Resta più tempo in piedi e dimagrirai!

Ultimo aggiornamento: 17.08.19

 

Come perdere 10 chili in 4 anni, senza andare in palestra e senza seguire diete “da fame”

 

Sembra un paradosso, eppure stare in piedi potrebbe aiutarvi a perdere peso, soprattutto se siete abbastanza restii a frequentare una palestra. Come mai? Pare che in questo modo si consumi una maggiore quantità di calorie per cui, alla lunga, i benefici si traducono in un effettivo dimagrimento.

 

Lo studio australiano

La Deakin University di Melbourne, in collaborazione con il National Health and Medical Research Council, ha monitorato circa 231 lavoratori, incitandoli a stare più in piedi e meno seduti, grazie anche all’aiuto di alcune scrivanie verticali. Di cosa si tratta? Proprio di scrivanie che permettono di lavorare in piedi anziché stando comodamente seduti.

Come risultato, gli impiegati hanno passato un’ora in meno al giorno a stare appollaiati, con livelli di grassi e glucosio nel sangue notevolmente ridotti rispetto ai colleghi che invece hanno continuato a usare la scrivania tradizionale.

Questo studio è stato successivamente pubblicato dallo Scandinavian Journal of Work, Environment and Health, sottolineando come questi cambiamenti dovrebbero essere introdotti almeno per il 20% dei lavoratori del paese.

Il costo sarebbe di circa 344 dollari australiani, ovvero di 223 euro, per persona e il grande vantaggio è quello di salvare ben 7.500 anni di vita perché si avrebbe una riduzione delle malattie strettamente legate al sovrappeso, una fra tutte l’obesità.

 

 

Gli studi effettuati in seguito non hanno fatto altro che confermare quanto già si era ipotizzato: si spendono più calorie stando in piedi e non seduti. Francisco Lopez-Jimenez, cardiologo della Mayo Clinic di Rochester, ha analizzato proprio i risultati ed è giunto ad alcune conclusioni, successivamente pubblicate sull’ European Journal of Preventive Cardiology.

Ciò che ha riportato il dottore è che, su un campione di circa 1.200 volontari normopeso, analizzati in circa 46 studi, il consumo calorico al minuto stando in piedi è di 0,15 calorie in più. Non si tratta di dati eclatanti ma è pur vero che, se non si stesse sei ore in ufficio seduti ma in piedi, si consumerebbero 54 calorie in più ogni giorno.

Se moltiplichiamo questo valore per un anno, il dimagrimento è di circa due chili e mezzo, se lo moltiplichiamo per quattro anni, parliamo di ben dieci chili.

 

Fare sport senza muoversi

Come sostiene sempre Lopez-Jimenez, in realtà stando in piedi non si sta veramente fermi, ma si compiono tanti micro movimenti che comportano un dispendio energetico a livello muscolare. Aggiustare la postura o modificare la posizione delle gambe, spostarsi per gettare una carta, sono tutti gesti che aiutano a bruciare una maggiore quantità di calorie.

Per questa ragione spesso si ricorda quanto sia importante fare delle pause durante le ore di ufficio, non solo per sgranchirsi le gambe ma anche per permettere al sangue di non ristagnare troppo nella zona inferiore del corpo.

La scelta di una scrivania con piano alzabile, fino a permettere di lavorare in piedi, è una soluzione giusta secondo chi si preoccupa della diminuzione del tempo da trascorrere a praticare attività fisica.

 

Le cattive abitudini alla scrivania

Stare sempre seduti alla scrivania implica inoltre fomentare alcune cattive abitudini che non faranno altro che peggiorare la qualità di vita e anche lo stato di salute. Una di queste è saltare la colazione, che è il pasto principale della giornata, in quanto non solo accelera il metabolismo, ma aiuta anche a non rimanere a secco di energie durante la mattinata.

Molto spesso si appoggia il viso sul palmo della mano oppure si chiude la mano a pugno e ci si sprofonda la guancia: questo gesto, che può apparire innocuo, invece aiuta i batteri a proliferare sulla pelle, soprattutto quella che è più soggetta a irritarsi e all’acne.

Un’abitudine davvero sconsigliata, per quanto diffusa, è quella di pranzare seduti alla scrivania: anche se avete del lavoro arretrato, staccare non farà altro che ricaricare il cervello e aiutarvi a riprendere l’attività con le cellule cerebrali più riposate.

La necessità di mantenere una buona postura spesso si scontra con l’abitudine di stravaccarsi sulla sedia, che può causare contratture e infiammazioni, soprattutto se si tende a farlo con una certa frequenza.

Quando gli occhi sono stati a lungo davanti al computer e iniziano a bruciare, meglio alzarsi e sciacquarli in bagno piuttosto che strofinarli. Facendo così, infatti, non farete altro che aiutare i batteri a proliferare, con la conseguenza di irritarli ancora di più e di causare anche brutte malattie come la fastidiosa congiuntivite.

 

 

Che dire poi quando si resta seduti per sei o otto ore di fila? Fare una pausa è obbligatorio se non si vogliono causare problemi cardiocircolatori o incrementare il rischio di sviluppare il diabete. Bisogna quindi prendere la buona abitudine di sgranchirsi le gambe, fare qualche passo, almeno ogni mezz’ora.

Se in ufficio c’è un animale, come un cane o un gatto, un altro pericolo risiede proprio nel suo pelo. Se volete fare una pausa e lo accarezzate, ricordate poi di lavare le mani per evitare di contaminare la vostra postazione con i germi che purtroppo si annidano sugli amici dell’uomo.

Quando dovete andare in bagno, non portate con voi il cellulare: non solo per staccare la mente al 100% ma anche perché non farete che accumulare batteri da diffondere poi alla vostra scrivania. Capiamo poi che apprezziate la vostra nuova sedia da ufficio (ecco la lista dei migliori prodotti), ma non è il caso di andare a lavoro anche quando avete un malanno: ben venga la diligenza, ma potreste contagiare altri colleghi, oltre ad allungare i vostri tempi di guarigione.

Non accavallate troppo spesso le gambe, perché potreste provocare dolori alla schiena e alzare la pressione sanguigna: mettete invece i piedi sul pavimento, con le ginocchia a formare un angolo di 90 gradi.

A causa della noia, potreste infine voler mangiare a tutte le ore, anche avanzi del pranzo: niente di peggio. Non solo potreste finire per prendere un’intossicazione alimentare, se il cibo è rimasto per troppo tempo all’aria aperta, ma sicuramente ingrasserete, con gravi conseguenze sulla vostra salute.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...