Stampanti: a getto d’inchiostro o laser?

Ultimo aggiornamento: 19.06.19

 

Prima di acquistare una nuova stampante per la casa o per l’ufficio occorre fare una distinzione tra i vari modelli presenti sul mercato, in modo da potersi orientare verso quello più adatto. Vista la quantità impressionante di stampanti disponibili prodotte dalle diverse marche, non è sempre facile capire quale comprare, soprattutto se si cerca un articolo con un buon rapporto qualità-prezzo. Il dubbio principale solitamente nasce proprio a causa delle due tipologie principali di stampante, ovvero a getto d’inchiostro (o inkjet) e laser. Cerchiamo di fare un po’ di luce su quali sono le differenze principali tra questi dispositivi, in modo da capire vantaggi e svantaggi di entrambi.

In linea di massima, le stampanti laser sono quelle più veloci, in grado infatti di stampare tantissime pagine in pochi minuti, ma allo stesso tempo però sono quelle con un prezzo più alto sul mercato. Per uffici o studi professionali con molti dipendenti e molti documenti da stampare, sono la soluzione migliore.

Dall’altra parte, le più comuni e conosciute stampanti a getto d’inchiostro sono decisamente più lente, ma hanno un prezzo molto conveniente che le rende adatte all’acquisto da parte di singoli utenti con un budget ridotto.

 

Stampanti a getto d’inchiostro

Con la presenza delle più performanti stampanti laser è lecito chiedersi perché orientarsi verso una stampante a getto d’inchiostro. Come per altri prodotti è sempre meglio capire quali sono le proprie necessità, ad esempio una stampante a getto d’inchiostro è ideale da tenere in casa giusto per creare qualche copia della carta d’identità o di pochi documenti.

Il prezzo molto conveniente rende questa tipologia particolarmente adatta per chi non vuole spendere troppo, ma anche per piccoli uffici che vogliono comprarne diverse da tenere in varie stanze. Il limite massimo dei colori dei modelli comuni è di quattro ma quelli professionali possono arrivare fino a sei, cosa che li rende molto gettonati tra designer, artisti e grafici. Esistono anche stampanti a getto d’inchiostro più veloci di quelle a laser, ma si tratta comunque di modelli molto costosi.

 

 

Stampanti laser

Il vantaggio principale delle stampanti laser sta nella loro velocità di stampa. I modelli più comuni possono arrivare a stampare 40 pagine al minuto, superando le sole 15 pagine al minuto delle stampanti inkjet. Il risvolto della medaglia è che questi dispositivi hanno un prezzo più alto, specialmente i modelli a colori.

Infatti per risparmiare si può optare per una stampante laser solo per documenti testuali e che quindi possa stampare solo in bianco e nero. Sono solitamente ideali per uno studio professionale o un ufficio dove è necessario stampare moltissimi testi o singoli documenti. Chi lavora in ambito grafico invece si vedrà costretto a spendere qualcosa in più. In questo caso però oltre alla velocità di stampa consigliamo di tenere conto della risoluzione e della precisione che potranno dare i migliori risultati per disegni, grafici o immagini.

Stampanti laser e a getto d’inchiostro solitamente sono configurate per stampare solo documenti A4, i modelli professionali invece sono in grado di lavorare su diversi formati come l’A3, sebbene questa caratteristica aumenti il prezzo del prodotto.

 

Stampanti multifunzione

Probabilmente avrete già visto in commercio o in qualche ufficio delle enormi stampanti in grado di coprire una diverse serie di funzioni. Questi modelli chiamati appunto ‘multifunzione’ uniscono scanner e fotocopiatrice alla stampante, in alcuni casi è presente anche un fax. In generale i  modelli adibiti ad un utilizzo privato includono solo lo scanner, mentre quelli professionali dispongono anche di fotocopiatrice e fax.

Le dimensioni di una stampante multifunzione professionali sono parecchio ingombranti, specialmente quelle con diversi cassetti per la carta. Può anche capitare che la stampante sia più performante in alcune funzioni rispetto ad altre, un difetto molto comune nei modelli venduti a prezzo basso e adibiti ad un utilizzo domestico.

 

 

Caratteristiche importanti

Oltre alla velocità e alla risoluzione, ci sono diverse caratteristiche delle quali tenere conto, tra le quali la connettività, la qualità dei materiali e gli effettivi costi dei toner. Stampanti con connessione wi-fi sono indispensabili per un ufficio, dato che si dovranno collegare moltissimi PC per consentire a tutti i dipendenti di usufruire della stessa stampante. In realtà anche in casa può tornare molto utile, dato che risparmia l’utilizzo di cavi di collegamento che possono risultare ingombranti. Per facilitare l’utilizzo delle varie funzioni si possono anche scaricare programmi o app utili sul PC, magari dallo stesso sito del produttore.

La qualità dei materiali dipende dal prezzo del prodotto, per questo è ideale puntare su una via di mezzo senza andare troppo sul risparmio. Una stampante di bassa qualità potrà durare uno o due anni, sempre che si faccia una buona manutenzione. Meglio fare una ricerca più accurata per scegliere il prodotto con il miglior rapporto qualità-prezzo.

Ora veniamo alla parte dolente: il costo dei toner. Avrete notato che i prezzi delle cartucce sono molto alti, ma su questo punto non c’è molto da fare. Si possono cercare offerte che propongono toner in blocco a prezzi conveniente, o magari comprare cartucce non originali, assicurandosi però che vadano bene con la stampante.  

Per finire, consigliamo sempre di avere una buona cura della stampante e cercare di mantenerla pulita, in modo che la polvere non rovini gli ingranaggi e i meccanismi. Le stampanti laser (lista dei migliori prodotti) hanno bisogno di cura per mantenere la velocità di stampa iniziale che potrebbe diminuire dopo svariati utilizzi. La pulizia è di primaria importanza specialmente se si utilizza molto spesso il dispositivo. Allo stesso modo è una buona idea tenere la stampante aggiornata a livello di software con i nuovi driver.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...