Combattere il mal di schiena

Ultimo aggiornamento: 14.09.19

 

Posture scorrette, materassi non adatti o semplicemente il passare del tempo possono causare problemi alla colonna vertabrale. Quali sono i rimedi naturali per prevenire il mal di schiena?

 

Non solo la postura non corretta e la cattiva abitudine di stare sempre seduti sono le cause principali del mal di schiena: anche lavori pesanti, stress e sovrappeso rientrano tra gli elementi che contribuiscono a far patire una parte tanto importante del corpo.

Se vengono ignorati i primi segnali si aprono le porte alla cronicizzazione che, oltre ad aumentare in maniera esponenziale il dolore, può portare anche al dover ricorrere a un intervento di chirurgia.

 

Le cause

Questo fenomeno è davvero molto diffuso, tanto da toccare bel l’80% della popolazione mondiale. Se diamo credito al Global Pain Index di Gsk, in Italia 6 persone su 10 ne vengono colpite ogni settimana, a causa di posture scorrette dovute al computer ma anche ai lunghi viaggi fatti da seduti, in aereo o in treno.

La causa principale del mal di schiena è comunque la sedentarietà: quando restiamo per tutto il giorno seduti, i muscoli non ricevono correttamente il flusso del sangue, si raffreddano e si contraggono, provocando dolore alla fine della giornata.

Per questa ragione è molto importante muoversi con costanza, se non addirittura fare sport. Tuttavia è bene prestare attenzione a non eccedere dal lato opposto: anche l’attività fisica deve essere praticata con moderazione e rispettando i limiti del proprio fisico. Se vi esercitate senza un buon personal trainer, pensando di fare di più e bene, potreste ritrovarvi con più problemi di quanti ne aveste prima.

Quindi non si tratta tanto di stare seduti su una sedia da ufficio economica o costosa: è proprio la mancanza di pause a causare dolori e infiammazioni al vostro fisico.

 

 

Prevenire è meglio che curare

L’unico consiglio sensato che si possa dare a chi è costretto a stare seduto per molte ore al giorno è quello di prevenire: solo in questo modo eviterete che il problema peggiori e di finire sotto i ferri del chirurgo. Prima di tutto è necessario controllare la postura, assicurandosi di stare seduti su una sedia che consenta di appoggiare i piedi per terra e di tenere le ginocchia a livello dei fianchi. La schiena deve combaciare con la spalliera: evitate di inarcarvi in avanti perché così facendo la sottoponete a un forte stress.

La scrivania deve essere abbastanza alta da permettere di appoggiare gli avambracci e di rilassare le spalle. Molto importante anche la sedia, che deve essere ergonomica e regolabile in altezza, così da avere una postura eretta, oltre che inclinabile.

Quando usate il tablet, meglio servirsi di un supporto e poggiarlo sul tavolo, piuttosto che incurvarsi sullo schermo stando seduti sul letto o sul divano. Se viaggiate spesso in treno o in aereo, alzatevi più volte possibile, camminate e sgranchite gli arti. Quando ritornate a sedervi, usate un supporto per la schiena, così da non affaticarla con una postura scorretta.

In automobile assicuratevi che il sedile non sia troppo basso e che l’angolo compreso tra la testa e la schiena sia di circa 20 gradi: in questo modo eviterete di contrarre il collo.

 

Fare sport aiuta

Come dicevamo, fare sport è molto importante ma deve essere praticato in modo da non sovraccaricare un fisico già provato. L’attività fisica più salutare in ogni caso è la camminata, che però richiede delle scarpe adeguate al percorso (all’asfalto o alla terra) e soprattutto deve essere praticata con schiena e spalle rilassate.

Il nuoto è un altro sport che può dare solo benefici: ci sono però molti stili e alcuni, come il delfino o la rana, non sono proprio indicati per chi ha già problemi alla zona cervicale. Il dorso è quello migliore in questi casi, ma deve essere praticato con moderazione e seguendo le indicazioni che il corpo vi dà di volta in volta.

La corsa può andare bene se non avete problemi alle ginocchia o ernie, in quanto tende a sollecitare i dischi intervertebrali. Anche il ciclismo o la pesistica sono da evitare in casi del genere e da praticare solo ed esclusivamente dopo aver consultato il medico.

 

 

I rimedi

Un modo per rilassare la muscolatura è quello di fare la respirazione aerobica, cioè riempiendo la pancia d’aria e poi espirando. In questo modo, infatti, si ossigenano per bene i tessuti: se ci abbinate una bella camminata all’aria aperta, i benefici raddoppiano.

Uno sport che può venire in aiuto è lo yoga, che ha il vantaggio di decontrarre e tonificare la muscolatura, allontanando tensioni e dando una carezza alla tanto affaticata colonna vertebrale.

Molto importante anche dare il giusto apporto di vitamina D alle ossa, che favorisce l’assorbimento del calcio e rinforza la struttura ossea. Mangiare pesce azzurro, uova, legumi come le lenticchie, vegetali a foglia verde, yogurt e formaggio vuol dire integrare in maniera naturale questa sostanza.

Quando il problema è già in atto, però, ci sono alcuni rimedi ai quali potete ricorrere per migliorare la situazione. Utilizzare il calore è uno di questi: applicare la borsa dell’acqua calda o anche uno straccio pieno di sale grosso scaldato aiutano a rilassare i muscoli contratti, dilatando i vasi e riducendo il dolore.

Questo vale per le contratture ma non per la sofferenza che deriva da un trauma: in questo caso è bene applicare invece una borsa con il ghiaccio. Applicare un gel o una crema a base di arnica può essere un’altra soluzione: questa sostanza ha proprietà antinfiammatorie e quindi non può che apportare benefici alla muscolatura dolorante.

Come poi trascurare il massaggio, a patto che venga eseguito nella maniera corretta e da un professionista. Solo in questo modo, infatti, potrete sciogliere il muscolo e non causare altri traumi che andrebbero a peggiorare la situazione. Lo shiatsu è una tecnica molto valida ma le mani sapienti di un bravo fisioterapista possono essere davvero risolutive o aiutare a mantenere entro i limiti un dolore che vi attanaglia.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...