Casio FX-991ES PLUS – Recensione

Ultimo aggiornamento: 20.07.24

 

Principale vantaggio

Il costo, per le numerose funzioni e qualità che presenta questo prodotto, è molto minore rispetto ad altri modelli analoghi attualmente in commercio.

 

Principale svantaggio

I materiali che la compongono non sono sempre di alta qualità: in particolare si osservano malfunzionamenti al livello dei tasti, che risultano poco stabili e talvolta inefficaci.

 

Verdetto: 9.8/10

Complessivamente un articolo che rende felici studenti di ogni età, perché il suo funzionamento è davvero efficace e consente di ridurre notevolmente i tempi di calcolo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Funzioni

Come di consueto vogliamo iniziare con l’elenco di quelle che sono le funzioni di questa  calcolatrice scientifica (ecco la nostra lista dei migliori modelli): si tratta di un aspetto molto importante per capire se l’oggetto che avete davanti fa o meno al caso vostro.

Gli utenti elencano una serie di operazioni disponibili, che sono le più comuni e che è importante siano sempre presenti. Tra queste ricordiamo la possibilità di calcolare integrali definiti e di analizzare le caratteristiche di funzioni di vario tipo: trigonometriche e trigonometriche inverse  oltre che le iperboliche, le esponenziali, l’elevamento a potenza e l’estrazione di radice. 

Le più complesse invece sono quelle riguardanti il calcolo combinatorio o la conversione da coordinate polari a coordinate rettangolari e viceversa. Non potremmo elencarle tutte in questa sede perché sono ben 417: se quelle che abbiamo appena esposto riguardano prettamente l’ambito scolastico, è importante sottolineare a tutti gli studenti universitari di discipline tecnico-scientifiche, che sono presenti anche funzioni di natura statistica come il calcolo di media, deviazione standard e altro ancora, a partire da un insieme di dati.

Per poterle conoscere tutte è necessario del tempo e lo studio del manuale, molto dettagliato, che riceverete in dotazione e che troverete eventualmente anche online. Oltre alle funzioni più basilari, quelle che abbiamo definito “complesse” richiedono un po’ di pratica: consigliamo quindi di prendersi del tempo prima di testare la calcolatrice in sede di esame o di verifica.

Specifiche tecniche

Un altro aspetto importante in questa analisi riguarda anche le le caratteristiche per così dire tecniche: parliamo di tutti quei dettagli che rendono una calcolatrice, un vero e proprio strumento di supporto, rapido e corretto.

In primo luogo sottolineiamo la doppia fonte di alimentazione disponibile: questo modello presenta infatti sia le batterie, sia un piccolissimo sensore solare in grado di percepire la presenza di luce e quindi capace di ricaricarsi autonomamente in queste circostanze.

Gli utenti osservano che non tutte le luci si prestano a questo scopo e che la fonte deve essere diretta e vivida: in caso contrario il sensore non riesce a percepirne la presenza e la sua funzione sarebbe dunque pressoché inutile.

Il display non è a colori ma naturale ed è ampio a sufficienza da poter contenere espressioni numeriche lunghe: ricordiamo infatti che possiede ben sei righe e che, vista la possibilità di memorizzare fino a 24 parentesi in una sola sessione, si adatta alla visualizzazione e al calcolo di equazioni o espressioni numeriche anche molto complesse.

Il vantaggio ulteriore di questo display è anche l’alto contrasto: sia in aule poco illuminate, sia sotto la luce di una lampadina, le cifre saranno ben visibili e rappresentate in modo analogo a quanto vedete sui libri di testo.

 

Extra

Un’ultima sezione vuole essere dedicata ai vari dettagli aggiuntivi che possono caratterizzare un oggetto di questo tipo: dall’estetica alla praticità di utilizzo. La struttura è realizzata in plastica: è presente una cover pensata per evitare graffi o urti sul display e il suo interno contiene anche una serie di informazioni utili per lo svolgimento di vari esercizi. 

Ci sono infatti costanti scientifiche e unità di conversione, che possono essere inserite all’interno delle varie espressioni grazie a una semplice cifra. Se l’esterno si presenta compatto e resistente, lo stesso non si può dire della parte interna: sembra infatti che la plastica utilizzata per la realizzazione dei tasti non sia altrettanto valida e che ne causi il movimento, per cui appaiono non perfettamente ancorati alla base e comunque traballanti.

Questo può accadere ad alcuni in particolare o più in generale a quelli più usati: sottolineiamo che il tasto di accensione è volutamente messo più in profondità, in modo che sporga di meno rispetto agli altri, per evitare di premerlo inavvertitamente durante i calcoli.

Le funzioni disponibili sono facilmente richiamabili, anche grazie a un manuale dettagliato da portare sempre con sé: in assenza di questo l’azienda si preoccupa di diffondere online un documento analogo, disponibile in diverse lingue e da poter consultare liberamente o stampare. 

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI