Il successo dell’iPad

Ultimo aggiornamento: 14.09.19

 

Apple ha fatto davvero centro con iPad e continua a essere in cima alle classifiche di vendita, ma qual è il suo segreto?

 

Sebbene i laptop e i notebook siano dispositivi molto comodi e pratici da utilizzare per le loro dimensioni compatte, la tecnologia non si ferma mai nella ricerca di nuove soluzioni mirate per ridurre ancora di più l’ingombro. Negli ultimi dieci anni abbiamo visto l’arrivo sul mercato dei tablet, un incrocio ben riuscito tra smartphone e un PC portatile.

Questa loro forma ibrida è riuscita a convincere il pubblico che affascinato dalle funzioni touch e dagli ampi schermi piatto si è fiondato nei negozi per acquistarne uno. Ovviamente molte ditte produttrici di hardware e smartphone si sono proposte sul mercato con i loro tablet. Alcuni hanno avuto un buon successo come quelli Samsung, altri invece, come quelli di Microsoft, sono stati presto dimenticati. Ironia della sorte, dato che è stata proprio la ditta di Bill Gates a proporre la prima tavoletta elaboratrice.

 

Il più venduto

Il tablet più famoso e anche il più apprezzato da utenti e critica è sicuramente l’iPad di Apple che continua imperterrito a vendere, facendo fatturare somme da capogiro alla ditta di Cupertino. La rivoluzione del compianto Steve Jobs nel mondo dell’informatica e della telefonia è stata determinante per il futuro della tecnologia. D’altronde anche i detrattori e i competitor di Apple non possono che riconoscere la qualità dei suoi prodotti che continuano a generare fan da tutto il mondo che ancora fanno file chilometriche per impossessarsi dei nuovi modelli in uscita.

Se l’iPhone ultimamente affronta un po’ di concorrenza ostica tra i dispositivi altamente tecnologici di Samsung e quelli dall’ottimo rapporto qualità-prezzo di Huawei, lo stesso non si può dire dell’iPad. Il tablet di Apple ha messo a tappeto tutte le altre ditte produttrici con le sua versione Pro dedicata ai professionisti che hanno bisogno di tenere sempre tutto sotto controllo durante le riunioni o quando vanno in trasferta.

In realtà il successo dell’iPad deriva dalle sue caratteristiche, dalla sua versatilità e dalla sua potenza di calcolo che lo rendono simile a un vero e proprio Mac. D’altronde su iPad sono disponibili programmi di altissimo livello come Photoshop e Pro Tools, entrambi apprezzatissimi in campo artistico.

 

 

Un po’ di numeri

Tim Cook, dirigente e amministratore delegato della ditta di Cupertino ha annunciato che le vendite di iPad superano in un anno quelle di notebook con PC Windows di HP, Lenovo e altri marchi famosi. Ben 400 milioni di unità vendute per un futuro più che roseo per Apple, per niente intimorita dal colosso Microsoft.

Gli ultimi iPad Pro presentati dispongono del riconoscimento facciale per lo sblocco e tante altre innovative funzioni. Una delle innovazioni più apprezzate è la rimozione della porta Lightning in favore della potente e moderna USB Type-C in grado di trasferire dati ad altissima velocità. Non è ancora possibile collegare periferiche di archiviazione, ma probabilmente questo verrà reso possibile con un aggiornamento futuro.

Sempre tramite questa porta sarà possibile collegare un monitor esterno, per lavorare comodamente su uno schermo più grande e sfruttare tutte le sue funzioni grafiche. In questo modo si potrà utilizzare l’iPad proprio come se fosse un PC.

 

Per la creatività

Gli artisti saranno felici di sapere che il nuovo iPad Pro è compatibile con l’Apple Pencil 2, ideale per disegnare direttamente sullo schermo del dispositivo per creare bozze o opere complete, modificandole in seguito con Photoshop o altre applicazioni di disegno. Si potrà anche scrivere liberamente, magari per prendere qualche nota importante.

Un altro accessorio molto comodo, specialmente per i professionisti freelance e gli studenti è la nuova tastiera Smart Keyboard Folio. Non è niente di troppo innovativo, si tratta semplicemente di una cover con tastiera con l’unica differenza che coprirà tutto il dispositivo anziché limitarsi solo alla parte frontale. Non necessita di ricariche, può funzionare in completa autonomia semplicemente collegandola all’iPad Pro.

 

Performance di alto livello

Per quanto riguarda le prestazioni, il modello si dimostra molto potente, ma non abbastanza da superare di molto quello precedente. I benchmark effettuati dai vari ‘addetti ai lavori’ hanno mostrato una buona velocità in alcune operazioni per esempio l’esportazione di clip 4K con iMovie e l’apertura di app.

Come sempre il sistema iOS rimane una lama a doppio taglio: da una parte garantisce una sicurezza senza precedenti, garantendo prestazioni stabili e proteggendo il tablet dai diversi virus del web. Dall’altra parte è limitato alle applicazioni garantite e verificate da Apple, cosa che impedisce una configurazione più personale del lavoro.

Su questo i sistemi Android e Windows sono molto più versatili, ma allo stesso tempo meno stabili e sicuri. Non esiste il sistema operativo ‘migliore’, semplicemente si tratta di una questione di scelte in base alle proprie esigenze. Nonostante questo, iPad Pro rimane in cima alla classifica come uno dei dispositivi più amati dai consumatori e elogiati dalla critica.

 

 

Ma vi serve davvero?

Qual è però l’utilità effettiva di un tablet? Dopotutto si tratta comunque di dispositivi abbastanza ingombranti da tenere in una borsa o in uno zaino, quindi in che modo possono sostituire completamente un PC? Probabilmente gli utenti che dispongono di un PC fisso o portatile e non devono utilizzarlo per lavorare, possono fare a meno di acquistare un tablet come iPad Pro visto che difficilmente lo utilizzeranno al massimo delle potenzialità.

Spesso capita che i consumatori comprino questi dispositivi senza poi sfruttarli come dovrebbero, lasciandoli a prendere polvere o portandoli con loro solo quando vanno in viaggio. Teniamo comunque conto che si tratta di prodotti molto costosi, quindi indicati per un determinato target di persone che possono permettersi di spendere nel campo della tecnologia senza badare troppo a spese.

Questo è indicativo del fatto che i tablet rimangono un oggetto per pochi e hanno ancora molta strada da fare prima di sostituire completamente un PC portatile.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...