Alla scoperta del gaming

Ultimo aggiornamento: 14.09.19

 

Il termine gaming è ormai ovunque e lo avrete sicuramente sentito almeno un paio di volte se siete assidui frequentatori della rete. I non appassionati potrebbero avere qualche difficoltà a capire di cosa si tratti dal momento che è un termine generico che i non iniziati potrebbero ricondurre a pratiche di gioco illegali per i minori con scommesse e ambienti loschi. In realtà, con il termine gaming, si fa riferimento principalmente ai videogiochi e tutto il mondo dietro di essi che negli ultimi 10 anni ha visto un vero e proprio boom, divenendo accessibile a tutte le fasce d’età.

 

C’erano una volta i videogiochi

Per gli utenti cresciuti negli anni ‘70 e ‘80, i videogiochi erano un bene di lusso, un vezzo che pochi potevano permettersi e a cui pochi erano in realtà interessati, si trattava infatti di un’industria che stava muovendo i primi passi con hardware limitati e che non presentavano una vera e propria alternativa alla lettura di un buon libro o alla visione di un film.

Col tempo, però, le cose sono cambiate drasticamente e già nella metà degli anni ‘90 i videogiochi divennero molto popolari fino a esplodere come fenomeno di massa nella prima decade del nuovo millennio. Videogiocare è diventato uno degli hobby più praticati sia da giovanissimi sia da adulti, consentendo alle aziende di investire sempre più in questa industria, apportando migliorie tecniche a ogni generazione di console e producendo hardware sempre più performante.

 

 

Videogiocatori

Nelle comunità di appassionati si sono create vere e proprie fazioni che dividono gli utenti che apprezzano di più le console e chi invece preferisce giocare alla vecchia maniera, tramite un vero computer. Va inoltre sottolineato che prima della creazione della piattaforma Steam, lanciata nel 2003, dove è possibile acquistare qualsiasi tipologia di gioco in formato digitale, il mercato PC relativo al gaming era particolarmente stagnante. Valve, azienda dietro Steam, ha rivitalizzato il mercato, portando a una nuova era d’oro del gaming su PC, favorendo la vendita di hardware creato ad hoc per i giocatori più esigenti.

Vi sarete sicuramente imbattuti nei PC e notebook da gaming, macchine estremamente potenti e dal costo impegnativo che puntano tutto sulla capacità di calcolo in tempo reale, dotati quindi di schede video di ultima generazione, un quantitativo di RAM elevato e solitamente al di sopra sopra di 8 GB, dischi di archiviazione SSD per una lettura dei dati immediata e così via.

 

Che computer acquistare

Sia che siate degli appassionati di vecchia data, sia che siate entrati nel mondo del gaming di recente, è importante sapere che il modo migliore per godersi un videogioco con una grafica iper realistica è quello di acquistare un computer potente. La tecnologia che li alimenta, infatti, avanza molto più velocemente rispetto a quella delle console da gioco dove l’hardware non può essere sostituito al volo e bisogna quindi attendere che venga annunciata la nuova macchina a cadenza, solitamente, quinquennale.

Volendo optare per un PC, quindi, la scelta si riduce a “desktop o notebook?”. La risposta potrete trovarla analizzando le vostre abitudini. Se siete spesso a casa e non viaggiate molto o non avete esigenza di portare sempre con voi il PC da gaming, potreste optare per un computer desktop, più economico soprattutto se avete intenzione di assemblarlo voi stessi senza l’ausilio di terzi.

I viaggiatori, gli studenti e chi per forza di cose si ritrova a spostarsi molto e non ha una fissa dimora, potrebbe trovare il trasporto di un desktop decisamente problematico. In questo caso la soluzione migliore è un notebook potente e designato per il gaming. Nonostante sia decisamente più costoso di un desktop, potrete portarlo con voi ovunque, senza dover quindi rinunciare a videogiocare per lunghi periodi di tempo durante i quali siete assenti da casa.

 

Caratteristiche fondamentali per il notebook

Ancor prima di valutare qualsiasi configurazione hardware, date un’occhiata alla GPU, o scheda video, che il computer ha in dotazione. Le migliori sul mercato sono quelle griffate Nvidia o ATI, le uniche in grado di far girare i giochi più recenti correttamente. Evitate dunque qualsiasi notebook che abbia schede video “integrate” poiché non riusciranno a soddisfare le vostre esigenze.

Passate poi all’analisi della CPU, ovvero il processore, prediligendo anche in questo caso quelli Intel e AMD. I primi sono più costosi ma molto performanti mentre i secondi sono più economici ma configurabili dai più esperti. Lo spazio di archiviazione è essenziale, poiché i giochi più recenti occupano fino anche a 100 GB di spazio, puntate quindi su un SSD, acronimo che sta per Solid State Drive. Il vantaggio rispetto ai vecchi HDD è dato dalla velocità di scrittura e lettura dei file oltre che una maggiore resistenza e durata nel tempo.

Ultimo fattore essenziale è la RAM, anche in questo caso è meglio andare sul valore più alto possibile e non scendere al di sotto degli 8 GB per evitare di avere alcun tipo di problema nella gestione dei programmi.

 

 

Brand

Le aziende non dimenticano uno dei campi più proficui e realizzano dunque dei notebook pensati appositamente per i videogiocatori, con estrema attenzione ai dettagli per non scontentare il loro pubblico più esigente.

Samsung, per esempio, proporrà durante l’anno il suo nuovo terminale portatile per gaming, Odyssey, dotato di una scheda Nvidia RTX 2080, la nuovissima serie che dovrebbe sostituire in futuro le classiche GeForce GTX, un display Full HD con G-Sync a 144Hz per ottenere un frame rate elevato e di conseguenza una fluidità migliore delle immagini a schermo, ben 16 GB di RAM e due SSD. Come è facile intuire non sarà un dispositivo economico ma potrebbe rivelarsi la scelta migliore per chi non vuole scendere a compromessi.

Per chi ha un budget limitato, non c’è bisogno di disperare dal momento che sul mercato sono disponibili una vasta gamma di prodotti che riescono a garantire prestazioni più che soddisfacenti pur senza spendere cifre esorbitanti. Tra le aziende più attente a questo aspetto troviamo sicuramente HP, Lenovo, Acer e in generale i produttori più famosi che differenziano la propria offerta per coprire diversi target.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...