Come si fa a capire se ti hanno bloccato su Whatsapp e cosa fare

Ultimo aggiornamento: 26.05.22

 

Hai inviato un messaggio su WhatsApp ma non ricevi risposta? Il contatto di destinazione potrebbe averti bloccato: vediamo come capire se è realmente così

 

Hai fiuto per gli affari, infatti hai appena acquistato un tablet ricondizionato che va veramente bene, ma la tecnologia non è il tuo forte, infatti non riesci a intuire cose come se hai whatsapp bloccato?

Se hai provato a inviare un messaggio a un contatto e vedi che questo, passato molto tempo, non ti risponde, potrebbe averti proprio bloccato. Ma come capire se è successo proprio questo? Vediamolo insieme. 

 

Blocco WhatsApp: cosa comporta?

Quando qualcuno viene bloccato su whatsapp non riceverete notifiche come i suoi aggiornamenti di stato i suoi messaggi. Inoltre tutte le informazioni come l’ultimo accesso, se è online o tutti gli elementi che vengono pubblicati sullo stato, quindi le storie, non sono più accessibili. 

Per questa ragione non sarà possibile più inviare un messaggio a quel contatto né venire a sapere nulla tramite questo sistema di messaggistica. Se non sai come non far vedere che sei online su whatsapp, questo è il modo giusto, anche se non si tratta di un processo del tutto irreversibile.

Se, infatti, il contatto che ti ha bloccato cambia idea, potrà accedere alle impostazioni e procedere a sbloccarti. Ma se sblocco un contatto su whatsapp se ne accorge? non tanto dell’azione quanto del fatto che, se prima non ci riusciva, adesso può vedere tutte le tue informazioni e inviarti messaggi o chiamarti. 

Come capire se ti hanno bloccato su whatsapp

WhatsApp non ti manderà una notifica per avvisarti che qualcuno ti impedisce di accedere al suo contatto ma se vuoi sapere come capire se una persona ti ha bloccato su whatsapp, basterà fare attenzione ad alcuni particolari che ti invitiamo a esaminare.

 

Informazioni sull’ultimo accesso

Come vedere se ti hanno bloccato su whatsapp? Prima di tutto basterà dare un’occhiata all’ultimo accesso del contatto in questione. Avvia l’app e poi fai caso alla presenza, sotto il nome, delle indicazioni dell’ultimo accesso, ovvero data e ora.

Questo può essere un segnale ma non una prova certa, visto che WhatsApp ora consente di non far vedere questi dati tramite una speciale impostazione. Inoltre, se hai scelto di non far vedere agli altri i tuoi ultimi accessi, anche tu non vedrai quelli degli altri.

 

Stato online

Un altro elemento è capire come funziona lo stato whatsapp: se apri la chat e non vedi se il contatto, che pensi ti abbia bloccato, è online, può essere che questo abbia effettivamente fatto ciò che credi. 

Anche questo possiamo considerarlo un indizio ma non una certezza, perché WhatsApp permette di disattivare questa funzione, per cui potrete vedere online un contatto solo se questo sta scrivendo proprio in quel momento. 

Immagine profilo

L’omino whatsapp in questo caso ci viene molto in aiuto: se nell’immagine del profilo non riesci a vedere l’ultima del contatto in questione ma solo, appunto, il simbolo della sagoma di un uomo, può essere che, effettivamente, quel contatto ti abbia bloccato.

Anche qui, però, è possibile scegliere di non far vedere la propria immagine o c’è anche chi non ha intenzione di metterla, per cui diciamo che, sommato agli altri indizi può essere significativo, ma non decisivo. 

 

Il segno di spunta

Ma se, dopo aver inviato un messaggio, vediamo una spunta whatsapp? Questo è realmente il segno distintivo che ci fa capire se il contatto ci ha bloccato. Se inviamo un messaggio a un contatto che ci ha bloccato e il segno di spunta è uno solo e grigio, vuol dire che la persona in questione non può ricevere il nostro messaggio. 

Infatti, quando viene recapitato, anche se non letto (in quel caso avremo le spunte blu), il messaggio ha due spunte grigie. C’è però da sottolineare che è necessario aspettare un po’ di tempo, per capire se questo è avvenuto: l’unica spunta, infatti, potrebbe segnalare che il cellulare è semplicemente spento o non connesso.

Ma se passano più settimane e la situazione resta invariata, il problema può essere proprio questo. 

 

Le chiamate o le videochiamate

Vuoi una conferma ulteriore, e in molti casi definitiva, sul fatto che qualcuno ti ha bloccato su WhatsApp? Basterà verificare se puoi inviare una chiamata o una videochiamata proprio a quel contatto: se non riesci, questa sarà l’ennesima riprova che sei stato bloccato. 

Come posso contattare chi mi ha bloccato su WhatsApp?

Se, dopo aver fatto tutte le verifiche che ti abbiamo suggerito, sei giunto alla conclusione che ti hanno bloccato su WhatsApp, non devi preoccuparti se hai bisogno di metterti in contatto con quella persona.

Infatti sarà possibile usare il cellulare per chiamare, secondo il metodo tradizionale, e ancora Facebook Messenger, Telegram o Instagram. 

 

Ma come faccio se voglio che mi sblocchino?

Non c’è altro modo che convincere la persona che ci ha bloccato, cercando di capire le motivazioni e anche di spingerla a effettuare lo sblocco. Forse hai esagerato con i messaggi oppure hai intasato qualche chat riempiendola di immagini, per cui fai ammenda e prometti che non ti comporterai più in questo modo.

Non ci sono infatti app o metodi alternativi per fare in modo che lo sblocco avvenga. 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI