Scanner e PDF, accoppiata vincente

Ultimo aggiornamento: 18.11.19

 

Vediamo come fare a creare file PDF con le giuste applicazioni e siti web per la scansione dei documenti.

 

Sebbene sia uno strumento utilizzato per lo più nel mondo del lavoro, lo scanner può tornare sempre utile anche in ambito domestico o per gli utenti singoli, visto che ormai i documenti cartacei stanno lentamente cedendo il passo a quelli digitali. Sono sempre di più le aziende o i professionisti che richiedono importanti documenti via e-mail, inoltre vista la rapidità del web anche enti e uffici pubblici si stanno adattando al digitale. Questo vuol dire che gli utenti si vedono spesso costretti a dover scansionare fogli cartacei per poterli spedire immediatamente.

Vista la frenesia della vita moderna che ci costringe a correre da una parte all’altra, può tornare utile avere un piccolo scanner a portata di mano per poter acquisire file di testo al volo e spedirli immediatamente anche se non si è al PC. Ma come fare? Semplice, tramite uno smartphone.

Gli smartphone sono il simbolo della vita moderna, dei mini computer in grado di tenerci sempre collegati al web senza sosta. Sebbene siano a volte un po’ ‘soffocanti’ e insieme ai social stiano ‘riprogrammando’ il nostro modo di pensare e reagire, gli smartphone possono tornare molto utili. Dispongono di una serie di app che facilitano la vita all’utente in svariate situazioni e fanno fronte a diverse esigenze.

 

Le giuste applicazioni

Non tutti sanno che esistono ottime app per la scansione e l’acquisizione di documenti cartacei. Trasformando il proprio smartphone in uno scanner in miniatura sarà possibile ottenere documenti importanti da mandare via e-mail senza dover per forza scansionare con un dispositivo più grande.

 

 

Queste app particolari sfruttano la tecnologia OCR, acronimo per Optical Character Recognition che come si può intuire, riesce a riconoscere i caratteri di un documento salvato come immagine e trasformarli in testo. Quindi se ad esempio abbiamo fotografato un testo su un foglio, magari di una lettera, l’app OCR riuscirà a convertire quella foto in un file editabile, mantenendo comunque il layout del testo originale.

Con queste comode app si potrà quindi trasformare il proprio smartphone in un piccolo scanner portatile da tenere pronto per qualsiasi evenienza. Vediamo quali sono quelle più gettonate al momento.

Tra le più utili e veloci troviamo Google Keep che consente di scattare una foto e recuperare il testo dell’immagine in pochi click sul touchscreen. L’app estrapola il testo da qualsiasi fotografia scattata a delle pagine di testo e lo trasforma in un documento per il blocco note. Il vantaggio principale di Google Keep sta nell’incredibile velocità di acquisizione del testo, sebbene non riesca a mantenere il formato del testo come un vero e proprio scanner. È molto comoda nel caso si voglia memorizzare una parte particolare di un documento o di un foglio, magari un menu da mandare agli amici o qualche appunto per la scuola.

Per sfruttare la vera tecnologia OCR si può optare per altre app più potenti come Office Lens o Adobe Scan. La seconda in particolare si può scaricare gratuitamente dallo store di Google per cellulari Android e permette di creare dei veri e propri file PDF per il proprio smartphone.

L’acquisizione del documento avviene tramite la fotocamera, in seguito la fotografia viene ottimizzata e trasformata con l’OCR in un documento da inviare via e-mail o da salvare. Risulta molto utile nel caso si debba fare una scansione della carta d’identità, o di una particolare pagina da mandare al volo. Il pregio di Adobe Scan e Office Lens sta nella possibilità di acquisire anche immagini o testo con immagini. Ovviamente è necessario che la fotografia scattata con la fotocamera abbia la giusta luminosità e contrasto, in modo da rendere la formattazione ottimale.

 

La trasformazione del PDF

Oltre a queste app per smartphone, esistono anche diversi programmi online per trasformare i documenti PDF in file di testo editabile. Quante volte ci capita di dover sistemare dei PDF o di doverli convertire in word, con risultati spesso disastrosi?

Il PDF è solitamente un formato chiuso, ideato proprio per lo scambio sicuro di documenti digitali impossibili da editare. Sebbene programmi come Adobe Acrobat permettano di inserire piccole modifiche al testo, non ci sono molti modi per cambiare drasticamente un documento PDF come se fosse un word. D’altronde se si potesse fare facilmente, si perderebbe tutta l’utilità di questo formato.

 

 

Se però a lavoro o nel privato ci troviamo a dover rieditare un testo da PDF, ci si potrà avvalere di qualche comodo programma. Per esempio con SmallPDF che troviamo a questo indirizzo https://smallpdf.com sarà possibile accedere ad una vastissima gamma di funzionalità per la conversione dei file. Con Google Chrome sarà anche possibile aggiungere un’estensione per avere il programma sempre a portata di mano. Per utilizzarlo, basta selezionare una delle varie opzioni e trascinare il file da convertire nell’apposito spazio, o magari selezionarlo dal PC, Google Drive o Dropbox. Il sito è abbastanza pulito, quindi sarà possibile navigarlo e utilizzarlo senza venire sommersi da una marea di fastidiosi ad.

Un altro programma molto utile è il nuovissimo IceCream PDF Editor, completamente gratuito e che ha già ricevuto numerose lodi per le sue qualità. L’applicazione rivoluzionaria consente di modificare i contenuti di un PDF con facilità, applicandole direttamente sul file senza la necessità di dover convertire.

Compatibile con Windows 10 e Windows 7, pesa solo 75 MB di spazio e funziona anche su PC poco potenti. Per utilizzarlo sarà sufficiente aprire il programma, scegliere il PDF da modificare e in seguito avvalersi delle diverse opzioni, tra le quali si trovano la modifica dei caratteri e della posizione del testo, aggiungere post it o addirittura cancellare intere pagine del documento.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...