Per lavorare meglio si deve abbellire la propria scrivania

Ultimo aggiornamento: 15.11.19

 

La scrivania è il posto più frequentato da chi lavora assiduamente: come renderla più piacevole, funzionale e anche rilassante?

 

Il momento di mettersi alla scrivania non è mai piacevole, quando si tratta di dover lavorare. Probabilmente, però, se lo spazio sul quale eseguiamo la nostra attività fosse curato e gradevole sarebbe anche più funzionale e, forse, renderebbe più piacevole lavorare.

 

L’occhio critico

Probabilmente fate il gesto automatico di sedervi alla scrivania, senza fare caso a cosa ci è posizionato sopra. Provate allora a mettere in moto il vostro occhio e osservate cosa avete accumulato sulla sua superficie.

Sicuramente troverete documenti sparpagliati e anche polvere, in quanto non avrete fatto un check della situazione da tempo. Non dimenticate di considerare anche la seduta, che deve rispettare la vostra spina dorsale: in caso contrario è logico che la postazione di lavoro risulti essere ancora più scomoda.

Vediamo allora quali consigli possiamo darvi per rendere più agevole il luogo in cui passate sicuramente molte ore della vostra giornata.

 

 

La scrivania

Iniziamo proprio da lui, il tavolo sul quale tenete fogli, penne e computer: quali sono i criteri per scegliere il migliore? Prima di tutto dovrete considerare quanto spazio utilizzate, per stabilire se è meglio un modello più ampio o più corto.

Questo dipende molto anche dalla grandezza della stanza nella quale lo collocate: la struttura deve comunque essere solida e garantire di reggere tutto ciò che volete poggiarvi senza rischi.

Prediligete colori chiari, come il bianco o il sabbia, per dare più luce alla stanza e se avete intenzione di preferire qualcosa di semplice. Per essere originali, potrete invece optare per decorazioni in stile vintage, oppure per una superficie tendente all’azzurro, che non pecca mai per mancanza di eleganza.

Anche il grigio non è un colore da disdegnare, soprattutto se volete che l’ambiente sia sobrio e riposante per la vista. Non trascurate la possibilità di scegliere una scrivania ricca di cassetti, nei quali riporre in maniera ordinata i documenti o tutto ciò che non volete avere sempre sotto gli occhi. Questa soluzione è utile anche in assenza di spazio nella stanza.

 

La luce

L’ambiente nel quale lavorate deve sempre garantire di non affaticare gli occhi: il modo giusto per evitare che ciò accada è assicurarsi che la luce entri correttamente all’interno. Spesso però ciò non è possibile: in questo caso è opportuno scegliere una lampada a luce calda o fredda da porre sulla scrivania, oltre che guarnire la stanza con altri punti luce.

A sospensione o da terra, gli accessori devono consentire alla vista di non sforzarsi e di riposare quando si sta tante ore piegati o davanti al computer.

 

L’importanza delle piante

Ce lo insegnano gli Scandinavi, che riempiono i loro uffici con tanto verde: le piante aiutano a rilassarsi e rendono l’ambiente più vivibile. Non solo, perché alcune specie sono anche in grado di purificare la stanza, spesso ricettacolo di batteri.

Fate una piccola ricerca e verificate quali siano quelle più indicate per voi. Potrete sceglierne di piccole o grandi per riempire il vostro ambiente lavorativo e dargli un tocco di colore naturale.

 

Organizzare lo spazio

Come abbiamo detto all’inizio, probabilmente la vostra scrivania è piena di foglietti e abbastanza in disordine. Per renderla più funzionale, allora, è opportuno organizzarla in modo che sia tutto reperibile.

Via libera allora ai portapenne, che permettono di collocare in uno spazio definito la cancelleria. Se la scrivania non ha cassetti a disposizione, sfruttate l’ambiente circostante, collocando delle mensole o degli scaffali, se non una libreria, da occupare con cartelle e raccoglitori, nei quali mettere in ordine i documenti.

Se vi piacciono le soluzioni moderne, usate lo spazio in altezza, magari procurandovi una scala mobile, che possa farvi raggiungere tutti i punti possibili in sicurezza.

 

I materiali

Se amate l’arredamento classico non potrete che optare per il legno, ma se volete aggiungere un tocco di modernità potrete benissimo abbinarlo al metallo. Questo mette infatti a disposizione una grande resistenza e può essere scelto in molti colori, tra i quali sicuramente troverete la tonalità che vi farà apprezzare l’ambiente in cui lavorate.

Il legno, invece, offre un appiglio naturale e infonde un senso di tranquillità e un mood classico che non manca anche di romanticismo. Inoltre rende la stanza vivibile ed esteticamente molto appagante.

 

L’importanza degli accessori

Non siamo scontati se diciamo che il vostro ambiente, per apparire davvero vostro, deve rispecchiare la personalità di chi lo vive. Un modo per far sì che anche la scrivania e la stanza nella quale si trova parlino di voi è procurarsi gli accessori che più vi piacciono.

Iniziamo subito con il dire che non è necessario riempirla di oggetti superflui, come i souvenir, in quanto potrebbero piuttosto intralciare il piano sul quale lavorate. La scrivania (Controllare qui la lista delle migliori scrivanie del mercato) deve rimanere prettamente funzionale, per cui potrete scegliere, al massimo, di inserire un vaso con dei fiori o qualche piccola piantina grassa, per un po’ di colore.

Per il resto, pensate ad abbellire l’ambiente: in presenza di scaffali e mensole, ottimizzate lo spazio con separatori o punti luce, oltre che con vasi colorati. Usate le pareti per appendere quadri sobri, che non allontanino la vostra concentrazione.

Una lavagna classica o magnetica può essere utile per fare una lista delle priorità o delle cose da non dimenticare: questo elemento può anche costituire un accessorio che completi il vostro arredamento in maniera sobria e contemporanea.

 

 

La sedia

Migliorare la postazione di lavoro vuol dire anche procurarsi la sedia più indicata per non stare scomodi. Se dovete infatti trascorrere molto tempo al computer, la schiena deve mantenere una corretta postura e quindi non essere affaticata da posizioni innaturali.

Non prendete quindi una seduta a caso, ma optate per quelle pensate apposta per mettere comodo il corpo, sostenendo la colonna vertebrale e non affaticando la cervicale. Data la disponibilità sul mercato, non avrete difficoltà a trovare anche quella che più incontri il vostro gradimento estetico.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...