Lo scanner per gli alimenti

Ultimo aggiornamento: 14.09.19

 

Avete mai pensato di scansionare un cibo per scoprirne le proprietà nutritive e la vera data di scadenza? Un progetto innovativo mira a rivoluzionare il mercato… e il supermercato.

 

Lo scanner è uno di quei dispositivi davvero indispensabili per il lavoro in ufficio o in un piccolo studio, d’altronde con l’arrivo dell’era digitale i documenti cartacei importanti si devono trasferire sul PC o sul server cloud in modo da non perderli.

La carta nel lavoro ha fatto il suo tempo, per questo sono in molte le aziende e gli studi professionali ad utilizzare uno scanner. Stranamente molti enti mandano ancora sensibili documenti ufficiali via posta, dato che ancora il sistema delle firme digitali e delle e-mail non è ancora del tutto sicuro. Anche a livello domestico, lo scanner torna molto utile per scansionare carte d’identità, documenti da mandare via e-mail o addirittura immagini e fotografie da poter caricare sul web.

 

Saperne di più per acquisti migliori

La tecnologia si sta evolvendo sempre di più presentando sul mercato dei prodotti davvero fuori dal comune o innovando quelli già esistenti per renderli utilizzabili in diversi campi. Anche lo scanner si sta evolvendo, con diverse idee molto interessanti. Non dovrebbe sorprendere infatti la creazione di uno scanner in grado di analizzare la freschezza di ogni singolo alimento.

 

 

In Germania alcuni ricercatori di Fraunhofer hanno progettato uno scanner portatile da mettere al servizio del singolo consumatore e dei supermercati. Grazie a questo scanner sarà possibile analizzare la maturazione e la durata dei prodotti per vedere quanto effettivamente siano ancora di buona qualità. Si tratta di un’idea ingegnosa che aumenterà in modo esponenziale la qualità della vita e soprattutto favorirà una corretta alimentazione.

Completamente tascabile, questo dispositivo riesce ad ottenere le informazioni grazie alla connessione Bluetooth che invia i dati scansionati ad un database dove verranno analizzati. I risultati vengono in seguito inviati tramite un app al proprio smartphone tramite la quale sarà possibile controllare le condizioni del cibo e si verrà avvisati nel caso questo sia già scaduto. Per i cibi già scaduti ci saranno diversi consigli su come utilizzarli, in modo da poter conservare tutto senza buttare via niente. Fraunhofer è l’organizzazione di ricerca applicata più grande d’Europa e unisce diversi istituti di ricerca applicata.

Il suo scopo è trovare sempre nuove soluzioni per migliorare la vita di tutti i giorni, lavorando in campi come la sanità, la sicurezza, l’energia, l’ambiente e le comunicazioni. Al momento la ricerca di Fraunhofer è condotta da ben 72 istituti collocati in Germania e può contare di un budget di ricerca pari a 2.2 miliardi di euro.

 

Idee innovative

Ma questa organizzazione non è certo l’unica ad aver avuto questa brillante idea, d’altronde viviamo in un’epoca dove il crowdfunding va molto di moda. Kickstarter, uno dei maggiori siti di crowdfunding è la piattaforma iniziale di molti progetti interessanti fondati da singoli utenti o da aziende, tra i quali possiamo trovare anche un progetto molto simile a quello di Fraunhofer.

In Israele, patria moderna delle startup food tech, due inventori hanno messo su un’azienda chiamata Consumer Physics e hanno studiato un prototipo per uno scanner in grado di rivelare le proprietà nutrizionali di un alimento. Il loro scanner chiamato SCiO è stato studiato presso l’Istituto Tecnologico di Haifa e poi presentato su Kickstarter dove ha raggiunto la quota sperata per l’avvio del progetto.

Il successo è stato davvero incredibile, con i 200mila dollari richiesti raggiunti in sole 20 ore dal lancio, raddoppiati in seguito fino a 23 volte. In seguito è stato presentato al CES di Las Vegas nel 2016. Al momento la società gode un buon successo e continua a sperimentare sul suo dispositivo per trovare nuove soluzioni e per aggiornarlo.

Il primo dispositivo ha richiesto tre anni di ricerca e sperimentazione prima di arrivare ai risultati sperati che al momento sono davvero sorprendenti. Si tratta di uno scanner tascabile con un meccanismo in grado di utilizzare la spettroscopia molecolare per trovare informazioni sulla composizione chimica degli alimenti. In questo modo lo scanner portatile riesce ad ottenere informazioni davvero impressionanti, come ad esempio il grado di dolcezza della frutta, ancora prima che questa venga sbucciata.

 

 

Ma il suo utilizzo va ben oltre questo, infatti nei progetti dei suoi ideatori e della società rientra la possibilità di poter analizzare il livello di idratazione delle piante e lo studio di tessuti, gioielli e cosmetici. Il risultato finale al quale si anela è la possibilità di creare un database enorme con varie informazioni su diversi prodotti, in modo da garantire il massimo della sicurezza ad ogni utente o società. Certo questo potrebbe risultare un po’ fastidioso per gli addetti alle vendite che dovranno riadattare il loro modo di presentare un prodotto o magari munirsi di uno stesso scanner per dimostrare una certa trasparenza al cliente.

Al momento sia lo scanner di Fraunhofer sia SCiO sono abbastanza costosi e verranno lanciati sul mercato solo nei prossimi anni. Bisogna vedere quale sarà il loro successo tra i singoli utenti e soprattutto tra le varie catene dei supermercati. Si tratta comunque di due invenzioni che potenzialmente potrebbero cambiare drasticamente l’approccio dei consumatori verso gli alimenti acquistati e soprattutto quello delle catene verso i consumatori che saranno sempre più attenti.

Possiamo quindi immaginarci un futuro dove andremo al supermercato tenendo a portata di mano il nostro scanner tascabile e analizzando tutti gli alimenti che ci capitano a tiro per vedere la loro attuale freschezza. O forse queste invenzioni saranno limitate all’interesse di pochi individui, magari i salutisti che ci tengono davvero a mangiare sano. D’altronde possiamo immaginare che il prezzo di vendita iniziale non sarà proprio basso, per questo probabilmente gli scanner per alimenti verranno acquistati solo da chi dispone di un buon budget o da chi è davvero interessato a una sana alimentazione.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...