Come eseguire il backup dei dati (anche dell’iPhone) su un hard disk esterno

Ultimo aggiornamento: 20.07.24

 

Scopriamo come salvare file importanti su un hard disk esterno o SSD e come effettuare l’intero backup del sistema su PC e smartphone.

 

Effettuare il backup dei file  su una memoria esterna è una procedura indispensabile se volete formattare il vostro hard disk o se magari avete deciso di passare ad un più veloce SSD. In ogni caso, se avete file importanti sul vostro computer è sempre meglio fare un backup ogni tanto, a maggior ragione nel caso il vostro PC portatile sia molto datato. 

I laptop dopo un po’ vanno cambiati, specialmente quelli di vecchia data che dopo qualche anno cominciano a dare segni di cedimento. Non potendo sostituire i componenti interni, vanno sostituiti con modelli nuovi. Con il progredire della tecnologia, al giorno d’oggi i laptop sono molto più resistenti e durevoli rispetto a diversi anni fa, ma in ogni caso la manutenzione dell’hardware è decisamente più difficile da effettuare rispetto ad un PC desktop. Su questi ultimi spesso basta cambiare qualche componente per risolvere vari problemi, specialmente se questi all’hard disk. 

In linea di massima, gli hard disk sono ormai una tecnologia abbastanza superata, in quanto sul mercato si possono trovare le memorie a stato solido (solid state drive) conosciute anche come SSD. Queste si rivelano molto più rapide sia nella scrittura sia nella lettura dei file, cosa che si traduce in caricamenti veloci sia del sistema operativo sia dei vari programmi e giochi.

Ma cosa potete fare per salvare i contenuti del vostro hard disk prima di cambiare laptop? L’unica soluzione possibile è effettuare il backup del PC su un hard disk esterno o SSD. Vediamo come.

Backup su hard disk esterno manuale

In generale il backup si effettua per non perdere i dati del computer. Se volete salvare file importanti come fotografie, video, documenti e altri media, allora potrete effettuare un backup manuale. Il backup su Windows 10 è abbastanza semplice, in quanto il sistema operativo permette di effettuarlo senza usare alcun programma. Prima di tutto collegate l’hard disk esterno al vostro laptop tramite USB e controllate che funzioni correttamente, magari copiando-incollando un singolo file. Ora, se avete i vostri file divisi in modo ordinato per cartelle, potete copiarle nell’hard disk esterno usando l’apposito comando Copia e in seguito Incolla., oppure con le hotkeys Ctrl C (copia) e Ctrl V (incolla). 

Tenete sempre conto dello spazio disponibile sull’hard disk o SSD esterno, se dovete spostare molti file, vi suggeriamo di acquistare un modello da almeno 1 terabyte. Il prezzo degli hard disk esterni di questa dimensione è ormai molto basso, mentre per gli SSD dovrete spendere un po’ di più, venendo ripagati però da una velocità maggiore.

 

Come fare il backup usando programmi specifici

Se non avete tempo di cercare tutti i file da salvare e avete ancora le idee confuse su come si fa il backup, allora potete facilitarvi la vita usando un pratico software per il backup. Uno dei più conosciuti e apprezzati è Todo Backup, compatibile sia con sistemi Windows sia macOS. 

Come funziona? Molto semplice, Todo Backup consente di creare una copia di tutti i file contenuti sul vostro computer in modo da poterli trasferire facilmente su hard disk e SSD esterni. Sulla pagina web del software troverete la versione gratuita per Windows o macOS. Scegliete quella giusta per il vostro sistema operativo e una volta terminato il download del file tb_free.exe , procedete con l’installazione.

Fatto questo, dovrete avviare il programma cliccando due volte sulla sua icona situata sul vostro desktop. Noterete subito che Todo Backup è un programma davvero facile da usare, grazie alla sua interfaccia intuitiva. Cliccando su ‘Backup sistema’ il software creerà automaticamente il backup dei file. Potete effettuare il backup dei dati dell’intero disco o di una singola partizione, in modo da poter salvare i file desiderati. Potete anche visualizzare il contenuto del backup, oppure creare un disco di avvio del sistema operativo, molto utile nel caso vogliate formattare. 

 

Come fare il Backup su smartphone

In linea di massima, gli smartphone Android e iOS dispongono della funzione per il backup automatico dei file. Non è possibile effettuare il backup iPhone su hard disk esterno direttamente, così come su Android. Dovrete infatti passare attraverso una procedura particolare. Quella per il salvataggio dei dati è solitamente attiva di default. Se questa funzione non è abilitata, dovrete attivarla manualmente andando nelle Impostazioni di Android e in seguito alla voce Account. Se non avete l’Account Google dovrete crearne uno, pigiando su Aggiungi Account. In seguito dovete controllare che tutte le voci del backup (Chrome, Contatti, App etc.) siano attive.

Attenzione però, perché Android effettuerà il backup solo dei dati, mentre per i file multimediali come foto, video e musica dovrete necessariamente usare il vostro PC. Collegando lo smartphone al PC, selezionate l’opzione che vi permette di navigare le cartelle e trovate quelle relative ai file multimediali. Potrete copiare le intere cartelle sul vostro PC in modo da salvarle. I dispositivi Android dispongono anche del servizio Google Foto, ideale per salvare automaticamente foto e video. 

Su iOS il sistema di backup è molto simile a quello di Android, con un Cloud di 5 GB che vi consente di salvare la copia dei dati. Come per Android, anche gli smartphone iOS richiedono un account, in questo caso ID Apple che potrete creare gratuitamente nel caso non l’abbiate mai fatto.

Per foto e video, anche su dispositivi iOS, potrete usare Google Foto, oppure salvarli sul vostro PC utilizzando diverse app o programmi ad hoc. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI