L’utilizzo dannoso del PC

Ultimo aggiornamento: 17.08.19

 

Stare ore e ore davanti al computer non fa bene alla vista e neanche ai nostri tendini, visto l’uso intensivo che facciamo del mouse e della tastiera.

 

L’arrivo dei PC nel mondo del lavoro e in seguito nella propria casa ha portato una serie di grandi comodità delle quali ormai non se ne può proprio fare a meno. Se domani dovessero disattivarsi tutti i computer e i server del mondo si perderebbero una quantità di informazioni di vitale importanza, le aziende si troverebbero in una situazione disperata e moltissimi conti in banca verrebbero automaticamente cancellati.

Il progresso degli ultimi vent’anni è strettamente legato al computer e alle varie tecnologie che ruotano intorno ad esso, con miglioramenti e nuove invenzione proposti ogni mese da diverse ditte del settore informatico. Ogni anno infatti sembra che ci sia qualcosa di innovativo, basta pensare all’arrivo del 4K che ha reso automaticamente il Full HD obsoleto, a suo tempo considerato comunque spettacolare.

 

Un’evoluzione che viaggia a velocità diverse

Sebbene nel campo dei computer si stia lavorando molto per rendere accessibile a tutti un hardware performante e capace, per quanto riguarda le periferiche esterne non sembra si siano trovate ancora delle soluzioni particolarmente efficaci per aumentare la cosiddetta ‘quality of life’. Mouse e tastiera sono rimasti fondamentalmente invariati nel corso degli anni, rimanendo l’unico modo efficace di utilizzare il PC o il Mac.

Per i videogame ci si può avvalere di diversi joypad, mentre i nuovi comandi vocali permettono di effettuare ricerche sul web in modo rapido ed efficace. Per il lavoro però si è costretti ancora a mettere le mani su questo dinamico e inseparabile duo che però può portare a dei problemi fisici di diversa entità.

 

 

Il mal di… mouse

Parliamo della temuta sindrome da tunnel carpale che affligge spesso lavoratori d’ufficio per le tantissime ore passate al PC senza pause. Questa particolare malattia si concentra sul nervo mediano che coinvolge pollice, indice medio e l’anulare portando a diversi sintomi come un leggero formicolio che può svilupparsi in dolore e portare ad un indebolimento generale della mano al punto da avere difficoltà nel prendere gli oggetti.

La sindrome del tunnel carpale si può presentare come un semplice dolore che si può risolvere con un po’ di riposo o ricorrendo ad un tutore. Nel caso però il danno sia grave sarà necessario intervenire a livello chirurgico e seguire uno stretto ciclo di riabilitazione. Sebbene siano i dipendenti delle aziende a soffrire più di tutti di questa sindrome, al momento non è stata riconosciuta valida come ‘infortunio sul posto di lavoro’.

Infatti negli Stati Uniti ci sono state addirittura cause intentate dai lavoratori nei confronti delle aziende, ma come si può immaginare queste non sono andate a buon fine. In effetti alcuni studiosi hanno dimostrato che non sono mouse e tastiera a causare la malattia, ma diversi fattori che uniti la possono scatenare.

Prevenire la sindrome da tunnel carpale non è impossibile, anzi bastano pochi accorgimenti per non esserne affetti. Sul lavoro è importantissimo fare pause di dieci o quindici minuti ogni due ore e magari fare un po’ di stretching, allungare mani e polsi per renderli più elastici e riscaldarli. Anche quando si lavora a ritmi intensi è sempre bene ricordarsi di fermarsi anche solo qualche minuto e riposare le mani. Le pause dei lavoratori sono tutelate e sono un diritto, quindi nessuno potrà obiettare. La posizione del polso e della mano su mouse e tastiera sono altrettanto importanti.

É consigliabile infatti tenere le braccia ben distese per non causare torsioni involontarie del polso. Inoltre il mouse deve essere di dimensioni standard, mentre chi ha le mani molto grandi dovrà utilizzare una periferica adatta. Sul mercato esistono diversi mouse ergonomici, sebbene spesso non siano in dotazione dei dipendenti, ma difficilmente un datore di lavoro ragionevole ne impedirà l’acquisto e l’utilizzo.

Per quanto riguarda la tastiera, se scrivete molte parole al giorno fate pause regolari, più che altro per evitare infiammazioni anche alle dita.

 

 

Riposarsi sempre un po’

Se avvertite un formicolio o un indolenzimento alla mano non allarmatevi perché può trattarsi solo di un leggero affaticamento. Spesso questi sintomi sono avvertiti da chi oltre a lavorare al PC si diletta anche in hobby come lo studio di uno strumento musicale a tasti e a corda o attività fisiche che comportano l’utilizzo delle mani come ad esempio la pallacanestro, la palestra o il ruolo di portiere nel calcio.

L’impatto del palmo della mano con il pallone che spinge indietro il polso o semplicemente una presa sbagliata e prolungata del bilanciere possono essere cause scatenanti. Quindi una volta che il dolore si fa costante e il formicolio aumenta è bene fare una pausa anche dalle attività extra-lavorative. D’altronde ci sono tante cose che si possono fare senza usare troppo le mani, leggere un libro o vedere un film ad esempio!

I patiti di videogiochi su PC che prevedono l’utilizzo di mouse e tastiera possono incorrere nella sindrome, anzi forse rischiano anche di più dei lavoratori dato che quando si gioca in partite in multiplayer spesso si tende a contrarre i muscoli per la concentrazione. Con il recente arrivo degli e-sports, anche i cosiddetti gamer competitivi si sono trovati a fare i conti con la sindrome del tunnel carpale e a trovare diversi modi di prevenirla.

Il nervo mediano è comunque dotato di una buona resistenza, quindi spesso tende a rimettersi a posto da solo, ma nei casi più gravi per i quali è necessario l’intervento chirurgico potrebbe anche riportare dei danni permanenti.

Le ultime operazioni si sono orientate verso l’allargamento del nervo, con una buona percentuale di successo che hanno visto i pazienti tornare ad utilizzare le mani immediatamente. Si stanno facendo notevoli progressi nello studio di questa sindrome, sebbene rimanga ancora una delle peggiori nemiche di professionisti, sportivi e musicisti che in alcuni casi si sono visti la loro carriera stroncata.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...