 1.080 pixel e il refresh rate di soli 60 Hz non lo rende adatto ai giochi competitivi. Per il resto il monitor ci ha pienamente soddisfatti, specialmente per la sua forma curva e per l’assenza di bordi, un design ottimo per lavorare. Non mancano le funzioni per regolare la luce blu e il flicker free che elimina distorsioni dell’immagine. 

 

Pro

Qualità-prezzo: Il monitor fornisce immagini cristalline e colori nitidi che si uniscono ad un costo di vendita particolarmente conveniente.

VA: Il pannello garantisce un filtraggio della luce superiore, garantendo neri spettacolari e precisi, ideali per la visione di film e per l’editing di video e immagini. 

Design: Curvo e senza bordi, il monitor si rivela bello da vedere e allo stesso tempo davvero piacevole da usare. 

 

Contro

Gaming: La risoluzione di 1.920 x 1.080, il tempo di risposta alto e il refresh rate di soli 60 Hz non rendono il monitor particolarmente adatto al gaming ad alti livelli.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Monitor HP

 

2. HP 24f Monitor 23,8’’ FHD 1920 x 1080

 

Se volete spendere poco e vi serve un monitor da abbinare al vostro laptop, allora questo modello di HP può davvero fare al caso vostro. Si presenta con un pannello IPS da 23.8’’, sufficientemente compatto da occupare il minimo spazio sulla vostra scrivania. I colori fedeli e autentici uniti alla risoluzione di 1.920 x 1.080 pixel vi consentono di vedere immagini e video con una buona qualità visiva. 

Il monitor si rivela particolarmente adatto per lavorare, mentre sul lato gaming lascia un filo a desiderare, in quanto dispone di un tempo di risposta di 5 ms e di un refresh rate da 60 Hz. Buono il design borderless che rende le immagini più belle da vedere e conferisce al monitor un aspetto decisamente elegante e professionale. Da gradire la possibilità di inclinare il monitor da -5 a +25 gradi, in modo da poterlo adattare alle proprie esigenze. 

 

Pro

Compatto: Le dimensioni ridotte del pannello sono ideali se volete collegare il monitor ad un laptop o ad un PC desktop compatto da tenere sulla scrivania. 

IPS: Il pannello fornisce colori fedeli e immagini visibili da qualsiasi angolazione, ideale per lavorare nel massimo comfort. 

Regolabile: Si può inclinare da -5 a +25 gradi in modo da trovare la posizione più consona alle vostre esigenze. 

Design: Il monitor senza bordi rende l’angolo di visuale più ampio.

 

Contro

Gaming: Il tempo di risposta di 5 ms unito ai 60 Hz di refresh rate non rendono il monitor particolarmente adatto per il gaming.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Monitor 4K

 

3. BenQ EL287OU Monitor Gaming LED UHD 4K 28’’

 

Tra i vari monitor del 2022, il BenQ si può adattare alle vostre esigenze, specialmente se avete un PC con una scheda grafica 4K, o magari una console di gioco di ultima generazione. Si tratta di un monitor 4K ‘entry level’ venduto ad un buon prezzo che presenta anche la tecnologia HDR in grado di migliorare nettamente il contrasto e la luminosità. Questa combinazione rende la grafica dei giochi ancora più spettacolare da vedere, così potrete godere al massimo dei titoli tripla A di nuova generazione. 

Il tempo di risposta di 1 ms rende il monitor adatto anche per il gaming competitivo, sebbene i soli 60 Hz non vi consentano di superare il limite dei 60 frame al secondo. Ottimo il supporto di AMD Freesync che migliora la sincronizzazione verticale per una maggiore fluidità di gioco. L’unico difetto del prodotto sta nel pannello TN che a livello di colori si rivela decisamente inferiore a quelli IPS o VA. 

 

Pro

Gaming: Un buon monitor ‘entry level’ per il gaming in 4K, consigliato se avete una console di gioco o un PC in grado di supportare questa risoluzione. 

Tempo di risposta: Di 1 ms, ideale per giocare online a livello competitivo senza svantaggi. Il supporto di AMD Freesync rende le immagini più fluide ed elimina le distorsioni delle immagini durante il gioco. 

HDR: Non si trova tutti i giorni un monitor 4K che supporta anche l’High Dynamic Range, una tecnologia in grado di migliorare il contrasto e la luminosità. 

 

Contro

Pannello: Si tratta di un monitor TN, quindi non aspettatevi la stessa qualità dei colori di un IPS o VA. I pannelli TN inoltre non permettono di vedere le immagini chiaramente da più angolazioni. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Monitor curvo

 

4. Acer ED270RPbiipx Monitor Gaming Curvo FreeSync, 27″

 

Il monitor curvo di Acer si presenta come soluzione ideale per gli amanti del gaming in cerca di un modello dotato di pannello VA. La particolare tecnologia usata per la progettazione del pannello garantisce neri autentici e fedeli, migliorando nettamente la qualità dell’immagine e rendendola più precisa. 

A questo si aggiunge un refresh rate di ben 165 Hz che consente ai PC più potenti di superare ampiamente la soglia dei 60 fps. Questo si traduce in un’azione di gioco più fluida e di una maggiore precisione nella mira con il mouse. Il design curvo rende i giochi ancora più immersivi, mentre l’AMD Freesync migliora la sincronia verticale, rendendo le immagini più precise. 

A livello di risoluzione, ci troviamo di fronte ad un monitor HD, ma è disponibile anche la versione che supporta i 2.560 x 1.440 pixel, ovviamente a un prezzo più alto. Una nota di demerito per il tempo di risposta di 5 ms che va in contrasto con il refresh rate alto.

 

Pro

Pannello: Il monitor dalla forma curva presenta un pannello VA in grado di fornire colori fedeli e neri davvero spettacolari. 

Refresh Rate: Se avete un PC potente, potrete superare i 100 fps per giocare ai vostri titoli preferiti con una grande fluidità, davvero utile negli shooter in prima o terza persona competitivi.

Design: L’aspetto elegante del monitor curvo si traduce a livello visivo in un maggior coinvolgimento nell’azione di gioco. 

 

Contro

Tempo di risposta: Da un monitor da gaming ci aspettavamo un tempo di risposta più basso di 5 ms, specialmente a fronte del refresh rate elevato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Monitor gaming

 

5. AOC G2590VXQ Monitor da Gaming 24.5″, FHD a 75 Hz

 

La caratteristica principale da cercare in un buon monitor per il gaming competitivo è la frequenza di aggiornamento delle immagini. Questo monitor di AOC è disponibile in due modelli da 75 Hz e da 144 Hz, ideali per le partite online e per quelle in single player nei giochi dove è richiesta una buona dose di abilità con mouse e tastiera. Arriva ad una risoluzione di 1.920 x 1.080 pixel che si adatta perfettamente a tutti i giochi e permette di raggiungere i 60 FPS senza spremere troppo CPU e GPU. 

Se disponete di una scheda video AMD potete sfruttare la tecnologia Free Sync per una sincronia verticale ancora più performante e precisa. Per il comfort della vista potete avvalervi di Flicker Free e Anti-Blue Light, ideali per affrontare lunghe sessioni di gioco. I pareri degli utenti sul prodotto sono stati molto positivi. 

 

Pro

Frequenza di aggiornamento: Sia con il modello a 75 Hz sia con quello 144 Hz si potrà giocare ad alti livelli, con immagini fluide e precise. Questo monitor è ideale per chi gioca online a livello competitivo e vuole portare il suo rating ad un livello più alto.

Free Sync: Con schede video AMD sarà possibile sfruttare questa tecnologia, per migliorare ulteriormente la sincronia verticale.

Comfort per gli occhi: Con Flicker Free e Anti-Blue Light le emissioni di luce blu affaticante per gli occhi saranno drasticamente ridotte, permettendovi di stare davanti allo schermo per molte ore. 

 

Contro

Colori: Diversi utenti si sono lamentati della qualità dei colori, specialmente agli angoli del monitor. Bisogna comunque considerare che si tratta di un pannello TN. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Monitor 240Hz

 

6. AOC Gaming C27G2ZE – Monitor curvo FHD da 27″, 240 Hz

 

Il gaming competitivo negli sparatutto in prima e terza persona richiede la giusta attrezzatura per poter giocare ai livelli più alti. I pro gamer infatti optano sempre per monitor con un refresh rate elevato e un tempo di risposta ridotto. Se volete cimentarvi nei Battle Royale più difficili, date una chance a questo monitor 240 Hz di AOC. 

Per le sue caratteristiche si presenta con un prezzo abbastanza contenuto, ideale se volete risparmiare senza rinunciare alle prestazioni. Se avete un PC di fascia alta potrete sfruttare il refresh rate elevato e arrivare a ben 200 frame al secondo o più. 

Il tempo di risposta di soli 0,5 ms vi permette di reagire immediatamente a qualsiasi situazione, mirando e sparando con precisione per avere la meglio sui vostri avversari. Il pannello VA garantisce colori fedeli e ottimi neri, per una qualità dell’immagine superlativa. 

 

Pro

Gaming: Con 240 Hz per il refresh rate e un tempo di risposta di 0,5 ms, questo monitor si rivela ideale per tutti i gamer che vogliono cimentarsi nei giochi multiplayer più competitivi come i Battle Royale.

Pannello: Il Vertical Alignment (VA) consente al monitor di filtrare la luce in modo efficace, garantendo neri precisi e colori fedeli. 

Prezzo: Sebbene sia un monitor da gaming competitivo, il modello AOC viene venduto ad un costo abbordabile. 

 

Contro

Non versatile: Il monitor è stato pensato esclusivamente per il gaming, quindi non è consigliabile usarlo per lavorare in quanto può presentare il testo dei programmi sfocato e poco leggibile. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Monitor 27 pollici

 

7. BenQ GW2780 Monitor LED Eye-Care da 27 Pollici, Full HD

 

Un ottimo monitor 27 pollici da ufficio con pannello IPS che permette di vedere chiaramente le immagini da ogni direzione, oltre a mostrare colori molto fedeli. Ideale per lavorare in ufficio o a casa, il prodotto è dotato di una particolare tecnologia che regola automaticamente la luminosità a seconda dei contenuti mostrati sullo schermo e alla luce ambientale. La cornice ultrasottile lo rende compatto e poco ingombrante, mentre il supporto del monitor può nascondere i cavi all’interno, così non si creerà troppo disordine sulla scrivania e si potrà rendere la propria postazione di lavoro più piacevole alla vista. 

È dotato di funzioni anti-affaticamento come il Low Blue Light e il Flicker Free che eliminano lo sfarfallio e riducono le emissioni di luce blu potenzialmente dannosa per gli occhi. Supporta risoluzioni fino a 1080p, sebbene non sia proprio il monitor più indicato per giocare visto il tempo di risposta di soli 5ms. 

 

Pro

Pratico: La cornice borderless, il design compatto e il pratico vano per nascondere i cavi lo rendono un monitor estremamente comodo.

Brightness Intelligence: Gestisce automaticamente la luminosità a seconda dei contenuti mostrati sullo schermo e della luce ambientale per garantire sempre l’effetto giusto.  

IPS: Il pannello mostra immagine nitide e chiare da qualsiasi angolazione, ideale per lavorare anche con programmi di grafica a livello amatoriale.

 

Contro

Gaming: Non è proprio il massimo per il gaming per il suo tempo di risposta troppo elevato, sebbene supporti risoluzioni fino a 1.920 x 1.080 pixel. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Monitor 24 pollici

 

8. LG 24MP88HV-S Monitor per PC Desktop 24″ LED IPS, Full HD

 

Magari non è il miglior monitor tra quelli più venduti, ma si difende molto bene con un pannello IPS che garantisce immagini nitide e precise da qualsiasi angolo di visuale. Supporta risoluzioni fino a 1080p quindi si può utilizzare anche per l’intrattenimento oltre che per il lavoro, senza però aspettarsi prestazioni incredibili a livello di gaming. Il design slim senza bordi rende lo spettacolo di film e videogiochi ancora più coinvolgente. 

Dispone di speaker integrati MaxxAudio 2 che permettono di utilizzarlo anche con console di gioco o come televisore, producendo dei buoni risultati a livello sonoro. Per il lavoro si comporta egregiamente grazie alle funzioni split screen e PIP (Picture in Picture) grazie alle quali sarà possibile dividere lo schermo per usare più programmi contemporaneamente. Non manca la tecnologia Flicker Free che elimina lo sfarfallio per ridurre l’affaticamento agli occhi. 

 

Pro

Ottimo per il lavoro: Le funzioni di split-screen e PIP permettono di utilizzare più programmi contemporaneamente e avere un controllo maggiore sul proprio lavoro.

Speaker: Le casse integrate MaxxAudio 2 consentono di collegarlo ad un PC senza scheda sonora, ad una console di gioco o di usarlo come televisore.

IPS: Colori fedeli e immagine nitida da ogni angolazione permettono di usare il monitor anche per lavorare con dei programmi di grafica. 

Borderless: Il design slim senza bordi permette di immergersi completamente nei film e nei videogiochi. 

 

Contro

Cavo: Secondo alcuni utenti il cavo di alimentazione del prodotto è davvero troppo corto. 

Retroilluminazione: A volte può risultare un po’ eccessiva e, di conseguenza, fastidiosa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Monitor touchscreen 

 

9. Hanns.G HT225HPB LCD Monitor Touch da 21.5

 

Il monitor prodotto da Hanns.G si distingue dagli altri modelli proposti, in quanto dispone di un pannello touch. Progettato per uso professionale in studi di produzione musicale, ristoranti, locali e negozi, questo pannello permette di gestire i programmi tramite il touch screen. Una soluzione pratica e salvaspazio che consente di montarlo con il minimo ingombro e di usarlo senza occupare spazio con mouse e tastiera. 

Le dimensioni compatte lo rendono ideale anche come secondo monitor, mentre il pannello IPS consente di vedere le immagini da qualsiasi angolazione, con colori nitidi e fedeli. Il display è orientabile, quindi potrete regolarlo facilmente a seconda delle vostre esigenze. Ottimi anche i materiali robusti che rendono il monitor resistente all’uso intensivo. Certo, si tratta comunque di un prodotto poco versatile, quindi non aspettatevi di poterlo usare per il gaming o per la visione di contenuti multimediali. 

 

Pro

Touch: Potrete gestire programmi gestionali, software musicali e tanto altro usando il touchscreen, in modo da eliminare l’ingombro di mouse e tastiera.

Pratico: Compatto e facile da montare, potrete sistemarlo sulla cassa o sulla scrivania senza occupare troppo spazio. 

Resistente: Si rivela solido e robusto, ideale se volete farne un uso intensivo senza preoccuparvi di rovinare il pannello o la struttura.

 

Contro

Limitato: Il design, le dimensioni e il touch screen non lo rendono proprio un monitor adatto a tutte le esigenze, quindi valutate bene prima di acquistarlo.

Audio: Le casse integrate sono di bassa qualità. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Monitor Asus

 

10. ASUS VZ279HE Monitor, 27″, FHD

 

Il modello ASUS si propone come soluzione ideale se non avete particolari esigenze e volete risparmiare per acquistare un monitor da lavoro, o magari un secondo schermo. Supporta la risoluzione 1.920 x 1.080 pixel e dispone di un pannello IPS che consente di vedere colori e immagini nitide da qualsiasi angolazione. La qualità visiva è nella media, con alcuni settaggi risulta un filo sgranata, quindi non aspettatevi niente di spettacolare. 

Il design senza bordi lo rende molto elegante e professionale, inoltre consente di avere una visuale più ampia delle immagini su schermo. Per la protezione degli occhi, il monitor è dotato di tecnologia Flicker Free per la riduzione delle distorsioni delle immagini e del Ultra Low Blue Light regolabile su quattro livelli. In conclusione, si tratta di un buon monitor per lavorare o studiare, ma poco adatto per la visione di film, serie TV e soprattutto per il gaming. 

 

Pro

Economico: Il prezzo basso è un buon incentivo all’acquisto, specialmente se cercate un secondo monitor o uno schermo ‘entry level’ per lavorare o studiare.

IPS: Il pannello consente di vedere chiaramente le immagini da qualsiasi angolazione, con colori nitidi e precisi.

Protezione occhi: Le tecnologie Flicker Free e Ultra Low Blue Light consentono di usare il monitor per diverse ore senza affaticare la vista. 

 

Contro

Qualità: Sebbene il monitor supporti l’alta definizione, le immagini possono risultare sfocate con alcuni settaggi. 

Limitato: Il monitor non è proprio il massimo per la visione di contenuti multimediali, benché meno per il gaming. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un buon monitor 

 

Se proprio non sapete come scegliere un buon monitor anche dopo aver visto le nostre opinioni sui modelli venduti online, allora magari potreste aver bisogno di qualche chiarimento sulle varie caratteristiche importanti che possono determinare l’acquisto di un prodotto. I monitor infatti sono molto più complessi di quanto si creda, con tantissime specifiche di cui tenere conto per poter fare l’acquisto giusto. Andiamo a vedere quali sono qui di seguito. 

TN o IPS?

Probabilmente vi sarete accorti in qualche negozio che alcuni monitor hanno dei colori più vivi di altri con l’immagine visibile chiaramente da qualsiasi angolazione. Questi modelli hanno un pannello IPS, costruito appositamente per garantire un angolo di visione superiore rispetto a quelli TN. Si può presupporre quindi che il miglior monitor sia un IPS, ma in realtà le cose non sono così semplici. 

I monitor TN, più economici da produrre e quindi venduti a prezzi convenienti non sono assolutamente da buttare via, infatti per il gaming sono ancora i più consigliati perché hanno un refresh rate e un tempo di risposta maggiori. Il lato negativo dei TN è che i colori saranno meno fedeli, soprattutto il nero che risulterà tendente al verde scuro in alcune situazioni. 

Quindi quale scegliere? Per l’ufficio consigliamo di optare per un pannello IPS perché in questo modo potrete vedere correttamente ciò che state facendo. Se lavorate nel campo della grafica o dell’editing, allora vi conviene optare per un IPS in quanto i colori saranno molto più vivi. I gamer invece possono tranquillamente optare per un pannello TN, specialmente quelli che amano giocare partite competitive online. 

 

Tempo di risposta e Refresh Rate

Nominati nel capitolo precedente vediamo un po’ cosa cambiano questi due fattori. Dal tempo di risposta dipende quanto ci metteranno gli input del mouse, della tastiera o del joypad ad arrivare al monitor. Se dovete usare il monitor per lavoro, potete anche non considerare questa caratteristica, ma per i modelli adibiti al gaming è fondamentale. Un buon monitor per giocare deve avere almeno 1ms di risposta per garantire controlli fluidi e precisi durante le partite. 

Ovviamente se non giocate online a titoli particolarmente difficili come Fortnite, Call of Duty, Battlefield o i vari giochi di lotta che richiedono input precisissimi, allora potete anche optare per un monitor con tempo di risposta di 5ms. Il refresh rate invece si riferisce alla frequenza di aggiornamento dell’immagine che può andare dai 30 Hz ai 144 Hz. Ormai lo standard minimo sono 60 Hz ideali per lavorare, vedere film, programmare e giocare. Prodotti da 75 Hz o 144 Hz sono dedicati quasi esclusivamente ai giocatori perché contribuiscono ad aumentare il frame rate e la sincronia verticale. Per avvalersi di questi refresh rate elevati, oltre al monitor, occorre avere anche un PC molto potente.

Risoluzione e dimensioni

Recentemente il 4K è arrivato anche nel mondo PC, sebbene sia molto legato al settore dei videogiochi. I monitor Ultra HD al momento costano il proverbiale occhio della testa, specialmente quelli con un refresh rate molto alto. Se avete una scheda grafica AMD o Nvidia in grado di supportare risoluzioni fino a 3.840 x 2.160 pixel allora vi conviene comprare uno schermo 4K per sfruttare al massimo il potenziale della scheda. Potete trovare modelli più economici, a patto che siate disposti a sacrificare un minimo il refresh rate, il tempo di risposta e la qualità dei colori. 

Le dimensioni sono un altro fattore che conta e sono spesso legate alla risoluzione. Un prodotto da 22 pollici supporta risoluzioni fino a 1.920 x 1.080 mentre per il 4K il minimo sono 27 pollici. Tenete conto anche dello spazio a disposizione prima di acquistare un monitor troppo grande. 

 

 

 

Domande frequenti

 

Come posso usare il tablet come monitor?

Per usare il tablet come monitor basta usare un programma gratuito scaricabile da internet chiamato SpaceDesk. Grazie a questo programma sarà possibile estendere la schermata del PC sul vostro tablet e usare l’apposita app Android per trovare il computer. Collegate il tablet al PC e dal pannello di controllo di Windows andate sulle impostazioni dello schermo e configurate la risoluzione del secondo monitor, che in questo caso sarà proprio il vostro tablet. Per effettuare questa configurazione vi serve comunque un monitor vero e proprio con il quale adoperare le varie impostazioni di Windows e scaricare il programma SpaceDesk. 

 

Come posso usare la TV come monitor?

Usare la TV come monitor è davvero semplice, basta collegare il PC o laptop al televisore con il cavo HDMI o VGA, a seconda del tipo di scheda video che avete. Selezionandola sorgente apposita con il telecomando del televisore dovreste poter vedere il vostro desktop sulla televisione. Se la risoluzione è eccessiva e non riuscite a vedere bene le icone, vi basterà ‘scalare’ la risoluzione dal pannello di controllo sotto le impostazioni dello schermo. 

 

Posso usare il portatile come monitor?

Per farlo basta attaccare il laptop al vostro PC desktop tramite cavo VGA o DVI e selezionare il monitor del laptop dalle impostazioni schermo di Windows 10, facilmente rintracciabili sul pannello di controllo o tramite la barra di ricerca. Potete anche usare il lapotp come secondo monitor, sempre tramite questa procedura.

 

Come collegare due monitor?

Per collegare due monitor al vostro PC dovete avere due porte HDMI libere sulla vostra scheda grafica o una VGA e una HDMI. Collegate i due monitor alla corrente elettrica e poi collegateli correttamente alle entrate sul PC. Una volta fatto, Windows 10 dovrebbe automaticamente rivelare i monitor, mostrandovi immediatamente il desktop su entrambi.

Provate a far passare il mouse da uno all’altro e se ci riuscite vuol dire che il procedimento è andato a buon fine. In caso contrario entrate nelle impostazioni dello schermo per segnalare a Windows quale monitor scegliere per farlo funzionare come principale e quale come secondario. 

 

Come attivare le casse del monitor?

Le casse del monitor dovrebbero venire installate tramite plug and play da Windows e diventare immediatamente disponibili come sistema di riproduzione audio. Se non avete altre sorgenti, il sistema operativo le selezionerà automaticamente e dovreste riuscire subito a sentire l’audio.

Altrimenti dovrete accedere alle impostazioni di suono, facendo click con il tasto destro sull’icona dell’altoparlante in basso a destra sulla barra degli strumenti. Da qui scegliete le casse del monitor, solitamente indicate con il numero del modello. 

 

 

 

Come usare un monitor

 

Avete appena ordinato il vostro monitor per il nuovo PC, ma è la prima volta che ne utilizzate uno e non sapete proprio da dove iniziare? Niente paura, con questi utili suggerimenti avrete tutta la conoscenza necessaria per poter installare, settare e usare il vostro monitor senza alcun problema.

 

 

Installazione

La maggior parte dei monitor arriva in due pezzi: lo schermo e la base. Il montaggio è davvero un gioco da ragazzi, vi basterà prendere il monitor e poggiarlo dal verso dello schermo su un tavolo coperto da un panno asciutto. In seguito montate la base seguendo le istruzioni, potreste aver bisogno di un cacciavite per farlo quindi tenetene uno pronto a portata di mano. Una volta fissata la base, sollevate il monitor e posizionatelo sulla scrivania in modo da poter vedere facilmente sul retro per attaccare i cavi. 

Individuate l’uscita per il trasformatore che andrà collegato alla corrente elettrica e la porta HDMI per la scheda grafica del PC. I monitor 4K dispongono anche di una ‘display port’ che vi consigliamo di utilizzare per il collegamento a schede grafiche di ultima generazione Nvidia o AMD. Una volta collegato tutto il necessario accendete il monitor e il PC. I modelli di nuova generazione non necessitano l’installazione di alcun driver, quindi potrete immediatamente visualizzare l’immagine alla risoluzione corretta. Se questa è più bassa quella nativa del monitor, allora dovete semplicemente installare i driver della scheda grafica.

 

Settaggio 

Per regolare l’immagine del monitor basta usare i tasti posti in basso a destra dello schermo. Se non sapete come calibrare il monitor, potete usare le diverse configurazioni preimpostate che possono andare bene per il lavoro, per i film o per i videogame.

Assicuratevi sempre di usare la modalità Low Blue Light se dovete stare molte ore davanti al computer per scrivere documenti o lavorare con programmi di musica e grafica. Cercate comunque di stare sempre a una distanza ideale dallo schermo, specialmente se avete acquistato un 27 o 28 pollici. Se non usate il monitor, spegnetelo o lasciatelo in standby in modo da ridurre i consumi. 

 

Gaming

La prima regola nei vari settaggi dei giochi è quella di utilizzare sempre la risoluzione nativa del monitor, in modo che l’immagine risulti più nitida possibile. Contate che i 3.840 x 2.160, ovvero il 4K, pesano davvero molto sia sulla GPU sia sulla CPU, quindi alcuni giochi potrebbero non raggiungere i 60 fps anche se avete dei PC mostruosi a disposizione.

Se disponete di una scheda grafica AMD e il monitor dispone di AMD Free Sync attivatelo per aumentare notevolmente il refresh rate e il tempo di risposta. Lo stesso vale per i monitor Nvidia G-Sync e le relative schede grafiche. 

 

 

Come pulire il monitor?

Per pulire il monitor vi basta un panno in microfibra da passare sullo schermo. Potete anche usare prodotti particolari, ma ricordatevi sempre di staccare il dispositivo dalla presa elettrica per evitare qualsiasi rischio. Non strofinate troppo forte perché altrimenti potreste graffiare lo schermo. Per la cornice potete usare un detergente delicato. 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Ogni videogiocatore sa dell’importanza di avere un monitor adatto a questo tipo di utilizzo. Ecco i 5 modelli più interessanti tra quelli attualmente sul mercato.

 

Comprare uno dei migliori monitor gaming oggi dovrebbe garantire l’investimento fatto per almeno 5/6 anni. Infatti è inutile scegliere un modello economico se siete videogiocatori accaniti e prevedete spesso di aggiornare la configurazione del vostro PC, soprattutto per quanto riguarda la scheda video. Ecco i 5 migliori monitor sul mercato adatti agli appassionati di videogiochi.

 

Asus ROG Swift PG279Q

L’ Asus ROG Swift PG279Q è ancora il miglior monitor di gioco che è possibile acquistare in questo momento. È un modello da 27 pollici con una risoluzione di 2.560 x 1.440 pixel, che attualmente si può considerare la giusta via di mezzo, visto che offre sostanzialmente più pixel rispetto ai 1080p senza essere così esigente sull’hardware del PC come il 4K. 

Ciò significa che i giochi sono nitidi a 27 pollici ma non metteranno in ginocchio una buona GPU. Inoltre, si possono comunque ottenere frequenze di aggiornamento superiori a 60 Hz, il che non è possibile su molti display 4K. Potete anche eseguire comodamente il ridimensionamento al 100% in Windows, cosa che non è sempre fattibile con i pannelli Ultra HD.

Come il suo principale concorrente, l’Acer Predator XB271HU (che vedremo a seguire), il PG279Q si basa su un pannello IPS con una frequenza di aggiornamento che si può overcloccare fino a 165 Hz. Tuttavia la differenza tra 144 Hz e 165 Hz è per lo più trascurabile. Gli ingressi presenti includono una DisplayPort 1.2a e una HDMI 1.4. 

Entrambi i display dispongono anche della tecnologia G-Sync di Nvidia per frequenze di aggiornamento variabili, supponendo che si stia utilizzando una GPU Nvidia. Gli utenti AMD non beneficeranno di tale tecnologia e per questo motivo forse dovrebbero considerare un monitor con tecnologia AMD FreeSync.

 

Acer Predator XB273K

L’Acer XB273K è una variante più recente del Predator X27, un monitor da gioco che per molti rimane ancora il migliore sul mercato. Non è altrettanto forte sul fronte HDR, ma considerando che la tecnologia su PC è ancora un po’ fumosa non è esattamente una caratteristica che fa la differenza. 

L’XB273K offre un fantastico pannello con una straordinaria qualità dell’immagine IPS e, nonostante le minori capacità HDR, mette in campo splendidi colori, contrasti e profondità anche per i giochi. G-Sync è presente per offrire immagini stabili e fluidità nei giochi e anche la velocità di aggiornamento rapida e i tempi di risposta lo confermano. C’è anche una vasta gamma di porte disponibili. Potrebbe essere ancora un po’ costoso, ma il suo valore è innegabile

 

Pixio PXC273 Il

Pixio non è certo un marchio molto conosciuto tra i monitor da gioco. Questo pannello curvo da 27 pollici a 1080p offre un frame a 144 Hz stabili ed è anche certificato FreeSync per un’esperienza di gioco senza rallentamenti con schede grafiche compatibili. Lo schermo è pubblicizzato come antiriflesso e regge bene la visuale negli ambienti più illuminati, e la sottile cornice è sempre un vantaggio da non trascurare.

La sua caratteristica migliore è il suo prezzo basso. Un’ottima opzione entry-level per chi è alla ricerca di uno schermo più grande con una frequenza di aggiornamento elevata. Anche se la qualità costruttiva non è al pari di uno schermo con specifiche più elevate, il pannello Pixio è perfetto per i giocatori con un budget ridotto a cui non dispiace non avere alcune delle caratteristiche dei monitor di fascia alta, ma non vogliono rinunciare a prestazioni al top.

 

BenQ EL2870U

Quando si assembla da sé un PC, è allettante investire nelle migliori componenti. Ma altrettanto importante è il monitor necessario per visualizzare i giochi preferiti in 4K HDR. Il BenQ EL2870U, come suggerisce il nome, è un monitor da gioco da 28 pollici che non ha un costo esagerato.

Sebbene sia limitato agli angoli di visione dovuti al suo pannello TN, compensa più di questa concessione in altre aree. Il suo tempo di risposta nativo è di 1 ms e i pannelli TN 4K sono di gran lunga migliori dei vecchi TN da 1080p. Nel frattempo, a differenza di altri monitor della sua categoria, presenta un paio di altoparlanti integrati da 2 W, perfetti per le tarde notti trascorse a guardare video su YouTube.

Forse la cosa migliore del BenQ EL2870U è la presenza di un jack per cuffie da 3,5 mm, quindi non si deve perdere tempo a cercare tale porta audio o avere un cavo abbastanza lungo da raggiungere la scheda madre. Infine è dotato di un pulsante HDR per attivare e disattivare tale tecnologia. Perché a volte, inutile negarlo, è più un problema di quanto valga la pena fare uno screenshot in Windows con HDR abilitato. 

E poiché è regolarmente in vendita per meno di 300 euro non bisogna rimanerci male per la rinuncia a Nvidia G-Sync in favore di AMD FreeSync. Se si ha un budget più alto, l’EW2780U da 32 pollici è una scelta eccellente se avete bisogno di uno schermo più grande e di un suono a 2.1 canali.

 

Acer XR382CQK

Acer XR382CQK è un enorme schermo curvo da 38 pollici dotato di un pannello ultrawide QHD non proprio 4K con una risoluzione che arriva a 3.840 x 1.600 pixel. Con un rapporto di formato 24:10 è leggermente più ampio del rapporto “standard” 21:9 visto su altri display ultrawide. Il pannello IPS ha un bell’aspetto e le dimensioni fanno sì che giocare comodamente dal proprio divano sia un’opzione praticabile. 

Non contento di tutto questo, il display offre anche la tecnologia FreeSync con frequenze di aggiornamento variabili fino a 75 Hz. È un display grande, audace e bello, e l’approccio “a cornice zero” è un’altra gradita aggiunta. Se si sta cercando un monitor dove si possa girare la testa durante il gioco, questo è uno dei migliori monitor da gioco widescreen in commercio.

È più alto del display Acer da 27 pollici di cui sopra, ma la risoluzione più alta significa che il pitch dot è leggermente inferiore a quello dei pannelli di dimensioni minori. E per i giochi che supportano correttamente le risoluzioni ultrawide, l’effetto “video surround” dell’XR382CQK è incredibilmente coinvolgente: seduti alla propria scrivania, il pannello da 38 pollici riempirà in toto il proprio campo visivo.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI