Come scegliere il miglior registratore vocale

Ultimo aggiornamento: 12.09.19

 

Sul mercato esistono tanti registratori vocali, tascabili o meno, alcuni più funzionali di altri. Vediamo insieme le caratteristiche che ne rendono uno vincente.

 

Fin dagli anni ’90, il registratore vocale è stato utilizzato per svariate ragioni. Oggigiorno esistono numerosi modelli, tutti diversi e divisi in base sia alla qualità, sia alla tascabilità. 

Almeno una volta nella vita probabilmente ne avete avuto bisogno o ne avete cercato uno nei vari negozi della vostra zona o su Internet. 

Si tratta di un articolo semplice nel suo utilizzo ma altrettanto funzionale e talmente tanto interessante, che molti professionisti lo portano con sé durante le trasferte, le conferenze, i briefing in ufficio. 

Scegliere un registratore vocale buono ed economico non è semplice, ma fare attenzione a tutti i particolari di un prodotto del genere vi porterà ad avere tra le mani uno strumento compatto, efficiente e utilizzabile in svariate occasioni. 

Nei prossimi paragrafi potete dare un’occhiata alle principali funzioni e caratteristiche di cui tener conto nella scelta di un registratore vocale. 

 

Cos’è un registratore vocale?

Il registratore vocale, chiamato anche dittafono, è un dispositivo il cui impiego è cresciuto a partire proprio dal secolo scorso. La sua evoluzione nel corso degli anni si deve prettamente a diversi fattori, tra i quali la possibilità di acquisire audio in ogni momento, quindi conservarli e poi sbobinarli, trascriverli o, come nel caso di quelli digitali, passarli sul computer in formati file audio. 

Tra i sostenitori più incalliti, c’è chi ama sottolineare la differenza tra i registratori vocali analogici e quelli digitali: ciò che li differenzia è il metodo di acquisizione dell’audio. Il primo necessita di un nastro da avvolgere e riavvolgere, che dovrà essere poi lavorato da un professionista per ottenere l’audio acquisito. 

Il secondo è invece più moderno, veloce, immediato e molto spesso ricco di funzioni che migliorano l’efficienza e il suo utilizzo. 

 

 

I motivi principali per cui acquistarne uno

Quando si conosce il tipo di dispositivo, la sua applicazione viene quasi naturale. Se siete lavoratori in ufficio, studenti, liberi professionisti o semplicemente apprezzate l’ascolto di un audio, rispetto alla visione di un video, il bacino di utilizzo di un registratore vocale si amplia.

Seguendo le istruzioni presenti su ogni confezione e premendo il tasto REC, si può registrare qualsiasi tipo di discussione, conversazione o lezione in cui siete coinvolti. 

Vi tornerà utile, ad esempio, per registrare la lezione del professore oppure per non perdere idee e concetti detti durante una conferenza. Ma il suo utilizzo non si ferma solamente a questo: trattandosi di un dispositivo molto spesso tascabile, qualsiasi occasione sarà buona per registrare l’audio e catalogarlo. 

Ci sono numerosi casi di cronaca in cui l’acquisizione di un audio anche tramite un registratore vocale economico, ha reso una svolta alle indagini degli inquirenti. Insomma, se siete nel giusto, non dovete temere nessun utilizzo, ma godrete dei vantaggi di un prodotto così tanto piccolo e intuitivo.

 

Il rapporto qualità/prezzo

Potrebbe essere un elemento scontato, ma quando decidete di acquistare un registratore vocale, abbiate l’accortezza di valutare la proporzione tra la qualità e il prezzo dell’articolo in questione. 

Oltre le marche più famose, ci sono alcuni rivenditori online che aumentano o diminuiscono il prezzo a piacimento, pur offrendo prodotti che non possiedono funzioni migliori di altre. Perciò, vi consigliamo di fare una lista di quelli che sono i vari registratori vocali che più hanno catturato la vostra attenzione e, seguendo i successivi paragrafi, spuntare quelli corrispondenti a requisiti che, a nostro avviso, rendono un dispositivo come questo efficiente, funzionale e di facile utilizzo.

Sappiate che esistono applicazioni che svolgono quasi la stessa funzione sui vostri smartphone, sia nel caso di sistemi operativi Android, sia per quanto riguarda iOS, ma la differenza principale risiede nella qualità di quella che è l’acquisizione e la frequenza di campionamento. 

 

La memoria del dispositivo

A prescindere dall’utilizzo che ne dovete fare, un primo elemento che non può mancare in un registratore vocale è il tipo e la quantità di memoria che possiede. Da tutti quelli presenti online si evince la differenze tra due tipi di memoria: una incorporata e una incorporabile. 

La prima è quella già presente nel dispositivo e che non può essere modificata né in eccesso e né in difetto. Solitamente la sua quantità si aggira intorno a 4 GB, anche se alcuni registratori vocali ne possiedono fino a otto. 

La memoria esterna è invece una micro SD che aumenterà il limite massimo di spazio in cui salvare le acquisizioni di audio. Vi basterà  inserirla nell’apposito alloggiamento seguendo le istruzioni nella confezione. 

Queste ultime vengono vendute in tutti i negozi di elettronica a un prezzo relativamente basso. Anche se la loro scelta è facoltativa, decidere di acquistare un registratore vocale con la possibilità di incrementarne la memoria, vi servirà per avere maggior flessibilità, soprattutto nel caso di un futuro lavoro professionale. 

 

Il tipo di microfono incorporato

Se decidete di acquistare un registratore vocale, abbiate cura di sceglierlo con la capacità di aggiunta di un microfono esterno. Sebbene lo standard di ogni acquisizione audio, mediante questo dispositivo, sia ormai il più fedele possibile al suono originale, per migliorare il lavoro e ottenere suoni ancora più nitidi, potete optare per l’acquisto di un microfono da collegare direttamente al registratore. 

 

 

Così facendo, soprattutto in quei luoghi affollati e dove il rumore di sottofondo può compromettere la registrazione, averne uno a portata di mano vi tornerà più che utile, a maggior ragione se svolgete lavori come interpretariato e traduzione, o se siete dei giornalisti.

In questo modo combinerete due strumenti: una videocamera esterna di vostra proprietà e il registratore vocale con microfono aggiuntivo: il vostro lavoro sarà più completo.

Per questa ragione vi consigliamo di guardare attentamente la descrizione del prodotto prima di sceglierlo.

 

Il peso e le dimensioni

Ultimi aspetti da non sottovalutare sono la grandezza e il peso dell’articolo che dovete acquistare. In virtù di questo, si deve tener conto di due fattori: il motivo per cui lo comprate e la frequenza d’uso.

Il peso è solitamente citato in grammi e si aggira tra 50 e 250 gr, mentre le dimensioni sono tra le più disparate, sebbene la grandezza dei più venduti online si aggiri su una media di 2 x 4,5 x 10 cm. 

In effetti si tratta di uno strumento piccolo, maneggevole e facilmente trasportabile ovunque voi vogliate, da tenere anche solo semplicemente nella borsa.

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...