Come scegliere il miglior arredamento per l’ufficio

Ultimo aggiornamento: 14.09.19

 

Le regole d’oro che vi aiutano a non sbagliare acquisti e trasformare il luogo di lavoro in un ambiente più confortevole.

 

L’ufficio è il posto nel quale non solo svolgete il vostro lavoro ma dove accogliete anche i clienti. Arredarlo in maniera elegante e funzionale è quindi di fondamentale importanza per garantire una buona impressione. Non dovete dimenticare anche la comodità, in quanto trascorrerete molte ore al suo interno: tutto deve assicurarvi relax e libertà d’accesso.

Quali suggerimenti seguire per ottenere uno spazio così?

 

Le esigenze di base

Quando state progettando il vostro ufficio, prima ancora di pensare alla mobilia, fate un elenco delle vostre esigenze primarie. Questo dipende molto dal lavoro che fate: può servire un computer, un fax o una stampante, un telefono fisso o uno spazio apposito nel quale archiviare file e pratiche concluse.

Considerate le dimensioni della stanza, quindi il posto che avete a disposizione e quello che serve a voi per lavorare nel migliore dei modi: ottimizzando l’ambiente riuscirete a creare un angolo funzionale nel quale non mancherà nulla che dobbiate cercare in seguito.

 

 

La posizione

Se non state arredando una stanza della vostra casa ma un posto predeterminato all’interno di un’azienda, probabilmente non avrete molta scelta. Se tuttavia avete, come ci auguriamo, una finestra, assicuratevi di non averla alle spalle né di fronte, in modo da non avere riflessi sul computer e da sfruttare al meglio tutta la luce naturale che entra da questa apertura.

A questo punto potrete pensare ai complementi d’arredo.

 

Parola d’ordine: ergonomia

Senza dubbio il vostro ufficio dovrà avere mobili che rispettino i principi dell’ergonomia, per garantirvi uno spazio nel quale muovervi con libertà ma anche senza apportare problemi al fisico. Quando vi sedete, dovete avere il femore posto in posizione orizzontale, i piedi ben piantati per terra, la schiena in verticale e la giusta distanza tra gli occhi e il computer, in modo da non piegare il collo e le spalle.

L’altezza della scrivania deve essere di circa 72 cm, anche se avere un piano che può essere regolato in altezza è una soluzione adatta a chi condivide l’ufficio e quindi anche la mobilia. Quando dovete scegliere la seduta, considerate invece che la sedia da ufficio più venduta è quella che può essere gestita in ogni sua parte.

Altezza, schienale e seduta devono essere regolabili e inclinabili, così da rendere comodo lo starvi sopra un bel po’ di ore.

 

Assecondare i propri bisogni

L’arredamento dell’ufficio deve corrispondere alle esigenze di chi lo usa. Se avete bisogno di più spazio e quindi di mobili da spostare di volta in volta, optate per sedie e scrivania con le rotelle, che renderanno anche più facile fare le pulizie.

L’ordine è la vostra priorità? Via libera ad archivi, librerie, mensole e quant’altro possa aiutarvi a mettere a posto tutti i documenti che dovrete consultare. Ma andiamo a guardare nel dettaglio tutti i complementi d’arredo che serviranno a rendere funzionale il vostro ufficio.

 

La scrivania

Come abbiamo già detto, nel caso in cui scegliate una scrivania fissa, la sua altezza deve essere di almeno 72 cm e la larghezza di 80 cm. Se avete bisogno di più spazio, optate per i cassetti e gli schedari posti lateralmente, che vi permettono di avere tutti i documenti sotto mano.

Per quanto concerne il materiale è da preferire il legno, in quanto non riflettente e facile da pulire, oltre a essere gradevole dal punto di vista estetico. Lo stile è da scegliere in base all’impressione che volete dare: classico o moderno, l’importante è che non dimentichiate che chi ci trascorre più tempo sarete sempre voi!

 

La sedia da ufficio

Abbiamo accennato prima l’importanza dell’ergonomia nell’ufficio: questo aspetto si traduce in una sedia con schienale regolabile e reclinabile, seduta regolabile e altezza regolabile. Personalizzare questi parametri è infatti l’unico modo per non assumere false posture e subire un brutto mal di schiena.

Dovrete inoltre controllare che l’oggetto scelto riporti la sigla UNI EN 1335, per essere sicuri che rispetti le normative europee in fatto di sicurezza. Non vorrete mica sedervi e cadere, perché i materiali sono di scarsa qualità!

 

Le lampade

La luce naturale, abbiamo detto, deve entrare non dalle spalle e non deve essere posta di fronte a voi. In entrambi i casi, infatti, ne avreste tutt’altro che beneficio. Per quanto concerne le luci artificiali, è bene invece evitare quelle molto forti, che possono causare riflessi. La scelta giusta è una lampada modulabile, che permette di regolare l’intensità del fascio luminoso a seconda delle proprie esigenze. Preferite quelle calde a quelle fredde, che possono irritare gli occhi e aumentarne la stanchezza.

 

I mobili contenitori

Sono parte integrante di un ufficio che si rispetti: librerie e mensole sono indispensabili per archiviare documenti e renderli sempre disponibili. Chi predilige la praticità opterà per quelle con le ruote, che si possono spostare e per materiali plastici o per il metallo, se vuole spendere di meno.

La possibilità di regolare i ripiani in altezza può essere utile se avete più elementi da conservare, che non siano semplicemente i classici faldoni. Le mensole permettono di sfruttare anche le pareti, per inserire non solo libri ma anche foto o un vaso con dei fiori, in modo da rendere l’ambiente particolarmente gradevole.

 

 

La scelta dello stile

Il vostro ufficio deve rispecchiare anche la vostra personalità: scegliete il materiale che rifletta il vostro stile. Per rimanere sul classico, via libera al legno, anche se per questo dovrete avere a disposizione un budget molto consistente.

Chi invece predilige la modernità può spaziare con il metallo o i materiali plastici, optando anche per mobili di design, dai colori sgargianti come il rosso o basici come il bianco e il nero. Aggiungere complementi come lampade dalle forme particolari e originali o sedute come pouf rielaborati, darà un tocco di personalità in più a un ambiente prettamente lavorativo.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...