Amazon eero, e la rete Wi-Fi in casa cambia marcia

Ultimo aggiornamento: 21.09.20

 

Il colosso dell’eCommerce porta in Italia i dispositivi Wi-Fi Mesh eero, in due versioni e altrettanti prezzi. Sono ideali per ampliare la portata della rete wireless in case di grandi dimensioni

 

I sistemi Wi-Fi Mesh sono diventati sempre più popolari negli ultimi anni, e non c’è che l’imbarazzo della scelta. Un sistema mesh è diverso da un router Wi-Fi tradizionale in quanto utilizza più nodi o punti di accesso sparsi in tutta la casa per fornire una migliore copertura rispetto a un singolo router situato dove la connessione a banda larga entra in casa. 

Questo potrebbe non essere un effettivo problema per case piccole: basta scegliere il router Wi-Fi più venduto, che di norma se non è il migliore, poco ci manca per avere una buona connessione in tutto l’appartamento. Al contrario i sistemi Wi-Fi Mesh mirano a coprire la l’intera casa con segnali wireless “presi” dal router principale (che comunque non può mancare), in modo da poter ancora accedere a Internet dai propri dispositivi sia che ci si trovi nel seminterrato o in una camera da letto al terzo piano, quindi lontano dal router principale.

A eero è stato riconosciuto il merito di aver reso popolare questo tipo di sistema di router “d’appoggio” quando ha rilasciato il suo primo prodotto nel 2016. Da allora, il mercato è esploso con l’arrivo di diversi prodotti. eero però è passata dall’essere una società indipendente a far parte del vasto portafoglio di aziende hardware di proprietà di Amazon. La stessa ha quindi portati i prodotti eero anche in Italia, per la precisione a novembre dello scorso, proponendo due versioni: eero ed eero Pro.  

Per dirla in parole povere, questi dispositivi sono molto semplici da usare e consentono di coprire tutta la casa con un forte segnale Wi-Fi

eero, ecco quali sono disponibili in Italia

Come detto su Amazon si possono acquistare i dispositivi eero ed eero Plus. Il primo ha un costo di 109 euro come unità singola mentre se ne servono tre per coprire interamente la casa è previsto un bundle, al prezzo di 279 euro. eero Pro costa 199 euro come unità singola o in confezione da tre per 499 euro. 

Amazon raccomanda una singola unità eero per case fino a 140 m2, mentre il pacchetto da tre può coprire 460 m2. Se si scegli la versione eero Pro, un singolo dispositivo copre 160 m2, mentre il trio è ideale per abitazioni fino a 560 m2. Una delle caratteristiche principali dei dispositivi eero riguarda la presenza della tecnologia TrueMesh, che in pratica si occupa di indirizzare il traffico dove ce n’è più bisogno. Ad esempio se un componente della famiglia sta giocando online e un altro sta navigando in Internet, la tecnologia darà più banda al primo rispetto al secondo. Il tutto per non congestionare la rete e per continuare ad avere una connessione stabile e senza rallentamenti anche se ci sono diverse persone collegate contemporaneamente.

 

Hardware

eero fornisce in tutta la casa connessioni Wi-Fi a 2,4 GHz e 5 GHz contemporaneamente con lo stesso nome di rete. Offre antenne MIMO 2×2 per entrambe le frequenze, ma manca la terza banda da 5,8 GHz utilizzata da eero Pro per fornire un collegamento più veloce tra i nodi. In pratica, ciò significa che l’eero più economico fornirà velocità massime più lente quando si è collegati ai nodi mesh di quanto si otterrebbe dall’utilizzo delle unità eero Pro.

La velocità pura non è l’unica cosa che conta con un sistema di router mesh. Questo deve fornire copertura in tutta la casa, gestendo i dispositivi saltando da un nodo all’altro senza perdere connessioni. Ed è proprio in questo che eero eccelle: è in grado di fornire un segnale Wi-Fi ovunque nella casa e anche all’aperto nel sempre che si rientri nella distanza che è in grado di coprire. 

Fa anche un ottimo lavoro nel mantenere stabili le connessioni mentre ci si muove da una stanza all’altra, trasferendo il dispositivo che si sta utilizzando da un nodo all’altro nel modo più appropriato. eero è in grado di di gestire un carico di quasi 50 dispositivi collegati contemporaneamente senza soffocare o far cadere la connessione a nessuno di questi.

Le altre differenze tra il modello eero ed eero Plus riguarda la presenza di porte ethernet. Il primo ne offre due mentre il secondo ben sei. Quest’ultimo è quindi utile da posizionare vicino alla TV di casa, magari collegandoci, oltre a questa, anche un decoder satellitare e una console. Per funzionare entrambi i modelli devono essere collegati alla rete elettrica.

App per la gestione

eero ha anche un’eccellente app mobile che è necessaria per configurare il sistema e gestirlo una volta installato. Si può facilmente vedere quanti dispositivi sono collegati alla rete, accendere e spegnere le reti degli ospiti, gestire i profili per i membri della famiglia e riavviare la rete in remoto se qualcosa dovesse andare storto. 

E per quanto riguarda la sicurezza non è necessario fare nulla: eero si aggiorna automaticamente con le varie patch che vengono rilasciate quando vengono rilevati problemi o bug. E, inoltre, a ogni aggiornamento si possono anche trovare nuove funzionalità.

Solo eero Pro ha integrato l’assistente vocale Alexa di Amazon. Questo consentendo di controllare varie funzioni tramite comandi vocali se si dispone di un altoparlante intelligente Echo.

eero è compatibile con il modello eero Plus, quindi man mano che le proprie esigenze crescono nel tempo, si possono aggiornare i nodi più lenti utilizzando questo modello più potente senza alcun problema. Inoltre è possibile utilizzare il nuovo eero nelle reti esistenti per aggiungere maggiore copertura o fornire porte Ethernet in locali non cablati per collegare dispositivi che non sono dotati di connessione Wi-Fi.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments