I 6 Migliori Chromebook del 2020

Ultimo aggiornamento: 04.12.20

 

Chromebook – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Per acquistare il miglior Chromebook del 2020 bisogna prendere in considerazione una moltitudine di elementi. Tramite la nostra guida riuscirete a effettuare autonomamente una comparazione tra le offerte più interessanti. Se non avete tempo da perdere, invece, potete dare un’occhiata alla nostra tabella comparativa, più in basso, dove abbiamo messo in evidenza i prodotti più venduti e che hanno maggiormente convinto i consumatori. Tra questi spiccano Samsung Chromebook XE303C12 compatto ed estremamente leggero per poter essere portato sempre con sé e Asus Chromebook FLIP, facente parte dei modelli convertibili, trasformabile quindi in un tablet semplicemente girando lo schermo e richiudendolo sulla tastiera.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 6 Migliori Chromebook – Classifica 2020

 

 

Samsung Chromebook

 

1. Samsung Chromebook XE303C12-H01UK Notebook

 

Tra i prodotti venduti online che hanno soddisfatto maggiormente troviamo il Samsung Chromebook XE303C12, un modello compatto dal peso contenuto di soli 1,1 kg. Il processore montato all’interno è un Cortex A5, pensato appositamente per i dispositivi di fascia bassa dove non è richiesta una potenza di calcolo particolarmente elevata ma sufficiente per la navigazione internet e la scrittura.

La memoria RAM è da 2 GB, non elevata ma comunque in linea con quello che possono offrire i Chromebook in questa fascia di prezzo. I consumatori apprezzano il prodotto Samsung soprattutto per la sua solidità strutturale, non si avvertono scricchiolii alla pressione dei tasti, il touchpad è molto reattivo e il sistema è generalmente ben ottimizzato, con tutte le applicazioni di cui avete bisogno effettuando semplicemente l’accesso con le vostre credenziali Gmail.

Ricordiamo agli acquirenti interessati che i Chromebook hanno uno spazio di archiviazione limitato, in questo caso 16 GB su SSD, per ampliare lo spazio dovrete puntare quindi su HDD esterni da collegare alle porte USB.

 

Pro

Leggero: Il Chromebook Samsung ha un peso contenuto, di 1,1 kg, perfetto quindi per essere portato sempre con sé a lavoro, in vacanza o mentre si è in giro, per avere sempre un terminale affidabile e veloce su cui contare.

Materiali: L’assemblaggio è soddisfacente, come lo è anche il design dal momento che, a differenza di altri Chromebook, non si avvertono cedimenti in seguito a utilizzi intensivi.

SSD: Sebbene lo spazio a disposizione non sia entusiasmante, parliamo infatti di 16 GB, è comunque notevole averli a disposizione su un velocissimo Solid State Drive, molto più performante dei classici hard disk.

 

Contro

RAM: L’unico difetto riscontrato è in un quantitativo di RAM eccessivamente basso, 2 GB. Il minimo oggigiorno sarebbe almeno 4, per evitare rallentamenti in multitasking.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Asus Chromebook

 

2. Asus Chromebook FLIP C213NA-BU0033 Notebook

 

L’Asus Chromebook che vi presentiamo ha un sistema di rotazione dello schermo in grado di renderlo un tablet, mescola quindi non solo la comodità del sistema operativo Google Chrome OS ma anche l’utilizzo intuitivo dei dispositivi smart, con touchscreen e chiusura in grado di ridurne le dimensioni nascondendo la tastiera fisica.

Dal punto di vista delle caratteristiche tecniche troviamo un processore Intel Celeron a 1,1 GHz e ben 4 GB di RAM, elemento indispensabile per chi naviga in modo intensivo e ha bisogno di aprire molte pagine internet simultaneamente.

L’hard disk installato, disponendo di 32 GB, offre una certa autonomia e la possibilità di salvare numerosi documenti di testo, tuttavia, per evitare che lo spazio di archiviazione si esaurisca facilmente, è sempre meglio contare sul cloud e sullo spazio messo a disposizione per gli iscritti al servizio di posta elettronica Gmail tramite Google Drive. È disponibile anche una versione da 2 GB per chi invece volesse spendere qualcosa in meno dal momento che non si tratta del prodotto più economico sul mercato.

 

Pro

Convertibile: Il prodotto, pur essendo un Chromebook, può essere inserito tra i computer denominati “convertibili”, spesso chiamati anche “2 in 1”, poiché, girando lo schermo, si trasforma in un tablet semplice da usare tramite touchscreen.

RAM: Con 4 GB si rivela uno dei Chromebook più veloci sul mercato, in grado di aprire numerose schede internet senza rallentamenti grazie al supporto dell’ottimo Chrome OS.

Risoluzione: Per chi ama vedere video online, su servizi come YouTube e Netflix, può contare su una risoluzione massima di 1.366 x 768 pixel che, su uno schermo di queste dimensioni, si rivela più che ottima.

 

Contro

Costo: Come ci si aspetterebbe il prezzo non è dei più bassi e potrebbe quindi non rivelarsi la scelta ideale per chi è alla ricerca di un prodotto dall’esborso economico più contenuto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Acer Chromebook

 

3. Acer Chromebook 14 CB3-431-C1AN Notebook Intel

 

A seguire abbiamo un Acer Chromebook con schermo leggermente più grande del solito, ovvero 14 pollici. Si tratta della scelta migliore per chi deve lavorare sul PC per diverse ore al giorno e non può quindi sforzare troppo la vista su un display da 11 pollici. Ottime anche le caratteristiche tecniche con un quantitativo di RAM pari a 4 GB e un processore Intel Celeron che, pur disponendo di un solo core, ha un clock fissato a 1,6 GHz.

Delude invece un po’ la decisione di inserire una memoria flash eMMC al posto di un HDD o un SSD. Avrete comunque a disposizione 32 GB di spazio di archiviazione, più che sufficienti per salvare documenti di testo o presentazioni ma che potrebbero stare stretti qualora abbiate esigenza di salvare immagini, foto e video.

Secondo i pareri degli utenti si rivela un buon dispositivo per effettuare lavori leggeri ma bisogna prestare attenzione nel caso in cui vogliate effettuare stampe di documenti: necessiterete infatti di una stampante che accetti operazioni tramite Google Cloud Print.

 

Pro

Prezzi bassi: Se siete alla ricerca di un Chromebook dal costo contenuto ma che non sia scadente dal punto di vista delle caratteristiche tecniche, il modello Acer è quello che fa al caso vostro.

Display: Con uno schermo da 14 pollici non dovrete temere di affaticare troppo la vista, nemmeno se lavorate o scrivete al computer per svariate ore al giorno, un vantaggio rispetto ai terminali più piccoli.

RAM: Non bisogna mai sottovalutare il quantitativo di RAM e ad Acer sembrano saperlo bene. Il prodotto ha infatti 4 GB, per eseguire operazioni in modo scattante senza alcun tipo di rallentamento.

 

Contro

Peso: Il dispositivo, avendo un display più grande degli altri Chromebook, ha anche un peso maggiore, che supera 1,5 kg. Potrebbe quindi rivelarsi troppo pesante o ingombrante per qualche consumatore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Google Chromebook

 

4. Acer Chromebook R 13 CB5-312T-K56E MTK MT8173

 

I Google Chromebook sono dispositivi in grado di far fronte alla necessità dei consumatori di avere un terminale dalle dimensioni contenute, da usare principalmente tramite connessione internet e che abbia un costo contenuto. Quello proposto da Acer ha un display da 13 pollici con risoluzione Full HD, pari a 1.920 x 1.080 pixel, adatto quindi non solo a lavorare ma anche per la visualizzazione di video tramite la piattaforma YouTube o Netflix, per esempio.

Il quantitativo di RAM è appropriato, ovvero 4 GB e anche lo spazio di archiviazione è superiore alla media, 64 GB su memoria flash eMMC, il doppio rispetto allo standard che si trova oggigiorno su Chromebook della stessa fascia di prezzo.

Molto buono anche il processore, un quad-core con clock a 2,1 GHz, rivelandosi un prodotto estremamente nuovo e in grado di essere utilizzato per diverse applicazioni e non solo per la semplice navigazione online. Per scoprire dove acquistare il Chromebook Acer non dovete far altro che cliccare sul link in basso.

 

Pro

Prezzo: Pur trattandosi di un Chromebook dalle caratteristiche notevoli, ha un prezzo estremamente contenuto. Un’ottima scelta per chi non vuole spendere troppo.

Full HD: Se usate il vostro PC anche per svago e amate vedere film e seguire le vostre serie TV preferite tramite applicazioni di streaming video come Netflix, il display Full HD vi permetterà di mantenere una qualità di visione elevata.

RAM: Con 4 GB di RAM non dovrete temere di incappare in rallentamenti frequenti o addirittura crash del sistema durante le vostre sessioni di navigazione più intensive.

 

Contro

Play Store: Secondo quanto riferiscono gli utenti, non è possibile scaricare applicazioni di terze parti tramite Play Store, potrete contare quindi solo su servizi raggiungibili da browser Chrome.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Chromebook Pixel

 

5. Google Pixelbook 1.2GHz i5 Touch Screen Chromebook

 

Il Chromebook Pixel, chiamato Pixelbook, non è sicuramente un dispositivo adatto agli utenti che hanno un budget limitato poiché è uno dei Chromebook più costosi della nostra lista. Vediamo insieme il perché. Partendo dal display troviamo un LCD interamente touchscreen con una risoluzione pari a 2.400 x 1.600 pixel, superiore al Full HD, per la visione di contenuti multimediale in qualità elevata. Il processore è un Intel Core i5 con doppio clock, 1,2 GHz in modalità normale e ben 3,3 GHz durante l’utilizzo della modalità Boost, per rendere il lavoro molto più veloce ed efficiente senza stressare troppo la macchina.

Dal punto di vista dello spazio di archiviazione è tra i migliori della nostra lista, monta infatti un Solid State Drive, o SSD, da ben 128 GB, con un quantitativo di RAM superiore a quello di qualsiasi Chromebook: 8 GB.

Com’è possibile notare si tratta di un dispositivo che rientra tra i top di gamma e dovrebbe quindi essere preso in considerazione solo da chi è certo di utilizzarlo al massimo delle sue possibilità.

 

Pro

Display: Lo schermo è compatto, da 12,3 pollici, tuttavia ciò che lo rende speciale è la risoluzione elevata, ben 2.400 x 1.600 pixel.

SSD: Solitamente sui Chromebook è sconsigliato salvare file di dimensioni elevate, tuttavia con Pixelbook gli utenti che lavorano con foto e video potranno avvalersi di ben 128 GB su Solid State Drive.

RAM: Non poteva mancare un quantitativo adeguato per operazioni complesse, ben 8 GB, ovvero la RAM standard che si trova su notebook ben più grandi e pesanti.

 

Contro

Prezzo: Non è un Chromebook economico, pertanto, se state cercando un dispositivo a basso costo non è la scelta adatta a voi.

Acquista su Amazon.it (€799)

 

 

 

HP Chromebook

 

6. Hp Chromebook 14 G4

 

L’ultimo dispositivo della nostra lista è un HP Chromebook, 14 G4, dal prezzo intermedio che potrebbe essere dunque preso in considerazione da chi non necessita di un mostro di potenza ma vuole una certa affidabilità garantita dal marchio. Tra i pregi troviamo un display di 14 pollici, adatto quindi per lunghe giornate lavorative, un processore Celeron N2840, sufficientemente potente da gestire una navigazione di entità medio-alta e 4 GB di RAM per non incappare in rallentamenti improvvisi.

Uno dei difetti, però, è dato dallo spazio veramente esiguo, 16 GB su memoria flash eMMC, non potrete quindi usarlo per archiviazione di file che non siano semplici documenti di testo.

La risoluzione dello schermo è pari a 1.366 x 768, adatta quindi anche alla visione di contenuti multimediali in HD.

Fate attenzione al peso, soprattutto se cercate un prodotto da portare sempre con voi, il Chromebook HP, infatti, raggiunge 1,71 kg, decisamente superiore alla media.

 

Pro

RAM: Buono il quantitativo da 4 GB per la navigazione intensa, non dovrete temere che il browser faccia le bizze qualora abbiate molte schede aperte.

Display: La grandezza dello schermo, sebbene per alcuni possa essere un difetto, per altri è una vera e propria salvezza per gli occhi, soprattutto quando si è costretti a lavorarci per svariate ore di seguito.

Costo: Il prezzo, per ciò che il computer offre, è tutto sommato contenuto, rappresenta dunque una buona scelta per chi necessita di un Chromebook da lavoro.

 

Contro

Spazio: Con soli 16 GB su eMMC, il Chromebook HP si configura come uno dei meno efficienti. Consigliamo quindi di utilizzare un HDD o SSD esterno per il salvataggio di file importanti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un buon Chromebook

 

Se state pensando di acquistare un Chromebook ma non sapete assolutamente da dove iniziare, il modo migliore per affrontare la spesa in modo consapevole è valutare le proprie esigenze. I Chromebook sono per natura dei computer portatili che vanno usati principalmente in modalità online, connessi quindi a internet. Se vi trovate spesso senza connessione wireless, dunque, potrebbero non essere i notebook più adatti a voi. Si rivelando invece una scelta ottima se li usate spesso a lavoro, all’università, in casa o comunque li portiate sempre con voi in luoghi dove non manca mai la connessione Wi-Fi.

Essendo tutti provvisti di sistema operativo Google, chiamato Chrome OS, non permettono l’installazione di programmi o applicazioni esterne, alcuni non presentano nemmeno il Play Store per scaricare app aggiuntive, dovrete quindi lavorare con la suite Google, che si rivela comunque nutrita per quanto riguarda l’invio di e-mail, la scrittura, la gestione di file ed editing di fotografie a livello basilare.

Spazio di archiviazione

Un Chromebook non è generalmente dotato di molto spazio di archiviazione, parliamo infatti di solito di un minimo di 16 fino a un massimo di 128 GB. Ciò che fa la differenza è il supporto su cui è disponibile tale spazio. I meno costosi fanno affidamento sulle memorie flash eMMC, acronimo che sta per embedded MultiMedia Card. Si tratta di memorie a basso costo che è possibile trovare in smartphone e tablet e la loro inclusione nei Chromebook o talvolta anche notebook, permette di abbatterne il costo d’acquisto.

Se state cercando però un prodotto più affidabile e con più spazio a disposizione, dovrete necessariamente affidarvi a un Chromebook con SSD, ovvero un Solid State Drive. In questo caso, però, il costo potrebbe essere decisamente superiore anche qualora optiate per un semplice drive da 16 GB.

Come avrete potuto notare, questi dispositivi non brillano per capacità di archiviazione ma non sono nemmeno stati progettati con questo scopo. Assicuratevi quindi di avere dello spazio su Cloud per caricare i vostri file o anche un disco di archiviazione esterno, da collegare al Chromebook tramite porta USB.

 

RAM

Sebbene il Chrome OS sia molto leggero e non influenzi negativamente il computer sottoposto a stress, è necessario avere un quantitativo di RAM appropriato per evitare crash e freeze durante il lavoro. La maggior parte dei Chromebook è dotata di 2 o 4 GB di RAM. La differenza, naturalmente, esiste. I primi sono generalmente più lenti e riescono a eseguire meno operazioni simultaneamente, i secondi, invece, garantiscono un po’ di velocità in più, soprattutto quando si aprono molte pagine nel browser Chrome.

Chi mal tollera valori tanto bassi, potrebbe anche scegliere un dispositivo dotato di ben 8 GB di RAM, tuttavia le dimensioni dei Chromebook richiedono una miniaturizzazione dei componenti ad hoc, questo comporta quindi un aumento di prezzo del portatile qualora necessitiate di più RAM.

 

Display e risoluzione

Non è detto che con il Chromebook dobbiate solo e unicamente lavorare, è infatti possibile anche godersi qualche video, siano essi film, serie TV o persino clip più brevi tramite la piattaforma YouTube. Per assicurarsi che la visione sia ottimale, però, bisogna puntare a un display che sia almeno in HD.

Solitamente tutti i Chromebook, sia quelli più piccoli sia quelli dallo schermo da 14 pollici, offrono una risoluzione minima di 1.366 x 768 che, sebbene possa andare bene, non è propriamente pari al Full HD. Se il vostro scopo principale è quello di vedere contenuti multimediali, dovreste quindi puntare a display in grado di visualizzare 1.920 x 1.080 pixel.

Peso e dimensioni

Si tratta degli ultimi fattori da prendere in considerazione anche se non meno importanti degli altri. Il Chromebook nasce infatti per essere portato con sé, vi invitiamo quindi a tenere sempre presente il peso del dispositivo che oscilla da un minimo di uno fino anche a due kg.

Solitamente a un peso maggiore corrisponde un display più ampio e più confortevole per lavorare, se avete intenzione di lasciarlo sul luogo di lavoro, quindi, sarebbe meglio optare per un Chromebook più grande ma su cui eviterete di affaticare gli occhi.

 

 

 

Domande frequenti

 

Chromebook, cosa sono?

Con il termine Chromebook, ci si riferisce a una tipologia di computer pensati per eseguire velocemente e senza intoppi la navigazione internet tramite il browser Chrome di Google.

Questi computer hanno solitamente un display dalle dimensioni contenute e poco spazio di archiviazione poiché il loro scopo è quello di essere sfruttati tramite connessione internet. Montano un sistema operativo realizzato ad hoc da Google, chiamato Chrome OS e non permettono quindi l’installazione di altri sistemi come Windows o Mac OS o programmi pensati per essere utilizzati da un normale notebook o desktop.

 

Perché comprare un Chromebook?

Se siete degli studenti universitari o lavorate principalmente online con la suite offerta da Google, il Chromebook potrebbe essere una scelta azzeccata dal momento che hanno solitamente un costo contenuto e sono estremamente compatti e leggeri, perfetti per essere portati sempre con sé.

 

Cosa posso fare con un Chromebook?

Ciò in cui il Chromebook eccelle è la navigazione internet, tuttavia non vanno sottovalutati gli altri programmi disponibili, da quelli di scrittura, alla realizzazione di presentazioni, creazione di tabelle, editor fotografici e persino la possibilità di ascoltare la propria musica e vedere file video sia offline sia online. Sebbene non siano dotati di un lettore CD o DVD per motivi di spazio, hanno spesso a disposizione diverse porte USB o, talvolta, anche lettori di schede SD.

Potrete quindi collegare diverse periferiche come per esempio HDD o SSD esterni per aumentare lo spazio di archiviazione o un lettore DVD per vedere film provenienti dalla vostra collezione personale.

 

Quanto costa un Chromebook?

Il prezzo di questi dispositivi varia in base all’hardware di cui sono dotati, pertanto è possibile trovarne di basilari dal costo di circa 200 euro fino a quelli più moderni con Solid State Drive, quantitativo di RAM elevata e processori di ultima generazione che invece possono raggiungere anche i 1.000 euro.

Il consiglio è quello di optare per un dispositivo che possa far fronte alle vostre esigenze, evitando quindi di sperperare il vostro denaro in apparecchi molto costosi se, alla fin fine, li utilizzereste solo per una semplice navigazione quotidiana, operazione eseguibile anche da un Chromebook di fascia bassa.

 

Dove comprare un Chromebook in Italia?

I Chromebook sono facilmente reperibili in qualsiasi negozio di dispositivi elettronici ma il modo migliore per effettuare una comparazione è sicuramente affidarsi a quanto viene offerto online dove avrete una maggiore scelta e, inoltre, la possibilità di esaminare attentamente le caratteristiche di ogni dispositivo e verificare il parere dei consumatori che hanno già avuto modo di provarli.

Eviterete così di sperperare il vostro denaro in apparecchi poco soddisfacenti o che mal si sposano con le vostre esigenze.

 

 

 

Come utilizzare un Chromebook

 

Utilizzare un computer Chromebook non è difficile e si rivela anche più intuitivo di un normale notebook o desktop. Il Chrome OS è infatti pensato per garantire velocità e immediatezza, tutto ciò che dovrete fare alla prima accensione è effettuare il login con il vostro account Gmail o Google e sarete pronti a iniziare le vostre attività lavorative o di studio.

 

 

Come funziona un Chromebook

Un Chromebook non può essere considerato un normale computer, né tantomeno simile a uno smartphone o un tablet. Innanzitutto utilizza un sistema operativo proprietario, Chrome OS, che è stato realizzato da Google appositamente per questi dispositivi. Rispetto al più complicato Windows ha delle funzionalità basilari che permettono a chiunque di inviare e-mail, navigare su internet, ascoltare musica, vedere video e usare i diversi social network.

Si tratta perlopiù di attività da svolgere online e, infatti, per chi se lo stesse chiedendo, i Chromebook non hanno una grande utilità offline. Sebbene siano presenti alcune attività eseguibili senza connessione internet, come per esempio la scrittura o l’esecuzione di file salvati sul disco interno, tutte le altre attività vi saranno precluse.

Considerato inoltre che lo spazio di archiviazione supera raramente i 32 GB, è facile capire come il modo migliore per utilizzare il Chromebook sia attraverso una connessione costante a internet.

 

 

Come installare Chromebook

Se avete un vecchio PC che non riesce ad avere prestazioni decenti con gli aggiornamenti provenienti dalle ultime versioni di Windows, potreste valutare l’ipotesi di trasformarlo in un Chromebook da utilizzare semplicemente per la navigazione, restituendogli nuova vita. Il modo migliore per farlo è procedere innanzitutto al download di CloudReady, programma in grado di eseguire la procedura e provvedere all’installazione dello stesso su una memoria USB. Quando avrete il software pronto su un dispositivo di archiviazione esterno, potrete effettuare la formattazione del PC da trasformare in Chromebook. Assicuratevi di mettere al sicuro tutti i vostri file importanti poiché la formattazione li cancellerà completamente.

In alternativa potrete selezionare dal BIOS del computer l’avvio tramite USB, in questo modo l’installazione da CloudReady sovrascriverà Windows e non avrete bisogno di formattare completamente il PC. Potrete inoltre scegliere due modalità di installazione: Standalone, con cancellazione di Windows, o anche Dual Boot, che vi lascerà la capacità di scegliere a ogni avvio se preferite Windows o Chrome OS. Dopo questa semplice procedura, che vi aiuta a capire come trasformare un PC in Chromebook, dovrete semplicemente effettuare l’accesso al vostro account Google per poter iniziare a usare il sistema operativo.

 

Cos’è un Chromebook?

I notebook hanno visto negli ultimi anni notevoli cambiamenti. Non si tratta più di semplici computer portatili che possono svolgere più o meno le mansioni dei desktop ma ne sono stati realizzati modelli specifici destinati a utenti che devono farne degli usi settoriali. Sono spuntati quindi notebook dedicati al gaming, alla programmazione, alla gestione di modelli poligonali fino anche ad arrivare ai computer preposti unicamente alla navigazione internet.

Tra questi ultimi troviamo il Chromebook, un laptop creato dalla nota azienda Google che sfrutta un proprio sistema operativo chiamato ChromeOS. Già questo dettaglio basterebbe a inserirlo in una categoria a sé stante rispetto agli altri computer portatili poiché questo OS è ben diverso dal classico Windows e potrebbe avvicinarsi maggiormente ad Android. Per sua natura è molto semplice e leggero, con funzionalità apposite per la navigazione, rivelandosi un buon prodotto per chi passa la maggior parte del tempo sulla rete, sia per lavoro sia per studio.

 

Chi dovrebbe acquistare un Chromebook?

Prima di lanciarvi all’acquisto del prodotto Google dovreste prendere in considerazione l’uso che ne farete, come è buona norma quando bisogna comprare un computer. Se siete spesso in giro per lavoro o siete studenti universitari e necessitate di un terminale su cui studiare in biblioteca e con cui effettuare rapidamente delle ricerche su internet, allora il Chromebook potrebbe rivelarsi un buon acquisto, soprattutto grazie ai costi contenuti rispetto a un vero e proprio notebook.

Non è adatto invece per gli utenti che vorrebbero giocarci, utilizzare software che non siano legati a Google o che richiedano una certa potenza di calcolo e risulta una scelta poco adatta anche per la visione di contenuti multimediali a scopo di intrattenimento.

Qualora stiate valutando i Chromebook come computer aziendali è importante sapere che, il sistema operativo, essendo basato su Linux, è molto meno propenso a essere infettato da virus e malware che popolano la rete, rendendolo quindi un buon candidato per lavori d’ufficio grazie anche alla suite Google che include Google Docs per la creazione di documenti di testo, Fogli Google per le tabelle e anche Google Drive per caricare i file sul proprio account con ben 30 GB di spazio a disposizione.

 

 

Come scegliere un buon Chromebook

Quali sono dunque gli elementi da valutare quando ci si appresta a scegliere un Chromebook? Vediamoli insieme. Iniziando dal processore, dovreste scegliere un dispositivo che sia dotato di una CPU in grado di reggere un carico di lavoro di media entità, quindi la possibilità di aprire più schede browser e gestire allo stesso tempo anche qualche documento da compilare, per questo bastano solitamente dei processori Quad-core, verificate dunque che tale dicitura sia presente nella scheda tecnica.

Per il quantitativo di memoria RAM, invece, cercate di optare per i prodotti che ne hanno quanta più possibile, si tratta infatti dell’elemento che garantirà al vostro notebook una marcia in più. Il minimo su Chromebook è di 4 GB, qualora riusciate a trovarne con almeno 8 potrebbe rivelarsi un ottimo acquisto.

Lo spazio di archiviazione, in questi casi, è solitamente su eMMC, un acronimo che sta per embedded Multimedia Card e indica delle schede di memoria dalle dimensioni ridotte che sono pre-installate nei computer a basso costo. Lo spazio disponibile è molto contenuto, parliamo infatti di 32 o 64 GB di memoria, non potrete quindi archiviare documenti, foto e video molto grandi sul dispositivo anche perché non è quella la sua funzione principale.

Seguendo questi consigli riuscirete a selezionare un buon Chromebook che possa esservi utile al di fuori delle mura casalinghe. Per chi volesse utilizzarlo invece come terminale principale da condividere con la famiglia, potrebbe rivelarsi una scelta poco azzeccata e dovrebbe essere sempre affiancato da un PC in grado di svolgere tutte le funzioni avanzate, sia esso desktop o notebook (Ecco la lista dei migliori prodotti).

 

Il futuro dei Chromebook

Che questi dispositivi Google siano rivolti principalmente a utenti che ne devono fare un utilizzo scolastico non è un mistero e il brand Acer ha intenzione di cavalcare proprio questa concezione, realizzando dei dispositivi a scopo educativo con i suoi nuovi Chromebook 512 e Chromebook Spin 512.

Entrambi hanno un display da 12 pollici in formato 3:2 con una risoluzione massima di 1.366 x 912 pixel, rientrando quindi nella fascia HD. Interessante la scelta di dotarli di Gorilla Glass, materiale vetroso prodotto dall’azienda Corning e usato su molti smartphone per garantire la resistenza a graffi e urti. Trattandosi inoltre di computer che potrebbero subire scossoni, urti e colpi derivanti dal trasporto, sono stati testati per resistere a cadute da oltre 120 centimetri di altezza e a una pressione di circa 60 kg.

Chromebook 512 è dotato di una fotocamera da 5 megapixel per l’acquisizione di foto e video che gli studenti possono usare per le proprie ricerche oltre che effettuare videochiamate tramite il software Google Hangouts mentre invece il modello Spin 512 ne possiede una da 8 megapixel.

La vera differenza tra i due sta nella maggiore versatilità del secondo che ha una tastiera ruotabile a 360°, che ci permette di definirlo un vero e proprio convertibile con schermo touch per utilizzarlo anche come tablet, garantendo così una lettura di libri di testo più confortevole e immediata.

Apprezzabile anche l’autonomia dichiarata, parliamo di circa 12 ore, sufficienti per almeno un paio di giorni di utilizzo prettamente scolastico. Ai due è possibile collegare anche periferiche esterne tramite Bluetooth, grazie al modulo 4.2 installato, o due porte USB tipo C, compatibili quindi con tutti i dispositivi più recenti.

 

 

Istruzione digitale

I Chromebook si rivelano quindi dei dispositivi molto appropriati per la didattica, a partire dalla scuola primaria fino all’istruzione secondaria dal momento che offrono tutti gli strumenti necessari per apprendere tramite la rete, sfruttandone le potenzialità in modo intelligente.

Se avete dei figli in età scolastica che iniziano ad avere necessità di usufruire di internet potreste valutarne l’acquisto rispetto a un notebook o un tablet. I primi infatti potrebbero offrire troppa libertà di uso mentre i secondi risulterebbero inadeguati all’esecuzione di lavori di scrittura o compilazione. Il loro costo, inoltre, è molto contenuto rispetto a quello di altri dispositivi, tutelando in questo modo anche il vostro portafoglio senza costringervi a sborsare cifre elevate.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments