La sedia da ufficio: meglio con o senza braccioli?

Ultimo aggiornamento: 14.09.19

 

Quali caratteristiche deve rispettare questo importante elemento in modo da garantire comfort ma anche preservare la spina dorsale dal rischio di fastidio o dolore

 

Più di ogni altra, la sedia da ufficio deve garantire una postura corretta, specialmente se le ore da trascorrere davanti al computer o alla scrivania sono tante. Il rischio è infatti quello di sollecitare la cervicale, infiammandola e riscontrando vertigini e mal di testa, oltre ai dolori ai quali può essere sottoposta la schiena.

Ecco allora un esame di tutte le caratteristiche che deve avere la seduta più adatta per il vostro lavoro, sia che lo pratichiate fuori, sia all’interno delle mura domestiche.

 

Ergonomia e regolazione

Per essere sicuri di non accusare dolori dopo qualche ora, è opportuno verificare che la seduta sia ergonomica. Cosa vuol dire esattamente? La migliore sedia da ufficio è quella con uno schienale regolabile ma anche con una seduta aggiustabile, per mantenere un’inclinazione adatta al proprio corpo e al tavolo abbinato.

Molto importante la regolazione dell’altezza, in quanto le gambe devono essere parallele al pavimento, così da non assumere false posture. Naturalmente anche la parte relativa all’imbottitura ha la sua importanza: va bene uno schienale morbido ma non troppo, per stare comodi ma tale da non sprofondare, con la conseguenza di andare a contrarre involontariamente alcune zone del corpo.

 

 

L’importanza dei braccioli

Tra i tanti aspetti da tenere in considerazione, per assicurarsi una permanenza senza brutte conseguenze, c’è anche la questione braccioli: la sedia da ufficio deve averne o no?

Se non potete farne a meno, dovete essere certi che non siano talmente alti da sbattere contro il tavolo, rendendo impossibile per voi assumere una postura comoda e funzionale al lavoro che dovete svolgere.

Quando andrete ad acquistare una sedia da ufficio verificate che l’altezza dei braccioli dal suolo sia uno dei valori indicati. Se questo fattore non è contemplato, controllate allora l’altezza della seduta e calcolate che solitamente i braccioli sono posti a una distanza di 20 cm rispetto a essa. In questo modo capirete se la sedia può essere infilata sotto il tavolo quando non lavorate e se vi è garantita la possibilità di stare seduti comodamente senza incontrare intoppi.

 

Le tipologie di braccioli

Se siete utenti tradizionali probabilmente preferirete una sedia con braccioli fissi, ovvero quelli che devono necessariamente essere montati perché fanno parte integrante dell’oggetto, garantendone la stabilità. Sono infatti collegati sia alla seduta, sia allo schienale: per questa ragione è importante che entrambi siano regolabili, così da trovare la posizione adatta a farvi stare comodi mentre lavorate.

Un’altra tipologia di braccioli è quella regolabile, che è caratteristica di sedie da ufficio ergonomiche e aggiustabili su ogni fronte. Su questi modelli è infatti possibile stabilire sia il livello di inclinazione, sia l’altezza e la profondità di ogni singolo componente.

Il vantaggio di una scelta del genere è quello di avere a disposizione un elemento versatile e soprattutto utilizzabile da più persone, che potranno di volta in volta scegliere i parametri che possano garantire di stare seduti comodamente.

Per regolare i braccioli solitamente è presente un pulsante posto al lato, ma esistono delle tipologie di sedie che permettono di regolare anche l’ampiezza e l’angolo di inclinazione.

Ci sono infine i braccioli abbattibili, che sono spesso presenti sulle cosiddette sedie da gaming, ovvero quelle dedicate a chi ama giocare ai videogiochi. La loro caratteristica è quella di poter essere alzati verso lo schienale quando non servono e abbassati quando invece si ha bisogno di un appoggio, esattamente come avviene con molte poltrone da cinema. Sono caratterizzati da un’imbottitura che li rende confortevoli e che permette di poggiare le braccia rilassandole e rilassando quindi anche la zona cervicale.

 

Le sedie da ufficio senza braccioli

Se la vostra scelta è invece quella di non ricorrere a un modello con braccioli, probabilmente la motivazione può rientrare tra le seguenti: siete robusti e avete bisogno di più spazio per muovere le gambe oppure i braccioli rendono difficoltoso posizionarsi correttamente alla scrivania oppure ancora non ne avete bisogno perché lavorate appoggiando le braccia sul tavolo.

Qualsiasi sia il motivo, probabilmente non sarà facilissimo trovare in commercio una sedia da ufficio senza braccioli, in quanto spesso è possibile rimuovere questa parte semplicemente smontandola grazie alle viti.

Se potete accontentarvi e avete un piccolo budget, la sedia girevole è la soluzione giusta: ha infatti uno schienale alto, di solito in stoffa, e una base costituita da ruote che si muovono a 360 gradi. Il vantaggio di optare per questo modello, oltre a quello di spendere poco, è la leggerezza di un prodotto che è anche compatto e quindi occupa poco spazio.

Un’altra soluzione, che è una via di mezzo tra una poltrona e una sedia da ufficio, è quella da gaming, che spesso appunto non ha i braccioli, ha una linea sportiva ed è fabbricata con materiali di buona qualità, che favoriscono una postura corretta.

 

 

Un occhio allo stile

Qualsiasi scelta facciate, ricordate sempre di prediligere l’ergonomia: ci teniamo a sottolineare questo fattore perché pensiamo alle ore che andrete a trascorrere seduti a lavorare e, se non volete ritrovarvi dal fisioterapista o dal chiropratico, rispettare questa esigenza è fondamentale. Non dimenticate di avere un occhio anche per la linea del modello che sceglierete, che deve rispecchiare lo stile del vostro ufficio o della stanza nella quale siete impegnati a gestire il vostro compito quotidiano.

I modelli più leggeri e colorati vanno bene se avete scelto la modernità e volete dare al vostro ambiente di lavoro un tocco giovane e brioso, che spezzi con la monotonia di una vita da ufficio. Se invece preferite il classico, via libera alle sedie in pelle, vera o sintetica, che prediligono colori scuri e danno un’aria più professionale all’ambiente che le ospita.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...