Come aggiornare Windows 10

Ultimo aggiornamento: 26.09.21

 

Se non sapete come aggiornare il vostro computer e necessitate di una guida passo passo, avete trovate l’articolo che fa esattamente al caso vostro. Vediamo insieme come effettuare l’update di Windows 10.

 

Aggiornare il proprio computer non è solo una seccatura ma si tratta di un’operazione necessaria che può migliorare le prestazioni del vostro sistema operativo e, naturalmente, andare a chiudere eventuali falle di cui gli sviluppatori non conoscevano l’esistenza. Il processo di aggiornamento di Windows 10, ultimo e più recente OS di Microsoft, non è mai definitivo e di mese in mese vi ritroverete sempre con qualche nuovo update da scaricare. Ma come si fa a stare sempre al passo? Scopriamo tutti i segreti su come come aggiornare Windows 10 in modo semplice e veloce.

 

Windows 10 update tool

Per aggiornare Windows 10 è importante che il PC sia connesso a una rete, meglio se Wi-Fi dal momento che potrebbe aver bisogno di scaricare file di dimensioni variabili da internet, pertanto una connessione dati a consumo, magari con hotspot da telefono, potrebbe far lievitare i costi. Con questo concetto ben chiaro, passiamo dunque alla nostra rapida guida.

Gli strumenti che il sistema operativo mette a disposizione sono intuitivi e alla portata di tutti, per accedere alla schermata degli aggiornamenti Windows 10 disponibili, oppure Windows 10 update available, qualora abbiate impostato l’inglese come lingua principale del sistema operativo, vi basterà cliccare sul logo di Windows in basso a sinistra sulla barra delle applicazioni. Vi si aprirà una schermata nella quale dovrete selezionare le impostazioni, facilmente riconoscibili dalla classica icona a forma di ingranaggio. 

Cliccandoci verrete riportati a una pagina che rivisita il vecchio Pannello di controllo, con link rapidi per raggiungere tutte le impostazioni di sistema, i dispositivi, le applicazioni installate, la privacy e naturalmente anche l’aggiornamento di Windows. In alto a destra è possibile vedere un’icona che riporta la dicitura Windows Update, cliccandola si aprirà una pagina ulteriore con un pulsante in alto: “Verifica disponibilità aggiornamenti”, per controllare dunque se siano disponibili degli update non dovrete far altro che premerlo e attendere che l’OS faccia un controllo.

Aggiornamenti trovati, cosa fare?

Uno dei due risultati possibili è che vi sia effettivamente un aggiornamento Windows (o anche più di uno), pronto per essere scaricato e installato. Il PC vi chiederà dunque il permesso di effettuare il download, cliccando sul pulsante Scarica e installa darete inizio alla procedura, pertanto potreste notare un rallentamento generale della connessione internet, impegnata nello scaricare quanto più velocemente possibile i file per eseguire l’update. Al termine della prima fase, sarà necessario passare alla seconda, ovvero il riavvio del sistema per finalizzare l’installazione. Questa procedura non deve essere necessariamente eseguita all’istante, potete infatti prima terminare di lavorare o completare le attività in corso prima di effettuare il reboot, tuttavia il nostro consiglio è quello di salvare accuratamente eventuali file aperti e riavviare il PC per consentire la corretta installazione degli update.

 

Aggiornamenti installati

Se il messaggio che compare è “Gli ultimi aggiornamenti sono stati installati” e anche un nuovo controllo cliccando su “Verifica disponibilità aggiornamenti” non restituisce alcun risultato, vuol dire che il vostro sistema operativo non ha bisogno di alcun update. Potete verificare se è rimasto qualche aggiornamento qualitativo opzionale da installare ma, proprio come suggerisce il nome stesso, si tratta di piccole migliorie che volendo è possibile anche ignorare. Chi vuole invece eseguire la procedura, troverà la voce subito sotto il pulsante “Verifica disponibilità aggiornamenti” e per consentire l’update non bisognerà far altro che cliccare su Scarica e installa.

Aggiornamento Win 10, sospendere le attività

Se vi trovate fuori casa per motivi lavorativi e non avete modo di aggiornare il vostro computer Dell, notebook HP, Lenovo o simili, potete selezionare la voce “Sospendi aggiornamenti per 7 giorni”, in questo modo il computer non eseguirà alcun check automatico, facendovi risparmiare batteria e riducendo il consumo dati da rete mobile. Accedendo alle impostazioni avanzate è possibile anche modificare il periodo di pausa, aumentando o diminuendo i giorni in base alle proprie esigenze, tuttavia una volta che avrete nuovamente accesso a una rete Wi-Fi non dimenticate di rimuovere il blocco, per far sì che Windows sia sempre aggiornato.

 

Windows 10 upgrade, cosa significa?

Esiste una differenza tra upgrade e update che forse non tutti gli utenti conoscono. Con update si intende l’aggiornamento di Windows, ovvero delle migliorie che vengono man mano implementate da Microsoft e che sono gratuitamente scaricabili quando si possiede il software originale. Con upgrade invece, sebbene si traduca in italiano sempre con il termine aggiornamento, si intende il passaggio da una versione del software a un’altra. Per esempio se passate da Windows 8 a Windows 10 si parla di upgrade di sistema, non di update, una sottile differenza di cui bisogna comunque tener conto.

Come aggiornare a Windows 10 gratuitamente?

L’upgrade a Windows 10 partendo da sistemi come Windows 7 e 8, è stato per lungo tempo gratuito in seguito a una promozione di Microsoft che ha cercato di spostare quanti più utenti possibili sul suo nuovo OS. Oggigiorno, però, tale opzione non è più disponibile e l’unico modo per aggiornare a Windows 10 partendo da una versione precedente è tramite l’acquisto di una copia di Windows 10 Home o Windows 10 Pro presso il sito Microsoft ufficiale.

Prima di effettuare la procedura, però, vi invitiamo a considerare i requisiti minimi per l’installazione di Win 10, tra cui troviamo almeno 2 GB di RAM, 20 GB di spazio di archiviazione, meglio se su SSD e non HDD, un processore da 1 GHz e una scheda grafica che supporti le DirectX 9. Tutte queste informazioni sono facilmente reperibili dal Pannello di controllo sotto la voce Sistema. Una volta accertata la compatibilità basterà effettuare l’acquisto e scaricare il file eseguibile, mentre avviandolo si potrà seguire la procedura guidata per modificare il sistema operativo.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI