Quali sono le differenze tra le schede SD

Ultimo aggiornamento: 17.08.19

 

Le schede di memoria si dividono in tipologia, velocità e spazio libero. Ogni modello può appartenere a una classe, ideale per diversi scopi.

 

Le schede di memoria Secure Digital (SD) stanno spopolando sul mercato grazie alla popolarità sempre crescente di smartphone e tablet di ultima generazione. Queste memorie flash infatti sono l’unico modo disponibile al momento per poter aumentare lo spazio di archiviazione dei dispositivi di dimensioni compatte, tra i quali rientrano anche fotocamere, videocamere e alcune console portatili come quelle prodotte da Nintendo.

Se siete alle prime armi con questi prodotti, potreste chiedervi quale scheda SD comprare e quali sono le differenze principali tra i vari modelli. Magari qualcuno vi ha parlato delle classi e delle ‘speed class’, ma il discorso vi è sembrato un po’ troppo complicato. Alla fine basta che memorizzi i file no?

In realtà la situazione è un po’ più complessa, ma niente che richieda una laurea in informatica per poter essere compresa ai livelli base.

 

Le varie tipologie

Iniziamo con il distinguere i vari tipi di scheda SD tra le quali al momento possiamo elencare le standard (SD), le microSD e le miniSD. Ognuno di questi prodotti si presenta con delle dimensioni diverse, ad esempio le microSD misurano 11 x 15 x 1 mm, mentre le miniSD 21,5 x 20 x 1,4 mm.

Smartphone e tablet solitamente richiedono le microSD, queste spesso sono vendute con un pratico adattatore che torna molto utile nel caso si voglia usare la scheda anche in dispositivi più grandi. Per essere sicuri al 100% è sempre bene controllare sul manuale d’istruzioni del dispositivo l’effettiva compatibilità con i diversi tipi di scheda, o magari chiedere direttamente al rivenditore.

 

 

Velocità e spazio libero

Prima di fiondarvi ad acquistare la prima scheda SD che vi capita dovete tenere conto di quanto spazio libero vi serve. Per esempio se avete appena comprato una nuova console Nintendo Switch e volete scaricare giochi dallo store digitale, allora dovrete optare per un modello compatibile che abbia come minimo 128 GB liberi e una velocità di lettura di 100 mb/s. In questo modo potrete archiviare tantissimi giochi e aumentare notevolmente i tempi di caricamento.

Lo stesso vale se utilizzate smartphone e tablet per scaricare app e giocare. Se invece volete espandere la memoria della fotocamera o della videocamera, potete optare per un modello meno performante a livello di velocità di lettura, ma con molto spazio disponibile. Ovviamente le cose cambiano per la registrazione di video in 4k o 8k e l’acquisizione di fotografie in formato RAW, in questo caso bisogna tornare alle ‘classi’ menzionate nel paragrafo introduttivo.

 

Classe

Per semplificare al massimo la differenza delle classi tra le schede SD basta considerare le tre di base: C, UHS e V.

Come potete immaginare, la classe C è quella meno performante, mentre la UHS si attesta su dei livelli superiori. La classe V (Video Class) invece merita un discorso a parte perché è quella più indicata per la registrazione di video ad altissima definizione. Solitamente quest’ultima è la più performante e allo stesso tempo la più costosa, quindi è solitamente consigliata solo a chi vuole riprendere video in 4k o 8k.

Ognuna di queste classi si divide in ‘speed class’ che indicano la velocità di lettura e scrittura, ad esempio una classe C con ‘speed class’ 3 non sarà particolarmente performante. Il vantaggio però sarà nel suo costo molto basso che la rende accessibile anche a chi non ha un budget elevato e vuole semplicemente una scheda SD per ampliare leggermente la memoria di smartphone e tablet. Per performance elevate invece bisogna optare per le UHS, particolarmente adatte a quei dispositivi usati per la memorizzazione di file di grandi dimensioni, come appunto le console di gioco portatili.

Ma come trovare un buon compromesso tra performance e prezzo? In realtà osservando lo schema della classi, potrete notare che la classe C 10 e la UHS 1 corrispondono in termini di prestazioni, quindi sono entrambe molto convenienti. Allo stesso modo la prima ‘speed class’ Video si trova a prezzi non troppo alti ed è comunque ideale per la registrazione di video in Full HD.

La scelta deve basarsi sulle vostre necessità, ad esempio se la vostra fotocamera non supporta il 4k, allora sarà abbastanza superfluo comprare una scheda SD con classe Video elevata.

 

 

USB o SD?

I sistemi di archiviazione cloud e le SD sembrano stare lentamente sostituendo la necessità di memoria USB, sebbene queste siano ancora abbastanza utili. Se siete incerti su quale delle due optare, possiamo subito chiarire i vostri dubbi: le chiavette USB sono compatibili solo con dispositivi di grandi dimensioni come laptop, PC desktop, Playstation 4, Xbox One, autoradio etc.

Potete però acquistare un hard disk esterno per usarlo come backup per le vostre fotografie o video salvati sulla scheda SD, facendo passare i diversi file dal PC in modo da tenerli al sicuro da eventuali danni. Ricordate che le schede SD più comuni sono molto inclini al danneggiamento e alla conseguente perdita dei dati.

Assicuratevi inoltre che il vostro PC o laptop abbia un lettore per schede SD, senza il quale non potrete inserirle. Se non ne dispone, potete acquistarne uno esterno online a dei prezzi abbastanza convenienti.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...