Un mouse per combattere lo stress

Ultimo aggiornamento: 08.12.19

 

Cliccare tasti può essere un buon modo per scacciare lo stress. Per questo qualcuno ha pensato bene di inventare il Masta Box. Scopriamo cos’è.

 

Con l’arrivo del web e l’avanzare della tecnologia che ormai ci porta diverse tipologie di intrattenimento direttamente in casa, i classici antistress sono stati messi in secondo piano, sebbene siano ancora venduti sul mercato. Le palline da schiacciare e tenere in mano, che in molti utilizzavano per scaricare un po’ la tensione, sono state sostituite dal costante click sul mouse e dallo scorrere frenetico delle pagine del browser.

 

Su internet, senza rilassarsi

Molti studi affermano che la navigazione senza regole, sebbene possa distrarre, porti a condizioni di stress dato che non si tratta propriamente di un attività rilassante.

I continui stimoli ricevuti dalla miriade di informazioni presentate sotto forma di video, immagini e testo possono contribuire a creare un senso di disorientamento nell’utente, specialmente nei più giovani che si trovano bombardati e non riescono a filtrare i contenuti. Il computer ormai è il nostro più diretto vicino, specialmente di chi lavora in ufficio o da libero professionista che si vede costretto ad ore e ore davanti al monitor.

Se da una parte i PC ed il web hanno facilitato il lavoro, non di certo ne hanno abbassato i ritmi, anzi forse li hanno addirittura aumentati. Le aziende entrano in contatto molto più facilmente con i nuovi clienti, mentre i freelance possono sfruttare diversi portali per cercare nuove opportunità lavorative. Il problema è che spesso, dopo una giornata passata al PC, si continua comunque a stare davanti ad uno schermo, magari passando dal monitor al televisore.

Netflix e il binge watching

Parlando della televisione, probabilmente alcuni di voi avranno già sentito il termine ’binge watching’ relativo alle serie TV. ‘Binge’ in inglese si associa spesso ai disturbi alimentari ed è stato facile associarlo anche al contesto dell’entertainment per descrivere la visione di una puntata dietro l’altra di una o più serie televisive. Questa attività viene considerata spesso dannosa, perché porta l’utente a stare ore e ore attaccato al televisore, dimenticandosi completamente del tempo. E non si tratta di vedere tre puntate di fila, spesso si arriva a vedere un’intera serie dalla durata complessiva di più di dieci ore.

Sul Binge watching si è anche provato a fare marketing durante i primi anni di vita di Netflix, invogliando gli utenti a farlo come se fosse una moda. D’altronde è difficile resistere alla possibilità di scegliere tra una vasta gamma di serie TV e poter guardare tutti gli episodi senza l’effetto cliffhanger tipico delle serie televisive.

I danni riportati dalle ore passate al PC o davanti al televisore non sono comunque da sottovalutare, per questo ci sono alcune ditte che stanno provando a rilanciare i vecchi antistress per poter distendere i nervi in modo più sano per poter alternare momenti di intrattenimento multimediale a qualcosa di più distensivo.

 

Strumenti per distrarsi dallo schermo

È il caso dei fidget spinner, delle ‘trottole’ ad elica dal design moderno che al lancio hanno spopolato soprattutto tra i più giovani per poi venire valutati come buoni antistress anche dagli adulti. Il loro meccanismo era semplice, bastava dare un colpo all’elica per farla girare e poi metterli su un piano per vederli muoversi. Con i fidget spinner si può fare di tutto, anche qualche ‘trick’ spettacolare, inoltre la varietà di modelli presenti in commercio permette di scegliere quello più adatto ai propri gusti e al budget.

Nel giro di poco tempo però i fidget spinner sono stati dimenticati, ma la colpa non è certo loro quanto del periodo in cui viviamo dove ogni moda viene rapidamente sostituita da un’altra e tutto è passeggero.

 

L’evoluzione dello spinner

E se invece si provassero a unire antistress e periferica per il controllo di computer e dispositivi? Forse non tutti sanno però dell’esistenza del fidget cube, il diretto discendente del fidget spinner e prediletto dai manager della Silicon Valley.

Il cubo è dotato di leve analogiche, joystick e tasti da premere, ideato per simulare il movimento delle mani su un gamepad di un videogame che può risultare estremamente rilassante. Si tratta di un antistress sicuramente più complesso del fidget spinner, ma allo stesso tempo più interessante. Il fidget cube a molti sconosciuto, si è recentemente presentato sul mercato sotto forma di Masta Box.

Il progetto lanciato sul celebre sito di crowdfunding Kickstarter si presenta con cinque facce sulle quali muovere le dita per rilassarsi. Su una di queste si troverà una semisfera e su un’altra un joystick che si potranno maneggiare per aumentare il relax e distrarsi.

Ecco il Masta Box

Il Masta Box non differisce molto dal fidget cube, ma permette di connettersi a computer o a dispositivi mobili per controllarli a distanza. Quindi il dispositivo avrà una doppia funzione e potrebbe risultare molto comodo specialmente per i giochi e le applicazioni su Android. Uno dei suoi vantaggi più apprezzabili sono le dimensioni estremamente compatte che consentono di portarlo ovunque si vada senza alcun ingombro.

Lo si potrà infatti tenere spento per usarlo come semplice antistress, per poi accenderlo e collegarlo ad un dispositivo per prenderne il comando. Il prodotto è già in vendita ad un costo abbastanza ridotto, con spedizioni partite a novembre del 2018 per i vari sostenitori del progetto. Se avrà successo, probabilmente verrà commercializzato su una scala più ampia, resta solo da vedere quanto potrà tornare davvero utile agli utenti.

I progetti finanziati su Kickstarter per i nuovi dispositivi sono molto interessanti, ma solitamente una volta raggiunti i fondi, la vendita del prodotto non va oltre le copie pre-ordinate nella fase di finanziamento. Il Masta Box sembra una buona idea, ma non avrà certo vita facile vista la quantità enorme di periferiche già presenti sul mercato. Inoltre bisogna anche fare una valutazione sui materiali utilizzati per la sua produzione e se effettivamente sarà in grado di durare nel tempo.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...