Le 8 migliori carte fotografiche del 2021

Ultimo aggiornamento: 26.10.21

 

Carte fotografiche – Guida agli Acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Il mercato offre un’ampia scelta di carte fotografiche, soprattutto se includiamo i prodotti delle marche meno note. Quelle prodotte dalle ditte più blasonate, però, si possono trovare anche nella fascia più economica, e nella guida all’acquisto approfondiremo ulteriormente l’argomento. Nella nostra classifica, invece, troverete le otto carte fotografiche più richieste, tra tutte quelle attualmente disponibili in commercio; le più apprezzate dagli acquirenti sono due varietà appartenenti alla fascia più economica di mercato, e prodotte entrambe dalla nota ditta statunitense HP: la Everyday Q2510A, una carta fotografica lucida per stampanti a getto d’inchiostro, e la Everyday Q5451A, che è la stessa ma in una confezione con un minor numero di fogli disponibile, venduta a un prezzo ancor più basso.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori carte fotografiche – Classifica 2021

 

Le carte fotografiche hanno un costo superiore rispetto alle risme di A4 standard; di conseguenza le varietà più richieste in commercio, come potrete vedere dalla nostra classifica, sono comunque quelle appartenenti alla fascia più economica di prezzo.

 

Carta fotografica HP

 

1. HP Everyday Q2510A carta fotografica lucida confezione 100 fogli

 

Grazie al loro prezzo accessibile, i fogli di carta fotografica HP Everyday sono tra i più venduti online. Si tratta di una carta da 200 grammi per metro quadrato in formato A4 con finitura lucida, compatibile esclusivamente con il metodo di stampa a getto d’inchiostro, il che significa che può essere adoperata in tutte le stampanti a getto indipendentemente dalla marca e dal modello. La confezione oggetto della nostra recensione è quella da 100 fogli e ha un costo decisamente vantaggioso, per questa ragione è ritenuta la migliore carta fotografica in termini di rapporto qualità-prezzo.

I pareri degli acquirenti, però, concordano sul fatto che per quanto conveniente possa essere il prezzo, la HP Everyday rimane una carta fotografica economica e come tale è assolutamente sconsigliata per le stampe professionali. In compenso è ottima per l’uso domestico, per stampare le foto delle vacanze oppure i documenti di una certa importanza.

 

Pro

Prezzo: La confezione da 100 fogli è disponibile a un costo a dir poco irrisorio, il che la rende ideale soprattutto per chi è abituato a stampare spesso ma non vuole spendere grosse cifre.

Lucida: La finitura è lucida ma assorbe bene l’inchiostro e gli permette di asciugare in fretta; essendo una carta fotografica economica non è del tutto esente da difetti ma la resa è comunque buona per l’uso domestico.

Quantità: Come accennato in precedenza si tratta di una confezione con ben 100 fogli in formato A4, cioè 210 x 297 millimetri, quindi va bene per stampare anche documenti di una certa importanza che riportano immagini a colori.

 

Contro

Resa non professionale: Se state cercando una carta fotografica per uso professionale, allora meglio orientarsi su un prodotto della fascia di prezzo più alta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Carta fotografica A4

 

2. HP Everyday Q5451A carta fotografica lucida confezione 25 fogli

 

La HP Everyday Q5451A varia soltanto in funzione del numero di fogli presente nella confezione, ma le caratteristiche offerte sono le stesse della linea Everyday. Si tratta cioè di carta fotografica del peso di 200 grammi per metro quadrato con finitura lucida su una singola facciata, di formato A4, destinata alle stampanti a getto d’inchiostro di tutte le marche. 

La qualità è media ovviamente, nel senso che le caratteristiche della carta sono buone ma non adatte per l’uso professionale; la confezione da 25 fogli, inoltre, si distingue per un prezzo facilmente accessibile ma in ogni caso meno conveniente rispetto a quello della confezione da 100 fogli.

Di conseguenza è consigliata soltanto per l’uso in ambito domestico, in particolar modo per coloro che la usano soltanto sporadicamente e stampano fotografie solo in occasioni speciali. L’ulteriore pregio della carta fotografica HP è quello di essere certificata FSC.

 

Pro

Certificata FSC: Questa certificazione attesta che la carta fotografica HP è fabbricata con cellulosa proveniente da fonti controllate dall’azienda, quindi da foreste legalmente gestite oppure da materiali riciclati.

Istantanea: A differenza di altre carte fotografiche di fascia economica, le stampe eseguite sulla A4 HP Everyday asciugano in fretta e non lasciano macchie o altri difetti di stampa.

Prezzo: Il costo della confezione da 25 fogli è meno conveniente rispetto a quello della confezione da 100 fogli, ma è comunque vantaggioso in comparazione a quello di altre carte fotografiche di qualità analoga.

 

Contro

Resa limitata: Non va bene per la stampa fotografica professionale, è una carta economica di buona qualità ma soltanto per uso domestico e amatoriale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Carta fotografica Epson

 

3. Epson C12S042548 Glossy carta fotografica lucida 100 fogli

 

Al terzo posto della nostra classifica relativa alle migliori carte fotografiche del 2021, troviamo quella prodotta dalla ditta giapponese Epson, e nella fattispecie la risma da 100 fogli del formato fotografico 4R, cioè da 102 x 152 millimetri.

La grammatura è quella standard della carta fotografica di fascia economica, ovvero 200 grammi per metro quadrato ed è compatibile con tutte le stampanti a getto d’inchiostro, ma ovviamente la resa migliore la offre soprattutto quando viene adoperata con le stampanti Epson.

La finitura della superficie è lucida e la resa dei colori è brillante, ma bisogna comunque sottolineare che la carta fotografica Epson non è di qualità professionale, di conseguenza è destinata esclusivamente all’uso domestico; il formato 10×15 , inoltre, la rende adatta soltanto per la stampa delle fotografie. L’unica pecca, secondo alcuni, è lo scarso spessore, ma è normale visto che la grammatura è quella standard delle carte economiche.

 

Pro

Accessibile: Il rapporto qualità-prezzo è decisamente favorevole, a dispetto del formato ridotto; la confezione, infatti, contiene comunque 100 fogli di carta con superficie lucida compatibile con le stampanti a getto d’inchiostro.

Qualità: La carta fotografica Epson, in termini di qualità, è seconda soltanto a quella prodotta dalla Canon, che però è di gran lunga più costosa. Per l’uso domestico è più che soddisfacente.

Resa: La carta è compatibile con le stampanti a getto d’inchiostro di tutte le marche, ma la resa migliore la offre soprattutto quando viene adoperata con le stampanti e gli inchiostri originali Epson.

 

Contro

Dimensioni: Purtroppo si tratta di una carta poco versatile perché il formato 10×15 centimetri è uno standard adatto esclusivamente per la stampa delle fotografie.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Carta fotografica 10×15

 

4. Amazon Basics carta fotografica lucida 10×15 confezione da 100

 

Volete sapere dove acquistare una carta fotografica di qualità ma a prezzi bassi? Allora è proprio il caso di dare un’occhiata al prodotto più economico della nostra classifica, proposto dal nuovo marchio Amazon Basics. Si tratta infatti di una confezione da 100 fogli di carta fotografica 10×15 centimetri con finitura lucida, e fin qui non si discosta molto da altre simili che si possono trovare nella stessa fascia di prezzo. 

La sua particolarità, però, sta nel fatto che possiede una grammatura quasi analoga a quella delle carte fotografiche professionali; queste ultime, infatti, hanno un peso di 255 grammi per metro quadrato mentre la Amazon Basics ha un peso di 250 grammi per metro quadrato, quindi sotto questo aspetto non segue affatto lo standard delle carte fotografiche economiche, pur appartenendo alla loro stessa fascia di prezzo. Qualitativamente parlando è un’ottima carta, ma sempre nell’ottica dell’uso amatoriale.

 

Pro

Grammatura: Uno degli aspetti più apprezzati della proposta di Amazon Basics è il peso, che è praticamente analogo a quello delle carte fotografiche usate dai laboratori di stampa professionali.

Prezzo: Nonostante sia superiore agli standard della sua fascia di appartenenza, che è quella economica, la carta Amazon Basics è disponibile a un prezzo inferiore rispetto a quello dei prodotti della concorrenza.

Glossy: La finitura è lucida ma non appiccicosa e assorbe bene gli inchiostri senza sbavature; grazie allo spessore maggiorato, inoltre, risulta anche più durevole rispetto alle carte che hanno una grammatura inferiore.

 

Contro

Specifica: Come capita per altre carte fotografiche con caratteristiche analoghe, è destinata solo all’uso amatoriale domestico ed esclusivamente per stampare fotografie.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Carta fotografica adesiva

 

5. PPD Photo Paper Direct A4 PPD-36-10 carta vinile adesiva

 

LA PPD-36-10 è una carta fotografica adesiva prodotta dalla ditta inglese Photo Paper Direct, e nello specifico si tratta di una carta in vinile con finitura semitrasparente lucida e il retro autoadesivo, in grado di aderire alla perfezione su qualsiasi superficie non porosa.

La carta è compatibile con le stampanti a getto d’inchiostro Epson, HP, Canon, Kodak, Lexmark e altre marche, inclusi i relativi inchiostri; non è adatta, però, per le stampanti laser. Le sue caratteristiche la rendono ideale per la creazione e la stampa di etichette per barattoli e bottiglie oppure adesivi per decorare le finestre, in quanto la finitura lucida semitrasparente esalta i colori e la parte adesiva esercita una presa maggiore e più resistente sulla superficie liscia del vetro. L’unica pecca è che non tutti gli inchiostri attecchiscono bene sulla superficie, specialmente se provengono da cartucce rigenerate o comunque non originali.

 

Pro

Autoadesiva: Se vi occorre una carta fotografica per realizzare stickers, etichette o foto adesive, allora la PPD è proprio quella che fa al caso vostro; aderisce perfettamente a tutte le superfici non porose, ma la resa migliore è sul vetro.

Formato: I fogli sono di misura A4, in base alle dimensioni delle etichette o degli adesivi, quindi, permettono di stamparne un discreto numero che poi possono essere ritagliati e incollati dove occorre.

Prezzo: Nonostante la confezione contenga soltanto 10 fogli, il prezzo è di gran lunga più conveniente rispetto a quello delle carte fotografiche adesive prodotte da altre ditte.

 

Contro

Inchiostri: Non tutti gli inchiostri riescono ad attecchire come si deve, purtroppo, meglio usare sempre gli originali quindi, preferibilmente quelli a base di resina.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Carta fotografica 13×18

 

6. Koala carta fotografica lucida 13×18 confezione da 100 fogli

 

Quella prodotta dalla ditta Koala è una carta fotografica destinata esclusivamente alla stampa delle foto; le dimensioni dei fogli, infatti, sono nel classico formato di stampa da 13×18 centimetri.

La Koala ha una finitura extra lucida e un peso di 200 grammi per metro quadrato; a dispetto di come possa presentarsi a prima vista, però, si tratta comunque di un carta fotografica 13×18 di qualità amatoriale ed è compatibile esclusivamente con le stampanti a getto d’inchiostro. Il suo pregio principale sta soprattutto nel prezzo infatti, che definire irrisorio è quasi un eufemismo, specialmente considerando che la confezione include ben 100 fogli.

Essendo una carta economica, però, è caratterizzata dalla grammatura inferiore allo standard di quella fotografica professionale; questo significa che, a seconda della stampante, può dare problemi nel caricamento in quanto i rulli fanno fatica a prenderla, e di conseguenza potrebbe causare inceppamenti se inserita nel cassetto di alimentazione.

 

Pro

Economica: Il prezzo è tra i più convenienti che si possa trovare, soprattutto perché la confezione è costituita da ben 100 fogli. È consigliata soprattutto a chi ha molte foto da stampare ed è più attento al risparmio che non alla qualità.

Extra lucida: La finitura è extra lucida, in modo da offrire il massimo della resa nell’esaltazione dei colori; la carta, ovviamente, è compatibile con tutte le stampanti a getto d’inchiostro, ma non con quelle laser.

Colori brillanti: La texture della carta permette agli inchiostri di asciugare in fretta e di non lasciare aloni o sbavature; inoltre è anche resistente all’acqua.

 

Contro

Grammatura: Il peso contenuto di questa carta potrebbe dare problemi nel caricamento e causare eventuali inceppamenti; meglio quindi caricare i fogli singolarmente e a mano.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Carta fotografica opaca

 

7. PPD Photo Paper Direct A4 PPD-45-20 carta fotografica fronte-retro

 

La PPD-45 è una carta fotografica prodotta dalla ditta inglese Photo Paper Direct ed è realizzata in modo da presentare entrambe la facciate di uguale consistenza, in modo da renderla adatta per la stampa fronte-retro.

Il formato A4 e la finitura opaca, inoltre, la rendono ideale per la stampa di pagine per opuscoli, pamphlet e cataloghi, oltre che di fotografie a formato intero. La confezione oggetto della nostra recensione è quella da 20 fogli e ha un prezzo ben proporzionato alla qualità della carta; quest’ultima ha un peso di 210 grammi per metro quadro infatti, leggermente superiore alla media standard delle carte fotografiche economiche ma comunque lontano da quello delle professionali.

Ovviamente è compatibile soltanto con le stampanti a getto d’inchiostro ed è consigliata soltanto per l’uso amatoriale o per uso aziendale interno, per stampare presentazioni oppure opuscoli e prospetti informativi.

 

Pro

Prezzo: La confezione da 20 fogli ha un costo decisamente irrisorio, quindi è consigliata soprattutto a coloro che la usano spesso e preferiscono rinunciare all’alta qualità in favore del risparmio.

Versatile: A parte l’uso domestico, è una carta fotografica ideale per gli uffici, in quanto è ottima per stampare grafici, opuscoli, presentazioni, flyer e altro ancora, inclusi calendari e album da rilegare.

Caratteristiche: La carta ha la finitura applicata su entrambe le facciate, in modo da consentire la stampa fronte-retro, inoltre la texture è opaca e permette agli inchiostri di asciugare rapidamente.

 

Contro

Non professionale: Le caratteristiche della carta fotografica PPD sono buone, ma non al punto da permetterle di essere adoperata per le stampe professionali.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Carta fotografica Polaroid

 

8. Polaroid Premium ZINK carta fotografica per fotocamere istantanee 

 

All’ultimo posto della nostra classifica troviamo la carta fotografica Polaroid Premium ZINK, fatta apposta per le fotocamere istantanee che usano il formato 2 x 3 pollici, equivalente a 5 x 7,6 centimetri.

Si tratta infatti di una confezione con due cartucce di carta fotografica da 10 fogli ognuna, per un totale di 20 fogli; le cartucce sono compatibili con le fotocamere Zip, Snap, Snap Touch, Z2300 e Mint Instant Print, tutte prodotte dalla Polaroid. La carta è realizzata con la nota tecnologia Zero-Ink brevettata dalla ditta Polaroid, che stampa la foto senza inchiostri, e sulla parte posteriore è adesiva, in modo da poterla incollare sugli album e nei diari.

La resa dei colori e la durabilità sono di buon livello, anche il costo è ben proporzionato alla qualità; l’unica pecca di questa carta, quindi, è rappresentata dal formato, che ne limita l’uso con le sole fotocamere Polaroid citate in precedenza.

 

Pro

ZINK: La parola ZINK sta a indicare la tecnologia brevettata Polaroid Zero Ink, grazie alla quale le foto vengono stampate senza inchiostri con un procedimento che in principio è simile a quello della stampa fotografica chimica.

Qualità: La resa cromatica della carta Polaroid Premium Zink è ottima, i colori sono vividi e brillanti; inoltre le stampe risultano eccellenti anche in termini di durabilità.

Convenienza: La confezione da 20 fogli, costituita da due cartucce contenenti 10 fogli ognuna, è venduta a un prezzo ben proporzionato alla qualità.

 

Contro

Solo Polaroid: Purtroppo questa carta è compatibile soltanto con le fotocamere istantanee Polaroid che adoperano le cartucce di questo specifico formato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere le migliori carte fotografiche

 

Per sapere quale carta fotografica comprare, tra tutte quelle attualmente disponibili in commercio, è importante conoscere alcuni aspetti fondamentali che riguardano le loro caratteristiche e il grado di resa che possono offrire.

La carta fotografica professionale

Innanzitutto bisogna dire che a differenza di quella normale, inclusa quella patinata, la carta fotografica ha un costo nettamente superiore, soprattutto quando questa è destinata all’uso professionale. Parlando di stampa fotografica professionale, questa può essere di due tipi: a inchiostri oppure chimica.

La stampa professionale a inchiostri si suddivide a sua volta in stampa laser e stampa a getto, mentre la stampa chimica, o a sublimazione, rappresenta il metodo per eccellenza visto che è quello adoperato fin dalle origini.

Dal punto di vista puramente oggettivo, invece, una delle caratteristiche primarie della carta fotografica professionale sta nel peso, il cui standard è fissato a 255 grammi per metro quadrato; la sua consistenza, quindi, è più vicina a quella del cartoncino che non alla carta vera e propria.

Il suo costo elevato è dovuto sia a questo fattore sia al fatto che essa subisce dei particolari trattamenti, soprattutto quando è destinata alla stampa chimica; un classico esempio è rappresentato dalla carta fotografica Kodak usata nei laboratori di stampa professionale, il cui costo oscilla dai 45 ai 60 euro o più per un rotolo largo 40,64 centimetri e lungo 30,5 metri. Questa carta viene venduta in rotoli infatti, e usata all’interno delle macchine da stampa con processo analogico a bagno acido. La carta fotografica professionale fatta per le stampanti laser o a getto d’inchiostro, invece, è altrettanto costosa.

 

Le carte fotografiche di fascia economica

Non tutte le carte fotografiche che si trovano nella fascia economica sono qualitativamente inferiori però, ed essere consapevoli di questo aspetto è importante per capire come scegliere una buona carta fotografica senza essere costretti a spendere un capitale.

I fotografi professionisti, per esempio, di solito non acquistano questo tipo di carta perché hanno elevati standard da rispettare con la loro clientela; ciò non toglie che nella fascia media di mercato esistano carte fotografiche prodotte da ditte blasonate, in particolar modo Canon e Epson, che sono caratterizzate da una qualità professionale nonostante siano fatte per la stampa laser e a getto d’inchiostro.

L’utenza domestica, invece, ha delle esigenze completamente diverse e meno articolate. In questo caso è preferibile orientarsi verso le carte fotografiche di fascia medio-bassa; queste di solito si distinguono soprattutto perché hanno uno standard di peso inferiore, 200 grammi per metro quadrato invece che 255, e perché di solito sono compatibili esclusivamente con le stampanti a getto d’inchiostro.

Bisogna comunque fare attenzione a non puntare sempre al risparmio a tutti i costi, perché la resa di una carta fotografica dipende anche dal tipo di inchiostri e dalla stampante che si adopera.

 

 

 

Come stampare foto su carta fotografica

 

I driver di stampa

La cosa più importante da sapere, ai fini di un corretto utilizzo della carta fotografica, è che a differenza dei documenti le foto hanno bisogno di impostazioni diverse per essere stampate così come si vedono sullo schermo del computer. Quest’ultimo, infatti, essendo retroilluminato fa apparire i colori più vividi e brillanti, e la foto appare più chiara di quello che in realtà risulta una volta stampata, perché la carta viene illuminata solo frontalmente. A seconda del tipo di programma con cui si aprono le foto, inoltre, si ha accesso a diversi tipi di driver, cioè delle applicazioni specifiche che permettono la modifica delle impostazioni di stampa.

I driver delle stampanti tendono a essere generici, quindi offrono una serie di impostazioni standard che offrono risultati ottimizzati ma di medio livello. I driver migliori per la stampa delle fotografie sono quelli dei software di fotoritocco, come il Photoshop o il Lightroom, i quali permettono di variare i parametri della foto in modo compensare la mancanza di luminosità naturale delle stampe.

Il caricamento della carta

I driver hanno anche una sezione specifica riservata al tipo di carta caricata nella stampante; di solito possiedono addirittura un elenco con la maggior parte dei tipi che si trovano in commercio, in modo da poter adattare i parametri di stampa alle caratteristiche precise di ogni carta. Per diversi motivi, ovviamente, non tutte quelle in commercio sono presenti negli archivi dei driver, specialmente se la stampante o la carta stessa sono dei prodotti a basso costo.

A differenza della carta comune, inoltre, quella fotografica potrebbe creare dei problemi di compatibilità; a dispetto della loro universalità, infatti, le carte economiche delle marche minori spesso creano problemi di inceppamento quando sono inserite nel cassetto dell’alimentazione automatica. Per ottenere risultati migliori conviene sempre usare carte fotografiche originali, cioè prodotte dalla stessa ditta della stampante adoperata.

 

Il consumo dell’inchiostro

L’aspetto più importante nella stampa fotografica è l’inchiostro, sia in termini di resa sia per quanto riguarda il consumo delle cartucce. Cominciamo subito col dire che gli inchiostri rigenerati e quelli non originali, non sono assolutamente in grado di garantire un buon risultato di stampa; per quanto riguarda il consumo, invece, questo è un problema che affrontano in molti.

Di solito le cartucce originali indicano un determinato numero di stampe come autonomia, ma quando si va a stampare foto, invece, queste sembrano consumarsi dopo pochissime stampe. Questo accade perché i driver non vengono impostati correttamente; può capitare, per esempio, che si invii il segnale di stampa di una foto in formato RGB, quindi a tre canali di colore, a una macchina che invece stampa in formato CMYK, cioè a quattro canali di colore, oppure a una che stampa addirittura in esacromia, cioè ha sei diverse cartucce di inchiostro, una per ogni canale.

In questo modo il consumo è praticamente decuplicato; la cosa da fare, quindi, è allineare i canali colore della foto a quelli della stampante prima di procedere. Un ulteriore metodo per ottenere il risultato di stampa migliore con il minimo consumo di inchiostro, inoltre, è quello di scaricare i driver di stampa PCL, che è uno dei migliori per la stampa delle immagini, e PostScript, che permette di stampare alla massima risoluzione consentita dalla stampante.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come inserire carta fotografica nella stampante?

La carta fotografica va caricata nell’apposito cassetto, orientata seguendo le guide dei formati riportate sullo stesso; dal momento che ogni stampante è a sé, per la procedura di caricamento è importante fare fede al manuale delle istruzioni. Le carte fotografiche non originali potrebbero creare dei problemi, per esempio i rulli potrebbero fare fatica a prendere i fogli e questo potrebbe causare inceppamenti; se non è possibile usare quella originale, quindi, è meglio eseguire il caricamento della carta a mano inserendo i fogli nell’apposita slitta, un foglio per volta.

Che differenza esiste tra carta fotografica e carta patinata?

La carta patinata è caratterizzata da una superficie liscia con finitura semi-lucida, ma si tratta comunque di carta normale, solitamente con un peso che non supera i 180 grammi metro quadrato. La carta fotografica, invece, ha un peso minimo di almeno 200 grammi per metro quadrato; quella professionale per la stampa chimica ha un peso di 255 grammi per metro quadrato, mentre quella per le stampanti laser e a getto d’inchiostro varia a seconda dei casi, dai 200 grammi in su. La finitura della carta fotografica, inoltre, può essere opaca, semi-lucida, lucida o extra-lucida.

 

Quanto costa la carta fotografica?

Il prezzo della carta fotografica varia a seconda del formato, del numero di fogli, del produttore e della destinazione d’uso. Le carte fotografiche professionali possono costare dai 50 ai 100 euro o anche di più, a seconda delle caratteristiche; quelle per uso generico, invece, hanno un prezzo che varia dai 5 ai 50 euro circa.

 

Quanti formati di carta fotografica esistono?

La carta fotografica per stampanti a getto d’inchiostro si può trovare sia nei classici formati tipografici A3, A4 e varianti, sia nei formati prettamente fotografici 2R, 3R, 4R, 5R, 6R, 8R, S8R/A4 e 10R, equivalenti rispettivamente alle dimensioni 6,35 x 8,89 cm, 8,89 x 12,7 cm, 10,5 x 15,2 cm, 12,7 x 17,8 cm, 15,2 x 20,3 cm, 20,3 x 25,4 cm, 20,3 x 30,5 cm e 25,4 x 30,5 cm; ovviamente è possibile trovare formati di dimensioni superiori, soprattutto tra le carte fotografiche destinate a uso professionale.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI